Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - Mario Maccantelli

Pagine: [1] 2 3
1
In allegato una sintesi della sentenza del TAR Toscana n. 363/2021 sulle concessioni balneari e del parere dell'AGCM sulle concessioni mercatali. Dinamiche convergenti.


2
DECRETO-LEGGE 13 marzo 2021 , n. 30 - GU n. 62 del 13-3-2021

ULteriori disposizioni che si sovrappongono a quelle gia' adottate.

DAL 15 MARZO AL 2 APRILE E NELLA GIORNATA DEL 6 APRILE, si applicano le misure della zona ARANCIONE anche la' dove sarebbe zona GIALLA.

DAL 15 MARZO AL 6 APRILE, le misure della zona ROSSA si applicano nelle REGIONI nelle quali l?incidenza cumulativa settimanale dei contagi e' superiore a 250 casi ogni 100.000 abitanti, sulla base dei dati validati dell ultimo monitoraggio disponibile, a prescindere dagli altri parametri riferiti al colore della zona.

Sempre nello stesso periodo, DAL 15 MARZO AL 6 APRILE, i presidenti di regione possono applicare le misure per la zona ROSSA e ulteriori misure piu' restrittive, comunque tra quelle previste dal DL n. 19 del 2020, nelle PROVINCE in cui l incidenza cumulativa settimanale dei contagi e' superiore a 250 casi ogni 100.000 abitanti e nelle AREE in cui la circolazione di varianti di SARS-CoV-2 determina alto rischio di diffusivita' o induce malattia grave.

DAL 15 MARZO AL 2 APRILE 2021 e nella giornata del 6 aprile, nelle regioni ARANCIONI e' consentito, in ambito COMUNALE, lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 5,00 e le ore 22,00, e nei limiti di due persone ulteriori rispetto a quelle ivi gia' conviventi, oltre ai minori di anni 14 e alle persone con disabilita' o non autosufficienti conviventi. Questo spostamento non e' consentito nei territori nei quali si applicano le misure stabilite per la zona rossa.

NEI GIORNI 3, 4 E 5 APRILE si applicano le misure della zona ROSSA in tutt?Italia (ad eccezione delle zone BIANCHE che restano tali). Tuttavia, in questi giorni, e' consentito lo stesso spostamento, di cui sopra, ma in ambito REGIONALE (verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 5,00 e le ore 22,00, e nei limiti di due persone ulteriori rispetto a quelle ivi gia' conviventi, oltre ai minori di anni 14 e alle persone con disabilita' o non autosufficienti conviventi).

INOLTRE, sono previsti particolari aiuti per i genitori lavoratori. In estrema sintesi, nei casi di sospensione delle attivita' scolastiche o di infezione o quarantena dei figli, e' previsto, per i genitori lavoratori dipendenti, di usufruire di congedi parzialmente retribuiti e, per i lavoratori autonomi, le forze del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico, le forze dell ordine e gli operatori sanitari la possibilita' di optare per un contributo per il pagamento di servizi di baby-sitting, fino al 30 giugno 2021.

3
Una maggiore chiarezza nelle fonti del diritto non sarebbe male?

Con la legge n. 29 del 12/03/2021 ? legge di conversione del DL n. 2/2021 ? viene abrogato il DL n. 15 del 23/02/2021.

Il DL n. 15/2021 e' la norma che ha dettato l?ultimo regime giuridico specifico per gli spostamenti fra regioni e all?interno delle stesse. In sintesi, fino al 27 marzo 2021, sull?intero territorio nazionale:
- e' vietato ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni. Sono fatte salve le motivazioni di necessit?;
-  e' consentito, nella zona GIALLA in ambito regionale e nella zona ARANCIONE in ambito comunale, lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 05:00 e le ore 22:00, e nei limiti di due persone ulteriori rispetto a quelle ivi gi? conviventi, oltre ai minori di anni 14 e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi. In zona ROSSA questo spostamento non e' consentito.
- qualora la mobilit? sia limitata all?ambito territoriale comunale (quindi zona ARANCIONE), sono comunque consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia.

IL DPCM attualmente in vigore, il DPCM 02/03/2021, richiama espressamente il DL n. 15/2021.

Il regime giuridico sintetizzato sopra confluisce, tal quale, nel DL n. 2/2021 post conversione. Quindi, il DPCM rimanda ad una norma abrogata (non piu' esistente dal 13/03) ma niente paura, il DL 2/2021 colma il vuoto e, alla fine, nulla cambia.

Da notare che il DL n. 2/2021, post conversione, riporta una disposizione ad hoc in favore dei circoli e le associazioni.

Art. 2 bis - Somministrazione di alimenti e bevande  nei  circoli ricreativi, culturali e sociali del Terzo settore
1. Fino alla data di cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19, la sospensione delle attivit? dei circoli ricreativi, culturali e sociali, adottata nell'ambito delle misure di contrasto e contenimento alla diffusione del COVID-19 sull'intero territorio nazionale, NON DETERMINA LA SOSPENSIONE delle attivit? di somministrazione di alimenti e bevande delle associazioni ricomprese tra gli enti del Terzo settore disciplinati dal codice di cui al decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117, che possono proseguire nel rispetto delle condizioni e dei protocolli di sicurezza stabiliti dalla normativa vigente per le attivit? economiche aventi il medesimo o analogo oggetto e secondo modalit? tali da evitare qualsiasi forma di assembramento, anche occasionale, o qualsiasi forma di aggregazione per le finalit? proprie dei predetti enti.


E' utile rammentare che la somm.ne nei circoli e' riservata ai soci nell ambito dello svolgimento dell?attivit? sociale da parte degli stessi (si veda DPR n. 235/01). Poter esercitare l?attivit? di somm.ne in assenza di attivit? sociale lascia qualche dubbio ma tant e'. In regime di zona arancione o rossa e' chiaro che tale attivit? non pu? che essere per asporto secondo le regole del DPCM

Vedremo le prossime mosse del Governo sul regime degli spsotamenti riferti alla Pasqua

4
Terzo Settore / DL n. 2/2021 - sommnistrazione nei circoli
« il: 13 Marzo 2021, 09:10:26 »
DL n. 2/2021 (testo coordinato con legge di conversione n. 29/2021)


Art. 2 bis - Somministrazione  di  alimenti e bevande  nei  circoli ricreativi, culturali e sociali del Terzo settore

1. Fino alla data di cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da  COVID-19,  la sospensione  delle attivita' dei circoli ricreativi, culturali e sociali, adottata nell'ambito delle misure di contrasto  e contenimento  alla  diffusione  del  COVID-19 sull'intero territorio nazionale, non determina la sospensione  delle attivita'  di  somministrazione di alimenti e bevande delle associazioni ricomprese tra gli enti del Terzo settore  disciplinati dal codice di cui al decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117, che possono proseguire nel rispetto delle condizioni e dei protocolli  di sicurezza  stabiliti  dalla  normativa vigente per le attivita' economiche aventi il medesimo o analogo oggetto e  secondo  modalita' tali da evitare qualsiasi forma di assembramento, anche  occasionale, o qualsiasi forma di aggregazione per le  finalita' proprie dei predetti enti.


E' utile rammentare che la somm.ne nei circoli e' riservata ai soci nell ambito dello svolgimento dell attivita' sociale da parte degli stessi (si veda DPR n. 235/01). Poter esercitare l?attivit? di somm.ne in assenza di attivit? sociale lascia qualche dubbio ma tant e'. In regime di zona arancione o rossa e' chiaro che tale attivita' non puo' che essere per asporto secondo le regole del DPCM

5
In allegato un breve commento all'art. 38-bis del DL n. 76/2020 così come convertito con legge n. 120/2020 - conversione in vigore dal 15/09/2020.

Semplificazioni per la realizzazione di spettacoli dal vivo


6
In allegato una sintesi in materia

7
Vedi la sintesi in allegato che riunisce i tre provvedimenti.
Si rimanda poi alla lettura degli allegati al DPCM

8
Uscito sul BURT il nuovo regolamento attuativo del codice del commercio della Regione Toscana.
DPGR n. 23R/2020, in vigore dal 25/04/2020.

Il regolamento attua la LR 62/2018 in materia di commercio e in materia di fiere campionarie. Relativamente al commercio in senso stretto gli articoli sono solo 15. Principalmente, la regione ha voluto dare attuazione alle disposizioni sul procedimento autorizzativo, con conferenza di servizi, per le grandi strutture di vendita previsto dal nuovo codice del commercio (LR 62/2018), rimasto inapplicabile, proprio in attesa del regolamento. Dal 25/04, quindi, la domanda di autorizzazione per grande struttura dovrà avere i contenuti e sarà sottoposta al procedimento così come stabilito dal nuovo regolamento. Da note il riferimento alla necessità di una conferenza di servizi sincrona (quindi con presenza fisica dei soggetti).

Sono previsti standard di parcheggio dimensionati in proporzione alla superficie di vendita realizzata, ne sono individuate le caratteristiche strutturali e funzionali e sono definite le caratteristiche dei collegamenti viari tra le strutture commerciali e la viabilità pubblica. Da questo punto di vista si notano delle differenze rispetto al passato ma non macroscopiche.

Sono disciplina gli standard dei parcheggi per gli esercizi di vicinato, le medie e le grandi strutture. Anche in questo caso le cose non variamo molto rispetto al precedente regolamento.

Da notare anche:
l’art. 15 sulla necessità della concertazione per gli interventi di rivitalizzazione commerciale finanziati con quote di oneri di urbanizzazione;
l’art. 14 sulla accessibilità agli esercizi commerciali da parte delle persone con disabilità con il rimando alla relativa normativa regionale.

Per le fiere campionarie, fra le altre cose, sono definiti i requisiti per l’attribuzione della qualifica di internazionali e nazionali e sono stabiliti i requisiti dei quartieri fieristici destinati ad accogliere le manifestazioni internazionali e di quelli che possono ospitare le manifestazioni nazionali.

Ai fini della certificazione dei dati relativi alle manifestazioni fieristiche, è riconosciuto il ruolo di Accredia, designato quale unico organismo nazionale italiano autorizzato a svolgere attività di accreditamento e vigilanza

Sono abrogati:
- il regolamento emanato con decreto del Presidente della Giunta regionale 1° aprile 2009, n. 15/R (Regolamento di attuazione della legge regionale 7 febbraio 2005, n. 28 "Codice del commercio);
- il regolamento emanato con decreto del Presidente della Giunta regionale 2 novembre 2006, n. 50/R (Regolamento di attuazione della legge regionale 31 gennaio 2005, n. 18 "Disciplina del settore fieristico").

9
Qua un video di sintesi sulla sentenza C.Cost. n. 56/2020 e sulla DGR n. 437/2020 della Toscana con la quale si autorizza i taxi/ncc al trosporto merci presso il domicilio del cliente in funzione dell'emergenza covd-19:
https://www.youtube.com/watch?v=dyLeMOlium8

In allegato le slide del video e la DGR

10
Si veda in allegato il commento sul DPCM del 09/032020 (G.U. 62 del 09/03/2020) - Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale.


11
In allegato le chiavi di lettura e una sintesi delle modalità di vendita diretta dei prodotti agricoli.

12
In allegato una breve sintesi sulla nuova LR n. 53/2019, in vigore dal 25/01/2020, in materia di procedimento autorizzatorio per il trasporto sanitario di soccorso (ambulanze).

Segnalamo le disposioni transitorie, i cui termini saranno indicati nel prossimo regolamento, riguardanti gli adempimenti per i soggetti già operanti.

13
Toscana / ENOTURISMO - LR toscana n. 76/2019
« il: 19 Dicembre 2019, 12:04:12 »
VEDI DISPENSA IN ALLEGATO

L'ENOTURISMO riceve una specifica disciplina giuridica. Vedi legge n. 205/2017 e DM 12/03/2019.
La regione Toscana adegua la propria normativa modificando la LR 30/03 in materia di agriturismo e fattorie didattiche tramite la LR n. 76/2019.

In sintesi (in Toscana):
L'attività può essere esercitata come attività agrituristica oppure come attività turistico - divulgativa a sé stante. L'esercizio è sottoposto a SCIA. L'esercente può essere anche soggetto diverso dall'imprenditore agricolo. La Regione Toscana prevede il termine di 180 gg, decorrente dal 02/01/2020 (entrata in vigore della LR n. 76/19), per l'adeguamento legale, ivi compresa la presentazione della SCIA, per coloro che già esercitano le attività che entrano nella definizione di enoturismo.

14
Turismo e attività ricettive / ENOTURISMO - LR toscana n. 76/2019
« il: 19 Dicembre 2019, 12:02:27 »
VEDI DISPENSA IN ALLEGATO

L'ENOTURISMO riceve una specifica disciplina giuridica. Vedi legge n. 205/2017 e DM 12/03/2019.
La regione Toscana adegua la propria normativa modificando la LR 30/03 in materia di agriturismo e fattorie didattiche tramite la LR n. 76/2019.
In sintesi (in Toscana):
L'attività può essere esercitata come attività agrituristica oppure come attività turistico - divulgativa a sé stante. L'esercizio è sottoposto a SCIA. L'esercente può essere anche soggetto diverso dall'imprenditore agricolo. La Regione Toscana prevede il termine di 180 gg, decorrente dal 02/01/2020 (entrata in vigore della LR n. 76/19), per l'adeguamento legale, ivi compresa la presentazione della SCIA, per coloro che già esercitano le attività che entrano nella definizione di enoturismo.


16
Si veda il documento in allegato: ricostruzione normativa e il punto sulla modulistica unificata
Il documento riguarda le norme e i modelli statali e della regione Toscana.

17
Vedi il commento normativo in allegato

18
Toscana / LR n. 3/2019 - modifiche al Codice del Turismo LR 86/2016
« il: 24 Settembre 2019, 13:15:06 »
Vedi commento in allegato

19
Toscana / Tariffario ASL - aggiornamento 2019
« il: 24 Luglio 2019, 22:00:50 »
Vedi in allegato il nuova tariffario ASL applicabile dal 01/08/2019

Si riporta solo l'allegato A del tariffario.

20
Si fa presto a dire basta pubblicità...
L'AGCOM mette i puntini sulle i

22
Il comune di Firenze, con ordinanza sindacale n. 204/2018 (come modificata con ordinanza n. 215/2018), ha disciplinato gli orari di esercizio delle sale giochi e di funzionamento degli apparecchi con vincita in denaro di cui all'art. 110, comma 6 TULPS, installati negli esercizi autorizzati ex artt. 86 o 88 TULPS.

L'ordinanza prevede:
a) Orario di chiusura delle sale giochi autorizzate ai sensi art. 86 e/o art. 88 TULPS: dalle ore 18,00 alle ore 00,00 di tutti i giorni, festivi compresi (NDR sono escluse le sale biliardo e le sale bowling)
b) Orario di spegnimento degli apparecchi di cui all’art. 110, comma 6 TULPS (con vincita in denaro) presenti in altri esercizi autorizzati ai sensi degli artt. 86 e/o 88 TULPS (bar, ristoranti, alberghi, rivendite di tabacchi, esercizi commerciali, agenzie di scommesse, sale bingo e tutti gli esercizi assimilabili): dalle ore 13,00 alle ore 19,00 di tutti i giorni, festivi compresi


La Federazione Italiana Tabaccai e altri, hanno impugnato la detta ordinanza con ricorso di legittimità presso il TAR toscano.
Con sentenza n. 23/2019 il Tribunale Amministrativo Regionale per la Toscana respinge il ricorso riconoscendo la piena legittimità del provvedimento fiorentino.

La sentenza si innesta nell'ormai ampio filone giurisprudenziale che vede la legittimità dell'ordinanza sindacale ex art. 50, comma 7 TUEELL qualora sia supportata da un'accurata e documentata istruttoria (raccolta e elaborazione dati con metodo scientifico) che metta in evidenza quali siano le specifiche problematiche della collettività locale tali da rendere necessaria la limitazione degli orari per esercitare il gioco.

In allegato le due ordinanze fiorentine, la sentenza del TAR Toscana n. 23/2019 e una dispensa avente a oggetto l'evoluzione giurisprudenziale per avere un quadro più ampio al fine dell'adozione di ordinanze del genere.

23
L'iscrizione ai neo costituiti Ordini dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, delle Riabilitazione e della Prevenzione è condizione necessaria per l'esercizio della relativa professione.

L’elenco dei Profili Professionali interessati è il seguente:
− Tecnico sanitario di laboratorio biomedico
− Tecnico audiometrista
− Tecnico audioprotesista
− Tecnico ortopedico
− Dietista
− Tecnico di neurofisiopatologia
− Tecnico fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare
− Igienista dentale
− Fisioterapista
− Logopedista
− Podologo
− Ortottista e assistente di oftalmologia
− Terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva
− Tecnico della riabilitazione psichiatrica
− Terapista occupazionale
− Educatore professionale
− Tecnico della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro

Link al portale di iscrizione: https://iscrizioni.alboweb.net/

In allegato una nota del coordinamento della Toscana (la valenza è nazionale)

24
Dal 1 luglio 2016 defibrillatori anche nelle palestre.
In allegato la LR n. 68/2015

Vengono abrogate le leggi regionali n. 22/2013 e 89/2014.


Sul punto vedere:
DL n. 158/2012, art. 7, comma 11;

DM 24/04/2013 - Disciplina della certificazione dell'attività sportiva non agonistica e amatoriale e linee guida sulla dotazione e l'utilizzo di defibrillatori semiautomatici e di eventuali altri dispositivi salvavita;

DL n. 69/2013, art. 42-bis (per la soppressione dell’obbligo di certificazione per l’attività ludico-motoria e amatoriale)

25
La Regione Toscana sta portando avanti una PDL per bloccare fino al 2018 i provvedimenti conseguenti al controllo negativo sulla regolarità contributiva dei commercianti su area pubblica.
Vediamo se la proposta diventerà legge così com'è (seguiranno aggiornamenti)
Vedi allegato.


Per altri commenti sulla questione vedi qua:
http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=18814.0

26
TAXI, NCC / MILLEPROROGHE - DECRETO-LEGGE 31 dicembre 2014, n. 192
« il: 02 Gennaio 2015, 16:31:02 »
14° proroga dell'entrata in vigore delle disposizioni normative in materia di NCC

DL 31 dicembre 2014, n. 192 - Proroga di termini previsti da disposizioni legislative (GU n.302 del 31-12-2014)
Art. 8 - Proroga di termini in materia di infrastrutture e trasporti
1. All'articolo 2, comma 3, del decreto-legge 25 marzo 2010, n. 40, convertito con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2010, n.  73,  le parole: "31  dicembre  2014"  sono  sostituite  dalle  seguenti:  "31 dicembre 2015".


Come ogni anno allego l'elenco aggiornato delle proroghe

27
La regione Toscana pubblica sul BURT la LR n. 19/2014 con la quale vengono modificati gli articoli 40-quinquies e 104 della LR n. 28/2005.

I provvedimenti comunali di sospensione attività previsti in caso di verifica negativa sulla regolarità contributiva non possono essere applicati per 365 giorni a partire dal 10/04/2014.
Le sospensioni già avviate cessano di avere efficacia ex lege. In pratica, se non si è ancora giunti alla revoca, allora il procedimento di sospensione decade (meglio fare una comunicazione al privato e dichiarare il provvedimento privo di effetti dalla data del 10/04/2014)

Sospesa anche l'applicazione per le eventuali sanzioni pecuniarie di cui all'art. 104 (ipotesi sanzionatorie, come più volte sottolineato, praticamente inapplicabili)

Ecco il testo coordinato dei due articoli modificati della LR n. 28/2005:

Art. 40 quinquies - Sospensione e revoca

1. Il titolo abilitativo e la concessione di posteggio sono sospesi per centottanta giorni oppure sino al giorno della regolarizzazione se antecedente:
   a) in caso di esito negativo della verifica annuale di cui all'articolo 40 bis, comma 2;
   b) in caso di esito negativo delle verifiche di cui all'articolo 77, commi 2 bis e 2 ter.
b-bis) in caso di mancata presentazione delle informazioni di cui all'articolo 40 bis, comma 6 bis, e all’articolo 77, comma 2 quater, entro trenta giorni dalla richiesta effettuata dal comune.

2. Le assenze maturate durante il periodo di sospensione non si computano ai fini della decadenza di cui all'articolo 108.

3. Il titolo abilitativo e la concessione di posteggio sono revocati:
a) qualora l´interessato non regolarizzi la propria posizione entro il periodo di sospensione di cui al comma 1;
b) in caso di esito negativo della verifica di cui all'articolo 40 bis, comma 3.

3 bis. Il comma 1 si applica decorsi trecentosessantacinque giorni dall’entrata in vigore del presente comma (ndr. entra in vigore il 10/04/2014)

3 ter. I provvedimenti di sospensione del titolo abilitativo e della concessione di posteggio di cui al comma 1, adottati prima dell’entrata in vigore del presente comma, cessano i propri effetti qualora il periodo di sospensione da essi previsto sia in corso alla medesima data (ndr. entra in vigore il 10/04/2014)

Art. 104 – Sanzioni per l’attività del commercio su area pubblica
[...]
3. Per ogni altra violazione delle disposizioni del titolo II, capi V, V bis, IX e XI si applica la sanzione amministrativa del pagamento della somma da euro 250 a euro 1500.

3 bis. Nel caso di violazione di ogni altra disposizione di cui al titolo II, capo V bis, il comma 3 si applica decorsi trecentosessantacinque giorni dall’entrata in vigore del presente comma (ndr. entra in vigore il 10/04/2014)

28
Interessante sentenza del TAR Lecce che dimostra, utilizzando la legge n. 218/2003 sul noleggio autobus con conducente, che il servizio NCC è esercitabile con qualsiasi tipologia di impresa.

Infatti, ai sensi dell'art. 2, comma 4 della legge n. 218/03, se un'impresa che svolge attività di noleggio autobus con conducente, in qualsiasi forma costituita, è abilitata anche all’esercizio dei servizi di noleggio con conducente (fermo restando il regime autorizzativo di cui alla L. 21/1992), allora non vi sono ragioni per non ritenere che questa possibilità possa applicarsi in generale.

In allegato la sentenza n. 1624/2013

29
Semplificazione / Novità per le imprese - DL 34/2014
« il: 21 Marzo 2014, 08:28:08 »
In allegato il decreto-legge n. 34/2014 riportante modifiche in materia di contrattazione di lavoro e verifiche regolartà contributiva

30
Toscana / Modifiche al regolamento per le attività estetiche
« il: 07 Marzo 2014, 11:38:55 »
In allegato le modifiche al DPGR 47R/2007

Su questi ed altri temi segnalo:

MASTER: Procedimenti amministrativi ed attività produttive
13 marzo ore 10,00 – 13,00 c/o sede Omniavis - Firenze
Acconciatori, estetisti, piercing e tatuaggi: le norme e le sentenze

http://www.omniavis.com/index.php/2013-11-10-07-05-48/eventi-programmati/4-acconciatori-estetisti-pierving-e-tatuaggi-le-norme-e-le-sentenze/event_details

Pagine: [1] 2 3