Autore Topic: Domande varie  (Letto 67 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Elisa20

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 2
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Domande varie
« Risposta #3 il: 10 Aprile 2021, 16:24:50 »
La ringrazioe per le risposte esaustive che mi ha dato.

Offline Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 22.767
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:Domande varie
« Risposta #2 il: 08 Aprile 2021, 15:49:34 »
1. Quindi è possibile avere punteggo di titoli ma zero in quello dell'esperienza?
In linea di massima sì salvo che il bando disponga diversamente

2. Fra i titoli rientrano solo i titoli di studio o anche quelli formativi ottenuti attraverso corsi FSE, che possono rilasciare o attestati di frequenza, o di qualifica, o di specializzazione o di tecnico superiore post-diploma? Lo chiedo perchè questi corsi sono standardizzati sul privato e non si trova quasi nulla per il pubblico. Succedde la stessa cosa per stage, tirocini e work experiences!
Dipenderà dai singoli bandi. Possibile che siano ritenuti idonei

3.Ora che c'è questo regolamento derogativo, non ho capito una cosa, le PA sono obbligate ad applicare queste deroghe o possono continuare con ciò che prevede il dpr del 94, magri solo attuando il fatto delle prove telematiche? In altre parole non capisco se la deroga è un obbligo o una facoltà.
Dalla formulazione del D.L. appare un obbligo anche se è dubbio che lo sia per enti locali e regioni.

4. Il dpr del 94 prevede che i concorsi abbiano limite di età a 40 anni, in alcuni casi elevabile a 45 o 50. Questo limite è implicito o sui bandi dev'essere scritto da qualche parte?
Deve essere espressamente previsto e motivato

5. In ogni caso credo che queste deroghe possono scoraggiare molte persone,  anche solo per l'iscrizione ad un concorso.
Probabile!

6. Dato che Le i si occupa anche di formazione privata, volevo comunque chiederle, se per cada dalle conosceze che possiede,  possa essere vietata l'opportunit√† di fare formazione su concorsi o comunque su cose pubbliche utilizzando i fondi europei del FSE (fondo sociale europeo). Se esiste un divieto, chi lo pu√≤ mettere, dato che credo che non siano i regolamenti europei di attuazione all'utilizzo di quei fondi a vietarlo?
Occorre vedere bandi e linee guida sulle spese ammissibili. Generalmente non sono ritenute ammissibili per la mera preparazione ai concorsi.
* * * * * * * * * *
Dott. Simone Chiarelli - simone.chiarelli@gmail.com - tel. 3337663638
* * * * * * * * * *
https://formazione.omniavis.com/bundles/book          https://www.youtube.com/user/simonechiarelli

Offline Elisa20

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 2
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Domande varie
« Risposta #1 il: 08 Aprile 2021, 15:41:19 »
Buongiorno dott. Chiarelli,
sono Elisa e ho seguito il suo consiglio, mi dica per√≤ se lo devo dividere in pi√Ļ messaggi.
1. Quindi √® possibile avere punteggo di titoli ma zero in quello dell'esperienza? 
2. Fra i titoli rientrano solo i titoli di studio o anche quelli formativi ottenuti attraverso corsi FSE, che possono rilasciare o attestati di frequenza, o di qualifica, o di specializzazione o di tecnico superiore post-diploma? Lo chiedo perchè questi corsi sono standardizzati sul privato e non si trova quasi nulla per il pubblico. Succedde la stessa cosa per stage, tirocini e work experiences!
3.Ora che c'è questo regolamento derogativo, non ho capito una cosa, le PA sono obbligate ad applicare queste deroghe o possono continuare con ciò che prevede il dpr del 94, magri solo attuando il fatto delle prove telematiche? In altre parole non capisco se la deroga è un obbligo o una facoltà.
4. Il dpr del 94 prevede che i concorsi abbiano limite di età a 40 anni, in alcuni casi elevabile a 45 o 50. Questo limite è implicito o sui bandi dev'essere scritto da qualche parte?
5. In ogni caso credo che queste deroghe possono scoraggiare molte persone,  anche solo per l'iscrizione ad un concorso.
6. Dato che Le i si occupa anche di formazione privata, volevo comunque chiederle, se per cada dalle conosceze che possiede,  possa essere vietata l'opportunit√† di fare formazione su concorsi o comunque su cose pubbliche utilizzando i fondi europei del FSE (fondo sociale europeo). Se esiste un divieto, chi lo pu√≤ mettere, dato che credo che non siano i regolamenti europei di attuazione all'utilizzo di quei fondi a vietarlo?
Ringraziandola anticipatamente per la gentile risposta che vorrà farmi pervenire la saluto cordialmente.