Autore Topic: Cessione gratuita immobile  (Letto 67 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 22.093
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:Cessione gratuita immobile
« Risposta #2 il: 06 Gennaio 2021, 08:05:09 »


Il Comune X intende procedere ad acquisire una strada privata ad uso pubblico da oltre 20 anni, largamente utilizzata da innumerevoli cittadini, in quanto sulla stessa insiste un ospedale pubblico.

I proprietari vorrebbero cedere a titolo gratuito al Comune la strada in questione, purchè, con atto transattivo, il Comune X, si accolli le eventuali soccombenze in giudizio da parte di alcuni cittadini che, sulla stessa strada hanno patito infortuni ed incidenti per lo stato di dissesto in cui la stessa versa.

Premesso che, per consolidato orientamento della Cassazione (??) , anche per le strade private ad uso pubblico, la manutenzione spetta al Comune e, quindi, anche eventuali richieste di risarcimento danni dai privati intentate, si chiede, come procedere nello specifico, ovvero:

1) delibera di Consiglio Comunale di accettazione di cessione a titolo gratuito della strada privata, con transazione tra il cedente e cessionario che, a fronte della cessione gratuita del proprietario all'Ente, comporti da parte dell'amministrazione l'eventuale accollo e soccombenze per i giudizi intentati dai privati nei confronti del proprietario (stante la responsabilità solidale dell'amministrazione e, comunque, la chiamata in causa del proprietario, in giudizio, dell'amministrazione, tenuta a rispondere di suddetti danni);

2) se sia ammissibile, pertanto, una donazione modale siffatta e se, accanto a questo atto di transazione, debba essere predisposto come allegato alla delibera, uno schema contrattuale che sarà sottoscritto dal cedente e dal cessionario (il Sindaco? il Dirigente del Patrimonio?);

3) se si possa procedere ex art. 31 comma 21 e 22 legge 448/1998, evitando di inserire una transazione come al comma 1, preso atto che la responsabilità per eventuali danni ricade, comunque, sull'amministrazione (e si chiede se ciò sia pacifico ed acclarato);.

4) Nel caso si propenda per la transazione si nutrono dubbi sul parere che dovrebbe rilasciare il responsabile contabile e revisore dei conti, il quale non potrebbe esprimersi sul quantum attesa l'aleatorietà dei giudizi intentati dai privati verso il proprietario della strada privata.

Questione complessa ... fattibile con parere revisore conti e comunicazione a corte dei conti
https://www.unitel.it/index.php?option=com_content&view=article&id=5252:2017-09-20-08-35-53&catid=144:in-evidenza-articoli
* * * * * * * * * *
Dott. Simone Chiarelli - simone.chiarelli@gmail.com - tel. 3337663638
* * * * * * * * * *
https://libro.omniavis.com/          https://www.youtube.com/user/simonechiarelli

Offline lam12

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 30
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Cessione gratuita immobile
« Risposta #1 il: 31 Dicembre 2020, 13:22:20 »


Il Comune X intende procedere ad acquisire una strada privata ad uso pubblico da oltre 20 anni, largamente utilizzata da innumerevoli cittadini, in quanto sulla stessa insiste un ospedale pubblico.

I proprietari vorrebbero cedere a titolo gratuito al Comune la strada in questione, purchè, con atto transattivo, il Comune X, si accolli le eventuali soccombenze in giudizio da parte di alcuni cittadini che, sulla stessa strada hanno patito infortuni ed incidenti per lo stato di dissesto in cui la stessa versa.

Premesso che, per consolidato orientamento della Cassazione (??) , anche per le strade private ad uso pubblico, la manutenzione spetta al Comune e, quindi, anche eventuali richieste di risarcimento danni dai privati intentate, si chiede, come procedere nello specifico, ovvero:

1) delibera di Consiglio Comunale di accettazione di cessione a titolo gratuito della strada privata, con transazione tra il cedente e cessionario che, a fronte della cessione gratuita del proprietario all'Ente, comporti da parte dell'amministrazione l'eventuale accollo e soccombenze per i giudizi intentati dai privati nei confronti del proprietario (stante la responsabilità solidale dell'amministrazione e, comunque, la chiamata in causa del proprietario, in giudizio, dell'amministrazione, tenuta a rispondere di suddetti danni);

2) se sia ammissibile, pertanto, una donazione modale siffatta e se, accanto a questo atto di transazione, debba essere predisposto come allegato alla delibera, uno schema contrattuale che sarà sottoscritto dal cedente e dal cessionario (il Sindaco? il Dirigente del Patrimonio?);

3) se si possa procedere ex art. 31 comma 21 e 22 legge 448/1998, evitando di inserire una transazione come al comma 1, preso atto che la responsabilità per eventuali danni ricade, comunque, sull'amministrazione (e si chiede se ciò sia pacifico ed acclarato);.

4) Nel caso si propenda per la transazione si nutrono dubbi sul parere che dovrebbe rilasciare il responsabile contabile e revisore dei conti, il quale non potrebbe esprimersi sul quantum attesa l'aleatorietà dei giudizi intentati dai privati verso il proprietario della strada privata.