Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - zitello

Pagine: 1 ... 18 19 [20]
571
Attenzione che le segnalazioni siano veramente di fatti illeciti e non invece soltanto baccano per creare guai a un nemico o entrare nel merito su scelte discrezionali. Il fischietto non può giustificare a dormire e poi improvvisamente svegliarsi nervosi di fronte a fatti già noti ma mai presi in considerazione

572
Come per le intercettazioni, ci devono essere limiti all'uso dei dati reperiti a scopo di controllo, ma non impossibilità di controllare per il pericolo di scoprire qualcosa di intimo, che il lavoratore non deve assolutamente usare in servizio. Altrimenti sparpagliare per l'ufficio foto porno basterebbe a impedire l'accesso ai superiori, trasformando la privacy in un ostaggio.
Piuttosto, ha poco senso considerare moralisticamente i siti porno pi√Ļ gravi di altri ugualmente estranei al lavoro

573
Diritto del lavoro / Re:Modifiche articolo 18
« il: 06 Ottobre 2014, 13:22:36 »
Se così fosse, i licenziamenti arbitrari prolifererebbero all'infinito, sapendo che pur dovendo pagare il danno ci si sbarazza comunque del tipo scomodo.
Nel pubblico sarebbe inoltre in evidente incoerenza con l'obbligo di concorso

574
Diritto del lavoro / errori calcolo assenze
« il: 03 Ottobre 2014, 12:54:07 »
Se in un ufficio con gestione delle assenze non ancora automatizzata un dipendente chiede pi√Ļ giorni di ferie di quanti gli restino per semplice errore, e il controllo viene fatto solo troppo tardi, √® colpevole di assenza ingiustificata? E c'√® concorso di colpa in chi non ha provveduto all'automazione e neppure a supplirne la mancanza compilando manualmente dei rapporti almeno mensili o segnalando al dipendente quando si avvicina all'esaurimento dei giorni a disposizione?
Nel caso comunque si decida di non contestare il dipendente per chiara assenza di malafede, come si può trattenergli il costo delle giornate non lavorate, supponendo che il suo monte ore sia troppo vuoto per farle figurare come recupero? Forse lui potrebbe versare la somma corrispondente in tesoreria sul capitolo entrate diverse con una causale tipo "assenze erroneamente fruite", oppure effettuare ore lavorative come recupero a posteriori, ma dal lato formale pare complicato. E quando pure ciò fosse possibile, sul tabellone delle presenze quel giorno deve risultare assente per ferie (che non ha a disposizione), per permesso retribuito (ma restituendo la retribuzione) o che altro?
Guai se le difficoltà burocratiche istigassero a coprire l'irregolarità con una falsa giustificazione dell'assenza, commettendo truffa

575
L'importante che le regole siano stabilite esplicitamente e per tutti.
Cass. Civ. Sez. Lavoro 9 aprile 1993 n. 4307
Pret. Roma 3 dicembre 1998

576
Sarebbe giusto valutare se si tratta di leggerezza o c'è una sorta di premeditazione, p.e. quando uno non semplicemente giocherella col computer per un attimo di debolezza, ma si porta da casa un masterizzatore per scaricare film, oppure addirittura chiama col telefono dell'ufficio il proprio cellulare per ricaricarlo.

577
Del mobbing verticale il datore di lavoro deve rispondere in quanto il caporeparto o simile comanda a nome suo, commettendo abuso di potere in violazione del contratto di lavoro.
Viceversa, il mobbing orizzontale rientra tra i danni. Il datore di lavoro può esserne responsabile se ha causato le tensioni che ne sono alla base, p.e. con un'organizzazione poco chiara tale da suscitare frequenti conflitti di competenze, oppure con un'esasperazione della competizione interna. Può essere una sua negligenza pure non aver sufficientemente diffuso le regole antimobbing e puntualizzato la necessità della loro osservanza.
Invece non si pu√≤ troppo sbrigativamente classificare gli interventi disciplinari come difesa dei lavoratori, perch√© tali sono pure i (presunti) vessatori. Se tra lavoratori ci si odia, non sar√† il capitalista a dover pacificare. I sindacati difendono i lavoratori come classe piuttosto che come individui, e il mobbing dall'etologia animale indica l'autodifesa del gruppo contro il diverso. Pi√Ļ responsabilit√† ha il datore di lavoro, pi√Ļ spadronegger√†, magari imponendo il burka per prevenire le molestie sessuali.
Dovendosela sbrigare tra s√©, dopo un po' di scontri la si capirebbe che √® meglio per tutti smetterla. Invece si litigher√† pi√Ļ che mai come bambini, se si pu√≤ piangere da pap√† per i dispetti, e nelle organizzazioni gerarchiche pure dal nonno perch√© pap√† non difende. Il mobbing spesso √® diretto ai presunti ruffiani amici del padrone e traditori del branco, quindi un intervento in difesa infiammer√† l'odio pi√Ļ che mai, e i sanzionati faranno presto a trovare accuse strumentali per delazioni ritorsive. In tal caso si dovrebbe esplicitamente proibire le segnalazioni, e alla radice liberalizzare al massimo per ridurre gli appigli alle contestazioni.
Mia nonna diceva che quando litigava con sua sorella il babbo dava un ceffone a tutte due, senza discutere su chi aveva cominciato e chi reagito.

Pagine: 1 ... 18 19 [20]