Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - Massimo Orsi

Pagine: [1]
1
Buongiorno, chiedo una vostra indicazione in merito alle distanze da rispettare per l’installazione di due cabine elettriche di trasformazione (una verrà utilizzata da ENEL e l’altra, adiacente alla prima, da un privato).
Nel dettaglio:
•   a che distanza devono stare da una strada comunale?
•   a che distanza devono stare dai confini di proprietà?
•   a che distanza devono stare dagli edifici?

Grazie mille.

Saluti

2
Buongiorno,
ho un dubbio circa la destinazione d’uso urbanistica che devono avere i locali utilizzati come ricovero dei mezzi e delle attrezzature della Protezione Civile: avete delle indicazioni?   Grazie mille

3
Buongiorno,
ho un quesito sulle medie strutture di vendita ma che è strettamente connesso con l’urbanistica pertanto spero di aver individuato la giusta sezione del forum.

E’ legittimo limitare con il Regolamento Urbanistico, o con il Piano Operativo, l’insediamento di medie strutture di vendita in base a:
    • categorie merceologiche?   Questa è la parte di maggior interesse perché alcuni strumenti urbanistici, attraverso la disciplina della distribuzione e localizzazione delle funzioni, arrivano, di fatto, ad indicare quali settori merceologici possono insediarsi in una determinata zona e quali no (a titolo esemplificativo: “alimentare e non alimentare” oppure “medie strutture di vendita non compatibili con il tessuto residenziale”).
    • Superficie?
    • Altro?

Grazie mille.

Saluti

4
Edilizia e Urbanistica / Validità Piano Attuativo e relativi PdC
« il: 27 Luglio 2018, 19:01:04 »

Buonasera,
vorrei sottoporre alla vs. attenzione i seguenti quesiti.

In caso di Piano Attuativo convenzionato quali sono i termini per portare a compimento le opere pubbliche e gli edifici (con le relative sistemazioni esterne) qualora all’interno della convenzione non siano riportati riferimenti chiari ed incotrovertibili?
In particolare nell’ipotesi in cui il Piano abbia validità decennale e prima della scadenza dei dieci anni siano stati ritirati i PdC per la realizzazione delle opere di urbanizzazione e quello/i per la realizzazione della “parte privata” :
    • L’inizio lavori del PdC per la realizzazione delle opere di urbanizzazione deve essere dato prima della scadenza dei dieci anni dall’approvazione del Piano Attuativo da parte del Consiglio Comunale o può essere dato entro un anno del ritiro del PdC anche se questo comporta che l’inizio delle opere avvenga dopo la scadenza del Piano Attuativo?
    • Le opere di urbanizzazione devono essere completate entro i termini di validità del Piano Attuativo o possono essere ultimate entro i termini di validità del PdC nell’ipotesi in cui questo travalichi la scadenza del Piano?
    • L’inizio lavori del PdC per la realizzazione della parte “privata” deve essere dato prima della scadenza dei dieci anni dall’approvazione del Piano Attuativo da parte del Consiglio Comunale o può essere dato entro un anno del ritiro del PdC anche se questo comporta che l’inizio delle opere avvenga dopo la scadenza del Piano Attuativo?
    • La parte privata delle opere deve essere completata entro i termini di validità del Piano Attuativo o possono essere ultimate entro i termini di validità del PdC nell’ipotesi in cui questo travalichi la scadenza del Piano?

Ringrazio anticipatamente per l’aiuto.

MO

5
Buonasera,
stiamo valutando l'insediamento di una nuova struttura di vendita nel Comune di Firenze. L'intervento dovrebbe passare da una ristrutturazione edilizia ricostruttiva con contestuale cambio di destinazione d'uso da artigianale a commerciale.
Leggendo il "PIANO DI SETTORE DEL COMMERCIO SU AREA PRIVATA IN SEDE FISSA E REGOLAMENTO COMUNALE” 
(approvato con Deliberazione del Consiglio comunale n. 56 del 07.11.2011,  modificato con Deliberazioni C.C. n. 52 del 21.10.2013 e n. 4 del 18.01.2016), ed in particolare l'art. 10 comma 2 che di seguito riporto integralmente:
 
Art. 10 – MEDIE STRUTTURE DI VENDITA
2. Non è ammissibile, sino all’approvazione dei nuovi atti di programmazione
commerciale,l’insediamento, di nuove Medie Strutture di Vendita, per apertura o
trasferimento, in singoli edifici che acquisiscano la destinazione commerciale
successivamente alla data di entrata in vigore del Regolamento Regionale (21.04.2009),
sia come nuova edificazione che a seguito di cambio di destinazione d’uso.

sembrerebbe che l'intervento non fosse ammissibile.
Mi chiedo se sia possibile una limitazione di questo genere visto che dal punto di vista urbanistico - edilizio risultano esserci tutte le condizioni per realizzare l'intervento, tanto che l'ufficio Edilizia privata del Comune di Firenze non ha eccepito alcunchè durante i colloqui preliminari.

Grazie per le vostre indicazioni,
Massimo.

6
Buongiorno,
devo intervenire su un fabbricato del quale ho recuperato l'ultimo stato legittimo depositato presso l'Amministrazione Comunale. Facendo il rilievo dell'edificio, ho constatato che le misure differiscono leggermente da quelle legittime, rientrando però nel gap delle tolleranze previste dall'art. 198 della L.R. 65/2014.
Ho due quesiti in merito:
1) La dimostrazione dello legittimità dello stato di fatto attuale con le misure effettive, deve essere effettuata con una pratica a parte, oppure può bastare la restituzione grafica dello stato attuale allegata alla pratica di sostituzione edilizia che devo presentare?
2) Nel calcolo della SUL esistente, devo tener conto delle dimensioni licenziate o di quelle effettive rilevate? Mi spiego meglio...faccio un esempio ipotetico...se il mio edificio da demolire e ricostruire ha un volume licenziato di 100 mc ed il volume che proviene dal rilievo è di 99 mc , devo ricostruire i 100 mc od i 99 mc?
Grazie mille.

7
Buongiorno,
ho un quesito da sottoporre.

E’ possibile la variazione (anche parziale) del settore merceologico ed il subentro in una vecchia autorizzazione commerciale di media o grande struttura di vendita?
In caso di risposta affermativa che tipo di verifiche occorre fare?   A titolo esemplificativo e non esaustivo:
•   Urbanistico-edilizie (limiti imposti al settore merceologico dai vigenti strumenti urbanistici– ad esempio food; verifica degli standard a parcheggio – spesso le vecchie strutture autorizzate sono sprovviste delle superfici richieste dalle attuali normative; ecc.).
•   CPI (revisione del CPI).
•   Autorizzazione commerciale .
•   Dotazione impiantistica.
•   Ecc.

Grazie mille per qualsiasi contributo.

Saluti

 

Pagine: [1]