Forum del Portale Omniavis.it

Formazione e assistenza gratuita agli iscritti => Chiedi agli esperti (servizio gratuito) => Topic aperto da: Marco Razzolini - 12 Febbraio 2020, 11:25:33

Titolo: Calcolo delle assenze su una fiera della durata di 3 giorni.
Inserito da: Marco Razzolini - 12 Febbraio 2020, 11:25:33
PREMESSO CHE
- Il sottoscritto è titolare di un’attività di commercio su aree pubbliche;
- In data 29.08.01 è stato pubblicato sul B.U.R.T. il bando che istituiva la “Fiera di Carnevale” della durata complessiva di tre giorni (ultimamente portati a quattro) da svolgersi durante il periodo delle festività di carnevale nel Comune di Follonica (GR);
- Con determina dirigenziale del Comune di Follonica n. 1034 del 27.11.01 è stata approvata la graduatoria per la concessione decennale dei posteggi in cui il sottoscritto è risultato essere alla posizione n. 1 ;
- In virtù di tale graduatoria è stata rilasciata una Concessione ed una Autorizzazione Amministrativa per l’occupazione di un posteggio all’interno della suddetta “Fiera di Carnevale” ;
- Con l’art 1 comma 1180 della legge 27 dicembre 2017 , n. 205 si è prorogato fino al 31.12.2020 la validità della suddetta concessione e conseguente autorizzazione ;
VISTO CHE
- Per motivi di ordine pubblico, si deve procedere ad una riassegnazione complessiva dei posteggi della “Fiera di Carnevale” ;
- E’ stata redatta una nuova graduatoria aggiornata al fine di procedere alla nuova assegnazione dei posteggi ;
- In questa graduatoria il sottoscritto risulta essere – stavolta - in seconda posizione a causa di un’assenza effettuata il giorno 06.03.2016
CONSIDERATO CHE
- Il Codice del Commercio della Regione Toscana ( Legge regionale 23 novembre 2018, n. 62 articolo 37, comma 11) stabilisce che ”nelle fiere di durata superiore a due giorni la presenza si acquisisce con una partecipazione dell’assegnatario del posteggio pari almeno ai due terzi della durata della manifestazione” ;
- Il Regolamento comunale per l’esercizio su aree pubbliche del Comune di Follonica, all’art. 30, comma 4 recepisce il testo della normativa regionale ;
- Effettivamente il giorno 06.03.2016 non ho potuto essere presente ad uno dei tre giorni in cui si articolava la “Fiera di Carnevale” Edizione 2016 trattandosi – fra l’altro – di una data recuperata a causa del maltempo ;

CHIEDO UN PARERE QUALIFICATO e cioè :
"se sia legittimo  (come da me richiesto con istanza al Comune) che l’assenza non venga computata in quanto inferiore ai due terzi stabiliti dall’art. 37 c.11 L.Reg. 62/2018 e dall’ art.30 c.4 del Regolamento Comunale per il Commercio su Aree Pubbliche" e che quindi la graduatoria sia rivista, reintegrandomi nella prima posizione.

Spero di essere stato chiaro nell'esposizione.

Saluti carissimi.

Titolo: Re:Calcolo delle assenze su una fiera della durata di 3 giorni.
Inserito da: Mario Maccantelli - 12 Febbraio 2020, 21:45:41
Il tuo ragionamento è condivisibile al netto, però, di quello che il comune in questione ha previsto nel bando di riassegnazione. Immagino che il comune abbia previsto dei criteri specifici per determinare una graduatoria limitatamente ai soli concessionari. Per quanto sia una procedura limitata ai già concessionari, al fine di determinare un mero spostamento, si tratta, pur sempre, di un bando e il bando è lex specialis.
Con questa espressione di rito si intende il fatto che se una PA avesse inserito nel bando delle prescrizioni anche inopportune o ulteriori a quelle legali o difformi ad una eventuale normativa sopravvenuta, queste sarebbero comunque vincolanti per sé e per i privati che partecipano alla gara (la giurisprudenza, su questo punto, è abbastanza pacifica). Detto questo, se il comune avesse previsto in modo specifico, ad esempio, che a parità di altri requisiti, sarebbero da prendere in considerazione anche i singoli giorni di assenza, ciò sarebbe un criterio “speciale” legittimo ulteriore a quelli dati dalla legge (non lo vedo in contrasto con la legge ma ulteriore). Se tutto questo non è stato indicato o non è ricavabile, allora il tuo ragionamento può essere corretto: hai acquisito la presenza ai sensi di legge e, quindi, non ti può essere conteggiata l’assenza.
Titolo: Re:Calcolo delle assenze su una fiera della durata di 3 giorni.
Inserito da: Marco Razzolini - 17 Febbraio 2020, 19:35:23
Grazie per la gentile e celere risposta.
C'è da far notare che il comune non ha fatto nessun bando di riassegnazione, quindi ritengo sia valido il bando che ha originato le concessioni, quello del 2001 e quindi la graduatoria redatta all'epoca, fatte salve eventuali decadenze o cessioni.
I concessionari sono stati avvertiti telefonicamente (sic!) dello spostamento sei giorni prima della manifestazione stessa, secondo una procedura a dir poco... curiosa.
Quello che chiedo è : "ma se in futuro dovesse essere predisposto un bando, potrebbe essere inserita una norma non in linea con la legge regionale ? Cioè, potrebbe essere fatta valere un'assenza calcolata sul singolo giorno nonostante sia disposto diversamente dalla Legge regionale 23 novembre 2018, n. 62 articolo 37, comma 11 ?
D'accordo sul fatto che un nuovo bando sarebbe "lex specialis" ma quando feci l'assenza (nel 2016) non potevo sapere che quattro anni dopo mi sarebbe stata conteggiata perchè a quel tempo la normativa mi permetteva di farla senza aver nessuna penalizzazione.

Grazie ancora, se vorrà rispondere a questo ulteriore quesito.