Forum del Portale Omniavis.it

Approfondimenti di diritto => SUAP => Topic aperto da: Bulgari - 24 Luglio 2020, 11:51:41

Titolo: Requisiti professionali somministrazione barista livello V
Inserito da: Bulgari - 24 Luglio 2020, 11:51:41
Buongiorno,
Mi riallaccio ad un argomento già trattato in altri topic: requisiti professionali per l'avvio attività di bar.
Il soggetto richiedente intende dimostrare il possesso dei requisiti con la dimostrazione di aver prestato la propria opera per almeno due anni nell'ultimo quinquennio, presso altra struttura con qualifica di barista V Livello del CCNL.

Richiamata la risoluzione 129418 10/05/2016 che identifica quale livello minimo il IV livello, è possibile (corretto) secondo voi intendere invece la definizione di "qualificato, addetto alla vendita" stabilita dall'art. 71 comma 6 del D.Lgs 59/2010 anche per un V Livello?
Grazie


Titolo: Re:Requisiti professionali somministrazione barista livello V
Inserito da: Mario Maccantelli - 27 Luglio 2020, 14:48:53
Si può anche considerare ok. Meglio sarebbe un ato comunale a contenuto generale con il quale viene specificato l'orientamento comunale sulla questione: la cosa deve valere per tutti e tutti lo devono sapere con certezza.

Si può fare perché:
- l'autorità competente nel giudicare/accertare la sussistenza dei requsiti è il comune;
- le risoluzioni del MiSE sono pareri resi ai comuni senza nessun valore normativo. Sono opinioni autorevoli ma pur sempre opinioni di un soggetto che non ha competenza amministrativa in materia.
- le risoiluzioni MiSE posso comunque diventare una base d'appoggio per non cadere nell'arbitarietà ma, come detto, non hanno nessu valore cogente.
- la legge o altre norme non dettano ulteriori specificazioni rispetto a quanto affermato dal d.lgs. n. 59/2010. Il comune si deve basare, giuridicamente parlando, solo su quelle disposizioni.