Forum del Portale Omniavis.it

Approfondimenti di diritto => SUAP => Topic aperto da: Barbara Messere - 09 Settembre 2019, 11:12:18

Titolo: PRATICA EDILIZIA DI UNA SRL IN EDIFICIO RESIDENZIALE - SUAP?
Inserito da: Barbara Messere - 09 Settembre 2019, 11:12:18
Buongiorno,
nella Regione Toscana, una pratica edilizia presentata da una società srl, per un edificio a destinazione d'uso residenziale (abitazione) , in cui non risulta che vi sia svolta alcuna attività d'impresa è di competenza del Suap?
Se non lo è, nel caso in cui  si riceva tramite star una pratica di cui sopra cosa occorre fare?
Grazie
Titolo: Re:PRATICA EDILIZIA DI UNA SRL IN EDIFICIO RESIDENZIALE - SUAP?
Inserito da: Alberto Valenti - 13 Settembre 2019, 08:30:09
L'art. 2 del DPR 160/2010 è chiaro nel determinare a chi si applichino le procedure SUAP:

Per le finalità di cui all'articolo 38, comma 3, del decreto-legge, è individuato il SUAP quale unico soggetto pubblico di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l'esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi, e quelli relativi alle azioni di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento, nonché cessazione o riattivazione delle suddette attività, ivi compresi quelli di cui al decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59.

Quindi a mio avviso le istanze attinenti a edifici con destinazione d'uso residenziale non sono di competenza SUAP.
L'ufficio SUAP trasferirà pertanto immediatamente la pratica al SUE comunale per competenza.
Titolo: Re:PRATICA EDILIZIA DI UNA SRL IN EDIFICIO RESIDENZIALE - SUAP?
Inserito da: Staff Omniavis - 16 Settembre 2019, 07:19:01
Buongiorno,
nella Regione Toscana, una pratica edilizia presentata da una società srl, per un edificio a destinazione d'uso residenziale (abitazione) , in cui non risulta che vi sia svolta alcuna attività d'impresa è di competenza del Suap?
Se non lo è, nel caso in cui  si riceva tramite star una pratica di cui sopra cosa occorre fare?
Grazie

Ci sono due "scuole di pensiero", quella correttamente esplicitata da Alberto Valenti che fa riferimento alla destinazione d'uso (valida al 100% in vigenza del dpr 447) e quella che ritiene che debba prevalere l'elemento SOGGETTIVO e quindi che rientri nel dpr 160 ogni adempimento presentato da un soggetto imprenditoriale, anche se relativo alla realizzazione di immobile a destinazione residenziale.
Chi sostiene questa tesi sottolinea peraltro come in una destinazione residenziale si possano comunque svolgere attività produttive (B&B, studi professionali ecc...).

A voi la scelta .... importante è scegliere una strada e mantenerla .... noi propendiamo per la seconda ma anche la prima ha buone radici.