Autore Topic: somministrazione abusiva  (Letto 490 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 15.563
  • Karma: +205/-11
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Omniavis srl
    • E-mail
Re:somministrazione abusiva
« Risposta #2 il: 10 Marzo 2016, 12:58:01 »
Se un esercizio per la somministrazione di alimenti e bevande occupa il suolo pubblico con un gazebo effettuando anche li' la somministrazione (fatti già accertati), quali provvedimenti deve adottare l'ufficio Suap? Si era pensato ad una determina (o ordinanza) di sospensione dell'attività per l'intero perché sono venuti meno i requisiti di sorvegliabilità con la costruzione abusiva e ad una di rimozione dell'attività abusiva in applicazione del regolamento sull'occupazione del suolo pubblico.

Per punti:
1) non è competenza SUAP ma del servizio commercio (se inglobato nel SUAP saranno le stesse persone, ma formalmente non ricade nella disciplina del dpr 160/2010)
2) occorre che i vigili contestino l'occupazione abusiva del suolo pubblico (violazione codice della strada e regolamento comunale) per la sanzione pecuniaria
3) e ufficio commercio ordini la rimozione e ripristino
4) in conseguenza della sanzione pecuniaria si applicherà la MISURA ACCESSORIA della chiusura dell'attività per almeno 5 giorni:
articolo 36 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, il comma 1 è sostituito dal seguente:
16.  Fatti salvi i provvedimenti dell’autorità per motivi di ordine pubblico, nei casi di indebita occupazione di suolo pubblico previsti dall’articolo 633 del codice penale e dall’ articolo 20 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni, il sindaco, per le strade urbane, e il prefetto, per quelle extraurbane o, quando ricorrono motivi di sicurezza pubblica, per ogni luogo, possono ordinare l’immediato ripristino dello stato dei luoghi a spese degli occupanti e, se si tratta di occupazione a fine di commercio, la chiusura dell’esercizio fino al pieno adempimento dell’ordine e del pagamento delle spese o della prestazione di idonea garanzia e, comunque, per un periodo non inferiore a cinque giorni.
http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=6370.0

A mio avviso non c'entra niente la sorvegliabilità (che si riferisce ai locali al chiuso in proprietà privata)
« Ultima modifica: 10 Marzo 2016, 12:58:29 da Simone Chiarelli »
* * * * *
Dott. Simone Chiarelli - collaboratore OV
* * * * *
******************
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
http://buff.ly/254YT2F - http://buff.ly/254YIV4 - http://buff.ly/1TKy2B3 - http://buff.ly/1YHPD0G
http://buff.ly/1XE4T0e - http://buff.ly/1OD3y2q - http://buff.ly/1OD3VK4 - https://telegram.me/omniavis

Forum del Portale Omniavis.it

Re:somministrazione abusiva
« Risposta #2 il: 10 Marzo 2016, 12:58:01 »

 


Offline Peter

  • Membro Super
  • *****
  • Post: 640
  • Karma: +1/-0
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
somministrazione abusiva
« Risposta #1 il: 10 Marzo 2016, 07:07:24 »
Se un esercizio per la somministrazione di alimenti e bevande occupa il suolo pubblico con un gazebo effettuando anche li' la somministrazione (fatti già accertati), quali provvedimenti deve adottare l'ufficio Suap? Si era pensato ad una determina (o ordinanza) di sospensione dell'attività per l'intero perché sono venuti meno i requisiti di sorvegliabilità con la costruzione abusiva e ad una di rimozione dell'attività abusiva in applicazione del regolamento sull'occupazione del suolo pubblico.