Autore Topic: Fuochi per Giubiana - vietati in Lombardia?  (Letto 657 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Alberto Valenti

  • Ing. Alberto Valenti
  • Global Moderator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 3.613
  • Alberto Valenti
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Fuochi per Giubiana - vietati in Lombardia?
« Risposta #4 il: 24 Gennaio 2020, 09:30:15 »
Sicuramente per quelli sopra i 30.000 abitanti

Tuttavia le misure temporanee omogenee a carattere locale possono essere adottate anche da altri Comuni a titolo di adesione volontaria.

Quindi dipende dal Comune...
Fate le cose nel modo piu' semplice possibile, ma senza semplificare (A. Einstein)

Offline AL FRED

  • Membro Super
  • *****
  • Post: 354
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Re:Fuochi per Giubiana - vietati in Lombardia?
« Risposta #3 il: 24 Gennaio 2020, 08:51:30 »
Grazie!

La limitazione vale per tutti i Comuni Lombardi?

Qui:

https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioRedazionale/servizi-e-informazioni/cittadini/Tutela-ambientale/Qualita-dell-aria/misure-di-limitazione-per-qualita-aria/misure-di-limitazione-per-qualita-aria

si parla soltanto di Comuni con popolazione superiore a 30.000 abitanti...

Misure temporanee omogenee per il miglioramento della qualitĂ  dell'aria
Con d.G.R. n. 7095 del 18 settembre 2017 (Allegato 2), in attuazione dell’Accordo di bacino padano, è stato approvato un nuovo sistema di riferimento per l’individuazione e la gestione delle situazioni di perdurante accumulo degli inquinanti, comune a tutte le Regioni che lo hanno sottoscritto (Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna).

Le procedure si applicano nei Comuni con popolazione superiore ai 30.000 abitanti appartenenti alle Fasce 1 e 2 nel semestre invernale dal 1 ottobre al 31 marzo dell’anno successivo. Le misure si articolano su due livelli in base al superamento continuativo del limite giornaliero per il PM10 (50 μg/m3) registrato dalle stazioni di riferimento (per piĂą di 4 giorni 1° livello o per piĂą di 10 giorni 2° livello).

La verifica per stabilire l’attivazione viene effettuata nelle giornate di lunedì e giovedì (giornate di controllo) sui quattro giorni antecedenti. Le misure temporanee, da attivare entro il giorno successivo a quello di controllo (ovvero martedì e venerdì), restano in vigore fino al giorno di controllo successivo.

Le misure temporanee omogenee a carattere locale possono essere adottate anche da altri Comuni a titolo di adesione volontaria. Per aderire occorre darne comunicazione a Regione Lombardia, anche ai fini dell’inserimento nell’applicativo informatico -denominato "Accordo Aria"-, pubblicato sui siti web www.L15.regione.lombardia.it e www.arpalombardia.it.
Le misure si attuano previa emanazione di ordinanza annuale da parte dei Sindaci.


e nelle FAQ (tra gli allegati) si fa riferimento soltanto ai Comuni al di sotto dei 300 metri:

3) Quali sono le limitazioni previste da Regione Lombardia in materia di combustioni all’aperto?
Regione Lombardia ha introdotto pertanto il divieto di combustione anche dei piccoli cumuli di residui vegetali nei Comuni posti a quota inferiore a 300 metri s.l.m. (o poste a quota inferiore a 200 metri s.l.m. nelle ComunitĂ  montane) dal 1 ottobre al 31 marzo di ogni anno.


6) Alla luce di quanto sopra, è possibile autorizzare i falò rituali da parte dei Comuni?
Si ritiene che non sussistano i fondamenti normativi che supportino tale autorizzazione da parte dei Sindaci.

« Ultima modifica: 24 Gennaio 2020, 08:54:05 da AL FRED »


Offline AL FRED

  • Membro Super
  • *****
  • Post: 354
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Fuochi per Giubiana - vietati in Lombardia?
« Risposta #1 il: 23 Gennaio 2020, 14:30:14 »
Buongiorno,
l’ultimo giovedì di gennaio, in buona parte della Lombardia, ci si prepara per il falò della Giubiana che rischiarerà le tenebre con la speranza che bruci bene e velocemente cosi’ da scacciare l’inverno e propiziare l’anno appena iniziato.

Però...

https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioRedazionale/servizi-e-informazioni/cittadini/Tutela-ambientale/Qualita-dell-aria/misure-di-limitazione-per-qualita-aria/misure-di-limitazione-per-qualita-aria

Sotto LIMITAZIONI TEMPORANEE, nelle FAQ, primo degli allegati:

https://www.regione.lombardia.it/wps/wcm/connect/1978f7ad-7668-462e-8c1c-7c2567f5b136/FAQ_Limitazioni_qualit%C3%A0_aria.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=ROOTWORKSPACE-1978f7ad-7668-462e-8c1c-7c2567f5b136-mXmRjU-

All'ultima pagina

3) Quali sono le limitazioni previste da Regione Lombardia in materia di combustioni all’aperto?
Regione Lombardia ha introdotto pertanto il divieto di combustione anche dei piccoli cumuli di residui vegetali nei Comuni posti a quota inferiore a 300 metri s.l.m. (o poste a quota inferiore a 200 metri s.l.m. nelle ComunitĂ  montane) dal 1 ottobre al 31 marzo di ogni anno.

5) Anche i falò rituali impattano sulla qualità dell’aria?
Sì, analogamente alle combustioni all’aperto dei residui vegetali hanno un notevole impatto sulla qualità dell’aria. La presenza eventuale di ulteriori materiali (es. materie plastiche, colle, vernici, metalli) può aumentare considerevolmente le emissioni di inquinanti tossici per la salute e costituisce di fatto uno smaltimento di rifiuti non consentito della legge.

6) Alla luce di quanto sopra, è possibile autorizzare i falò rituali da parte dei Comuni?
Si ritiene che non sussistano i fondamenti normativi che supportino tale autorizzazione da parte dei Sindaci.