Forum del Portale Omniavis.it

Chiedi agli esperti (servizio gratuito) => Chiedi agli esperti (servizio gratuito) => Topic aperto da: Fiore2000 - 13 Febbraio 2020, 17:57:17

Titolo: Direttoriale Ag.Dogane 240433 del 27.12.19
Inserito da: Fiore2000 - 13 Febbraio 2020, 17:57:17
Buonasera, nel nostro Comune, in questi giorni, siamo stati invasi da imprenditori agricoli e industriali per avere notizie sulla procedura per ottenere l'autorizzazione comunale per:
- esercenti depositi uso privato - agricolo e industriale - di capacità superiore a 10 mc. e non superiore a 25 mc;
- esercenti apparecchi di distribuzione automatica di carburanti usi privati agricoli e industriali collegati a serbatoi con capacità superiore a 5 mc e non oltre i 10 mc.;
Non siamo stati in grado di dare risposte certe. Ci potete illuminare visto che entro il 1° aprile queste strutture (= aziende???) devono anche essere dotate di licenza fiscale e registro di carico/scarico semplificato?
Il riferimento legislativo è il DL Fiscale 157/2019 per contrasto alle frodi in materia di accise ma chi è soggetto e cosa dobbiamo fare come Comune? Grazie mille. Saluti
Titolo: Re:Direttoriale Ag.Dogane 240433 del 27.12.19
Inserito da: Mario Maccantelli - 17 Febbraio 2020, 15:33:42
La questione è essenzialmente “doganale” nel senso che riguarda solo l’Ag. delle Dogane: si è abbassata l'asticella e, adesso, altri si aggiungono all'obbligo della denuncia fiscale. Ad uso di tutti i lettori del forum riporto la modifica normativa.

Prima del DL n. 124/2019, come convertito con legge 157/2019, il Testo Unico delle Accise (d.lgs. n. 504/1995), all’art. 25, comma 2, disponeva:
2. Sono altresì obbligati alla denuncia di cui al comma 1:
a) gli esercenti depositi per uso privato, agricolo ed industriale di capacità superiore a 25 metri cubi;
b) gli esercenti impianti di distribuzione stradale di carburanti;
c) gli esercenti apparecchi di distribuzione automatica di carburanti per usi privati, agricoli ed industriali, collegati a serbatoi la cui capacità globale supera i 10 metri cubi.


Adesso, dispone (dal 25/12/2019):
2. Sono altresì obbligati alla denuncia di cui al comma 1:
a) gli esercenti depositi per uso privato, agricolo ed industriale di capacità superiore a 10 metri cubi;
b) gli esercenti impianti di distribuzione stradale di carburanti;
c) gli esercenti apparecchi di distribuzione automatica di carburanti per usi privati, agricoli ed industriali, collegati a serbatoi la cui capacità globale supera i 5 metri cubi.


Inoltre, è stato aggiunto il seguente ultimo periodo al comma 4 dello stesso art. 25 citato:
Gli esercenti depositi di cui al comma 2, lettera a), aventi capacità superiore a 10 metri cubi e non superiore a 25 metri cubi nonché gli esercenti impianti di cui al comma 2, lettera c), collegati a serbatoi la cui capacità globale risulti superiore a 5 metri cubi e non superiore a 10 metri cubi tengono il registro di carico e scarico con modalità semplificate da stabilire con determinazione del direttore dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli.

La legge 157/2019 (art. 5, comma 2) ha poi previsto che le modifiche sopra riportate hanno efficacia a decorrere dal primo giorno del quarto mese successivo alla data di pubblicazione della predetta determinazione nel sito internet della predetta Agenzia.

La determinazione in questione è la n. 240433/RU pubblicata sul sito dell’Ag. delle Dogane il 30/12/2019. Ergo, il pacchetto normativo diventa efficace il 01/04/2020

Il comune non ha adempimenti ulteriori: sono procedure fiscali che il privato effettua direttamente con le “dogane”. Il comune resta competete per eventuali procedure di prevenzioni incendi o per altre derivanti da legge regionale (in genere SCIA per distributori privati sotto una certa soglia). Da questi punti di vista, però, nulla cambia con le norme di cui trattasi

Titolo: Re:Direttoriale Ag.Dogane 240433 del 27.12.19
Inserito da: Fiore2000 - 17 Febbraio 2020, 21:33:00
Egr. Dr. Maccantelli,  La ringraziamo molto della sua dettagliata risposta.
Cordiali saluti