Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - AL FRED

Pagine: [1] 2 3 ... 8
1
Possibile riconoscere lo straordinario in smart working?

Leggo pareri discordanti...

Grazie

https://www.ilsole24ore.com/art/coronavirus-10-cose-sapere-avviare-smart-working-ADT542B Durante lo smart working si può fare orario straordinario?
Se il datore di lavoro le autorizza o richiede preventivamente sì; tale punto può essere esplicitamente previsto dalla informativa al dipendente o su un regolamento ad hoc. La norma di riferimento afferma che la prestazione si svolge entro i soli limiti di durata massima dell'orario di lavoro giornaliero e settimanale, derivanti dalla legge e dalla contrattazione collettiva.

MA Coronavirus - In Smart Working niente straordinario né permessi brevi https://www.segretaricomunalivighenzi.it/archivio/2020/marzo/31-03-2020-coronavirus-in-smart-working-niente-straordinario-ne-permessi-brevi


2
Il bando di concorso non pubblicato in gazzetta ufficiale è illegittimo

https://www.codiceconcorsipubblici.org/blog/689-il-bando-di-concorso-non-pubblicato-in-gazzetta-ufficiale-%C3%A8-illegittimo.html

E’ questa la decisione del TAR in merito ad un concorso pubblico a tempo determinato il cui bando, neanche per estratto, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

Nello specifico un Comune bandiva un concorso per un posto a tempo determinato della durata di 24 mesi e a tempo parziale però l’amministrazione comunale pubblicava il bando solo sull’albo on-line dell’Ente.


Quindi l'obbligo di pubblicazione in Gazzetta vale anche per i concorsi a tempo determinato?

Grazie

3
Buongiorno, un bar può giornali a disposizione dei clienti (Lombardia)?

4
Molti Sindaci stanno emanando ordinanze più restrittive rispetto al DPCM e rispetto alle ordinanze regionali…

Il DPCM all'articolo 10 precisa pero'

2. Si continuano ad applicare le misure di contenimento piu' restrittive adottate dalle Regioni, anche d'intesa con il Ministro della salute, relativamente a specifiche aree del territorio regionale

---

Non parla di Comuni ma solamente di Regioni…

Ai sensi dell’articolo 1 comma 1 lettera d) e lettera e) del DPCM del 26 aprile 2020 il Sindaco può però disporre la temporanea chiusura di specifiche aree in cui non sia possibile assicurare altrimenti il divieto di assembramento o la distanza di sicurezza interpersonale di un metro.

CHIEDO: sono legittime queste ordinanze sindacali che ad esempio vietano di spostarsi in auto fino al luogo dove si farà attività motoria… possibilità invece ammessa dalle FAQ (http://www.governo.it/it/faq-fasedue)?

Grazie

------------------

http://www.governo.it/it/faq-fasedue

È consentito fare attività motoria o sportiva?L’attività sportiva e motoria all’aperto è consentita solo se è svolta individualmente, a meno che non si tratti di persone conviventi. A partire dal 4 maggio l’attività sportiva e motoria all’aperto sarà consentita non più solo in prossimità della propria abitazione. Sarà possibile la presenza di un accompagnatore per i minori o per le persone non completamente autosufficienti.
È obbligatorio rispettare la distanza interpersonale di almeno due metri, se si tratta di attività sportiva, e di un metro, se si tratta di semplice attività motoria. In ogni caso sono vietati gli assembramenti.
Al fine di svolgere l’attività motoria o sportiva di cui sopra, è consentito anche spostarsi con mezzi pubblici o privati per raggiungere il luogo individuato per svolgere tali attività. Non è consentito svolgere attività motoria o sportiva fuori dalla propria Regione.

5
Coronavirus: Tar Lombardia accoglie istanza sindacati, stop a ordinanza regionale sull'e-commerce

https://www.agenzianova.com/a/5ea1b7680e9f41.07825355/2907862/2020-04-23/coronavirus-tar-lombardia-accoglie-istanza-sindacati-stop-a-ordinanza-regionale-sull-e-commerce-2

Buongiorno,
dopo questa decisione del TAR è ancora possibile per i ristoranti fare consegne a domicilio?

Grazie

---

L'allegato H dell'ordinanza regionale oggetto del ricorso recita: "È consentita la consegna a domicilio da parte degli operatori commerciali al dettaglio per tutte le categorie merceologiche, anche se non comprese nell’allegato 1 del D.P.C.M. del 10 aprile 2020; come previsto dal Punto 1.12.5 della tabella A del d.lgs. n. 222/2016, quando l'attività di consegna a domicilio è accessoria ad altra tipologia di vendita, non occorre alcun titolo di legittimazione aggiuntivo. La consegna a domicilio deve avvenire nel rispetto dei requisiti igienico sanitari sia per il confezionamento che per il trasporto evitando altresì che al momento della consegna vi siano contatti personali a distanza inferiore a un metro"

https://www.regione.lombardia.it/wps/wcm/connect/e22eba18-e846-4445-a6ff-9cad927a8569/Ordinanza+528.pdf?MOD=AJPERES


6
Buongiorno,
Tizio ha ricevuto un verbale al CdS per divieto di sosta nel quale è indicato che esiste fotografia presso l'Ufficio di Polizia Locale.

Vuole una copia della fotografia e fa richiesta di accesso agli atti… chiede l'invio tramite email e fornisce un indirizzo email non riconducibile a lui essendo del tipo "cittadino1234@......it".

Possiamo inviargli la documentazione a quell'indirizzo anche se non sappiamo se è l'unico ad avere accesso a quella casella di posta elettronica? Oppure NO in quanto equivarrebbe ad inviargli documentazione in busta NON chiusa?

Grazie

7
Lombardia / Fuochi per Giubiana - vietati in Lombardia?
« il: 23 Gennaio 2020, 14:30:14 »
Buongiorno,
l’ultimo giovedì di gennaio, in buona parte della Lombardia, ci si prepara per il falò della Giubiana che rischiarerà le tenebre con la speranza che bruci bene e velocemente cosi’ da scacciare l’inverno e propiziare l’anno appena iniziato.

Però...

https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioRedazionale/servizi-e-informazioni/cittadini/Tutela-ambientale/Qualita-dell-aria/misure-di-limitazione-per-qualita-aria/misure-di-limitazione-per-qualita-aria

Sotto LIMITAZIONI TEMPORANEE, nelle FAQ, primo degli allegati:

https://www.regione.lombardia.it/wps/wcm/connect/1978f7ad-7668-462e-8c1c-7c2567f5b136/FAQ_Limitazioni_qualit%C3%A0_aria.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=ROOTWORKSPACE-1978f7ad-7668-462e-8c1c-7c2567f5b136-mXmRjU-

All'ultima pagina

3) Quali sono le limitazioni previste da Regione Lombardia in materia di combustioni all’aperto?
Regione Lombardia ha introdotto pertanto il divieto di combustione anche dei piccoli cumuli di residui vegetali nei Comuni posti a quota inferiore a 300 metri s.l.m. (o poste a quota inferiore a 200 metri s.l.m. nelle Comunità montane) dal 1 ottobre al 31 marzo di ogni anno.

5) Anche i falò rituali impattano sulla qualità dell’aria?
Sì, analogamente alle combustioni all’aperto dei residui vegetali hanno un notevole impatto sulla qualità dell’aria. La presenza eventuale di ulteriori materiali (es. materie plastiche, colle, vernici, metalli) può aumentare considerevolmente le emissioni di inquinanti tossici per la salute e costituisce di fatto uno smaltimento di rifiuti non consentito della legge.

6) Alla luce di quanto sopra, è possibile autorizzare i falò rituali da parte dei Comuni?
Si ritiene che non sussistano i fondamenti normativi che supportino tale autorizzazione da parte dei Sindaci.






8
Buonasera,
due Comuni X e Y vorrebbero che le proprie Polizia Locali collaborassero per alcuni servizi serali, con una pattuglia composta da un dipendente di X e da un dipendente di Y che pattugli entrambi i Comuni.

E' necessaria una vera convenzione (con competenza del Consiglio Comunale) o è sufficiente un accordo (con competenza della Giunta)?

L'agente dipendente da X, quando è sul territorio Y deve utilizzare un verbale con intestazione del Comune X o del Comune Y?
Essendo dipendente da X, il potere sanzionatorio gli deriva da X e pertanto dovrebbe utilizzare  un verbale con intestazione del Comune X?

Grazie

https://www.comune.re.it/retecivica/urp/regolamenti.nsf/2f35cb03f6fe801ac125778200380a42/8a0d6005876ecd72c1257d65004f6e7f/$FILE/Circolare%20convenzioni%20protocolli%20accordi.pdf

Trattandosi di convenzione di funzioni, come indicato al link sopra, la competentza è del Consiglio, giusto?

b) La convezione per la gestione di funzioni o servizi tra Comuni o Comuni e Provincia
La forma tipica della convenzione è disciplinata dall’articolo 30 del D.Lgs. 267/2000. Il fine di tale istituto è “svolgere in modo coordinato funzioni e servizi” tra più Enti locali.
Il co. 2 di tale articolo stabilisce i contenuti obbligatori di tali convenzioni.
L’approvazione delle convenzioni tra Comuni o tra Comune e Provincia è competenza esclusiva del Consiglio comunale ai sensi dell’articolo 42 co. 2 lett. c) del D. Lgs. 267/2000.


Come indicato a pagina 2 in basso https://www.comune.re.it/retecivica/urp/regolamenti.nsf/2f35cb03f6fe801ac125778200380a42/8a0d6005876ecd72c1257d65004f6e7f/$FILE/Circolare%20convenzioni%20protocolli%20accordi.pdf gli ACCORDI hanno un ambito più limitato rispetto a quello proprio della convenzione.
A titolo esemplificativo e non esaustivo tale istituto può essere utilizzato per definire aspetti di dettaglio quali ad esempio le modalità di corresponsione di un finanziamento o la definizione della tempistica precisa per la realizzazione di un’attività o la ripartizione dei costi per la realizzazione di un’attività comune che non ha carattere di continuità nel tempo (iniziativa pubblica, mostra temporanea, opera pubblica).

A mio avviso l'ipotesi qui analizzata riguarda una gestione di funzioni o servizi tra Comuni, seppur soltanto per alcune ore al giorno e pertanto è necessaria una CONVENZIONE con competenza del Consiglio Comunale e non basta un accordo deliberato dalla Giunta; concordate? Grazie

9
Buongiorno,
la normativa sugli oggetti smarriti è chiara:

https://www.altogardaeledro.tn.it/Aree-Tematiche/Polizia-locale/Oggetti-smarriti/Modalita-di-gestione-dei-beni-ritrovati

7. RESTITUZIONE DEL BENE AL PROPRIETARIO

Chi si dichiara proprietario di un oggetto ritrovato e ne richiede la restituzione, deve presentarsi entro un anno dall’ultimo giorno della pubblicazione all’albo delle informazioni relative al ritrovamento, munito di documento di identità valido, ed ha l’onere di fornire all’ufficio la descrizione dettagliata del bene. Qualora abbia presentato denuncia di smarrimento o di furto alle competenti autorità di Pubblica Sicurezza, è tenuto ad esibire la stessa alla Polizia Locale.
Il pubblico può prendere visione degli oggetti e può accedere ai locali adibiti a deposito dei beni ritrovati solo se autorizzato ed accompagnato dalla Polizia Locale.
Della riconsegna del bene la Polizia Locale redige apposito verbale di consegna, contenente le generalità ed il recapito dell’interessato, che firma per ricevuta.


In caso di una semplice banconota, nessuno potrà mai provare di essere il proprietario...? Come fare? Grazie

10
Buongiorno,
la legge prevede che se il Comune A notifica un atto per il Comune B, deve versare un compenso (euro 5,88).

Un Comune può prevedere con regolamento che anche altre prestazioni per altri Enti richiedano il pagamento di un corrispettivo?
Esempio:
- La Polizia Locale del Comune A sequestra un veicolo e il proprietario, Tizio, lo custodisce nel Comune B, dove è residente, all'interno del proprio giardino. La Polizia Locale del Comune A chiede con frequenza trimestrale alla Polizia Locale del Comune B di recarsi presso l'abitazione di Tizio, per verificare che il veicolo sia effettivamente custodito lì. Tra il recarsi lì e predisporre relazione ogni volta impiega circa 20 minuti. Può richiedere per questo un corrispettivo al Comune B pari a circa 5 euro, considerato che per suddetto servizio deve pagare il proprio dipendente anche se del servizio beneficia il Comune B? Grazie

11
Buongiorno,
leggo:

https://comefareper.provincia.tn.it/AUTOCERTIFICARE

La legge stabilisce che NON puoi ricorrere a dichiarazioni sostitutive di certificati medici, sanitari, veterinari, di origine, di conformità CE di marchi e  brevetti e che NON puoi utilizzare dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà che non rientrano nella tua conoscenza diretta o che riguardano manifestazioni di volontà (ad esempio una dichiarazione d'impegno o un'attestazione che abbia ad oggetto eventi o fatti futuri).

Eppure alcuni bandi che finanziano l'acquisto di determinati beni, ad esempio automobili elettriche prevedono che nella richiesta di contributo il richiedente firmi autocertificazioni che prevedono che l'acquirente che ottiene un contributo non cederà il bene a terzi per X anni.

Essendo illegittime queste autocertificazioni, che le firma ma poi deciderà di cedere il bene prima del termine, NON commette alcun reato ma semplicemente dovrà restituire il contributo?

Esempio:

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA
(ai sensi dell’articoli 46 e 47 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

(...)

DICHIARA

(...)

4. in caso di erogazione del incentivo, di impegnarsi a rimanere in possesso della veicolo acquistato e a non cederlo ad altri per almeno 20 mesi dalla data di acquisto e di essere a conoscenza che in caso di inosservanza dell’impegno assunto, si provvederà al recupero del relativo incentivo...


Grazie

Grazie mille.

12
Buongiorno, il cambio destinazione d'uso SENZA opere concretizza un reato o una sanzione amministrativa?

Ad esempio un Tizio che porta in una "taverna" non abitabile un tavolo e un divano ma SENZA nessuna opera (NON mette servizi come acqua o gas).

Grazie mille.

13
Pubblico impiego / Previdenza integrativa articolo 208
« il: 29 Ottobre 2019, 16:53:46 »
Buongiorno, la previdenza integrativa articolo 208 finanziata con proventi sanzioni codice della strada va versata anche agli agenti di polizia locale in comando out presso un Ente ministeriale? Grazie

14
Polizia locale / Rottamazione veicolo GRATUITA
« il: 23 Settembre 2019, 10:57:47 »
Buongiorno,
cercando in rete si trovano numerosi link di ditte che dicono

"Recuperiamo gratuitamente il tuo veicolo a domicilio e ti rilasciamo immediatamente il Certificato di Rottamazione"

Basta cercare su GOOGLE "rottama veicoli gratuitamente" e se ne trovano parecchie.

A Vostro avviso come è possibile che facciano un servizio a costo zero?

Anche i Comuni potrebbero appoggiarsi a tali ditte per la rottamazione di veicoli abbandonati, facendo risparmiare soldi all'Ente Locale?

Grazie

15
Polizia locale / Veicoli abbandonati
« il: 23 Settembre 2019, 10:54:26 »
Buongiorno,
a vostro a vviso, una volta accertata la presenza di un veicolo abbandonato e privo di targhe su area pubblica, ci potrebbe stare che il Comune lo lasci su strada fino alla conclusione del procedimento, anziché ricoverarlo preso centro di raccolta per evitare dio sostenere le spese...?

Lascerebbe il veicolo dove si trova, notifica o pubblica all'albo pretorio l'ordinanza a pagina 11 del seguente documento:

http://www.comunemontella.it/poliziamunicipale/doc/infoutili/VEICOLI_FUORI_USO.pdf

Visto che in caso di veicoli privi di targhe bisogna pubblicare l'ordinanza per 60 giorni, sarebbe un costo per il Comune pagare la custodia per 60 giorni e più. Grazie.

16
Pubblico impiego / Assenza per infortunio e contributi figurativi
« il: 04 Settembre 2019, 16:40:14 »
Buongiorno,
un dipendente Ente Locale ha avuto assenza per infortunio sul lavoro.
L’INAIL gli invia nota relativa a “liquidazione indennità e rimborso spese”.
Sulla stessa c’è scritto: DA ALLEGARE ALLA DOMANDA DA PRESENTARE ALL’INPS PER OTTENERE L’ACCREDITAMENTO DEI CONTRIBUTI FIGURATIVI”.
Il dipendente deve fare qualcosa? Inviarla all’INPS?
Oppure lo farà l’Ente Locale da cui è assunto?
Grazie.

18
Edilizia e ambiente / Gru montata da anni
« il: 10 Agosto 2019, 13:48:19 »
Buongiorno, un cantiere si blocca in quanto l'impresa decide di interrompere i lavori ma lascia po' per anni una gru montata. Possibile? Se ricordo bene d' necessario un collaudo annuale per le gru. Come si può verificare se tutto ok se la ditta non fornisce la documentazione richiesta? Grazie mille

19
Buongiorno,
per acquisto di telecamere per un valore inferiore a 40.000 euro è possibile l'affidamento diretto senza nemmeno confrontare dei preventivi?

Grazie mille

20
Buongiorno, tempo fa si parlava di permettere la circolazione delle biciclette contromano nei sensi unici. La norma e' passata?  Grazie.

A Vostro avviso e' pericoloso?

Grazie

21
Polizia locale / Segnaletica ZTL
« il: 06 Marzo 2019, 09:16:02 »
Buongiorno,
la segnaletica indicante VARCO ATTIBO e VARCO NON ATTIVI è stata ritenuta ingannevole e lo stesso Ministero dei Trasporti ha disposto la sostituzione con ZTL ATTIVA e ZTL NON ATTIVA.

Il Ministero ha però ritenute NON legittime le frecce verdi o le X rosse che rendevano la segnaletica più chiara:

http://www.lagazzettadeglientilocali.it/zone-a-traffico-limitato-spazio-solo-a-semafori-doc.html

Dall'articolo sembra si tratti soltanto di un suggerimento... OPPURE è vincolante?

Mi dicevano che le direttive del MIT sono vincolanti, mentre le circolari possono essere disattese... motivando; è corretto?

Sapete di che atto si tratta?

Ringrazio e porgo cordiali saluti.

22
Polizia locale / Smarrimento CI
« il: 01 Marzo 2019, 14:55:31 »
E' obbligo denunciare lo smarrimento della carta di identità entro 48 ore.
Ma se un cittadino non lo facesse... a quali sanzioni va incontro?

Grazie

23
Prima di rigettare l’istanza incompleta avanzata dal cittadino, la pubblica amministrazione deve invitarlo a integrare la documentazione

https://www.laleggepertutti.it/46771_pratica-rigettata-lamministrazione-deve-invitare-il-cittadino-a-integrare-la-documentazione

24
L’articolo 53 comma 23 della legge 23 dicembre 2000, n. 388 permette agli Enti Locali con popolazione inferiore a cinquemila abitanti,  al fine di operare un contenimento della spesa, di adottare disposizioni regolamentari organizzative attribuendo ai componenti dell'organo esecutivo la responsabilità degli uffici e dei servizi ed il potere di adottare atti anche di natura tecnica gestionale. Il contenimento della spesa deve essere documentato ogni anno, con apposita deliberazione, in sede di approvazione del bilancio.

In tal caso il politico (Sindaco o Assessore)a cui è attribuita la responsabilità di un servizio avrà la stessa responsabilità di un titolare di posizioni organizzativa?

Ho sentito un politico locale dire "il Sindaco è responsabile solo di facciata... in pratica le responsabilità saranno attribuite ai dipendenti assegnati quell'Ufficio". Concordate? Io NO.
Nessuno obbliga Sindaco o Assessore a farsi  attribuire la responsabilità di un servizio; se lui acconsente a farlo... DEVE assumersi tutti gli oneri... e vigilare sull'operato dei dipendenti; concordate? Grazie

25
Pubblico impiego / Indennità di servizio esterno
« il: 20 Febbraio 2019, 22:45:19 »
Buongiorno,
se l'Amministrazione tarda ad approvare il contratto decentrato… gli operatori di Polizia Locale possono comunque richiedere gli arretrati a partire dal 1 gennaio 2019?

Grazie


26
Buongiorno,
possibile procedere all’affidamento DIRETTO di un incarico legale se di importo molto contenuto?

Ero convinto di SI se l’importo è basso… ma leggo qui sotto che sembrerebbe NON sia possibile nemmeno per gli incarichi di basso importo; concordate? Grazie


---

Affidamento diretto impossibile anche per gli incarichi di basso importo

La sentenza della Corte dei conti Piemonte n. 98/2015

http://www.quotidianoentilocali.ilsole24ore.com/art/personale/2015-06-15/no-regolamento-che-consente-affidamento-diretto-incarichi-esiguo-importo-155910.php?uuid=AB4qqjh



Non è legittimo il conferimento di incarichi esterni senza una procedura comparativa ancorché al di sotto di una predeterminata soglia monetaria, per cui il regolamento che preveda tale opzione deve essere disapplicato, fermo restando il dovere per l'ente di rimuovere la clausola contra legem. Si esprime in questi termini la Corte dei conti, sezione di controllo per il Piemonte, con la delibera 8 giugno 2015 n. 98/2015, che, nell'esercizio delle funzioni di controllo successivo degli atti previsto dall'articolo 1, ...

Il Comune deve effettuare una selezione pubblica per il conferimento di un incarico di patrocinio e consulenza legale. TAR Campania, Sezione II, Sentenza n. 4855 del 22/05/2008

http://www.litis.it/2008/06/17/il-comune-deve-effettuare-una-selezione-pubblica-per-il-conferimento-di-un-incarico-di-patrocinio-e-consulenza-legale-tar-campania-sezione-ii-sentenza-n-4855-del-22052008/


Danno erariale per conferimento incarico esterno in assenza dei presupposti legittimanti

La Corte dei Conti, sezione giurisdizionale Veneto, con la sentenza 26 depositata in data 21 gennaio 2014, condanna il Direttore generale, il dirigente dell’area amministrativa e quello della struttura competente per aver affidato un incarico a soggetto esterno (art. 7, comma 6, d.lgs. 165/2001) in violazione dei noti presupposti legittimanti prescritti, prima, dalla normativa e, poi, dettagliati dalla giurisprudenza contabile.

In particolare sono stati violati i seguenti principi base:

– preventiva verifica dell’effettiva assenza all’interno dell’ente delle professionalità adeguate ed in grado di far fronte alle esigenze, mediante una reale ricognizione; a tal fine è del tutto insufficiente una generica affermazione di insufficienza dell’organico; al riguardo la Corte precisa che l’atto di affidamento “avrebbe dovuto precisare le effettive motivazioni del ricorso a risorse esterne, indicare l’alta ed eccezionale professionalità richiesta nel caso di specie, evidenziare i reali carichi di lavoro del personale interno con professionalità analoghe a quelle richieste e dare contezza della effettuata completa ricognizione delle professionalità esistenti all’interno dell’amministrazione e dei percorsi di formazione e riqualificazione sviluppati, verificando la possibilità o la convenienza di aggiornare il personale non utilizzato (cfr. in termini: Delib. Sez. Contr. Toscana cit.)”;

– necessità di una procedura pubblica comparativa (il conferimento era stato operato in maniera diretta);

– soggetto incaricato privo del diploma di laurea;

– erogazione dell’intero importo del compenso nonostante le prestazioni rese fossero state quantitativamente e qualitativamente insufficiente.

Riguardo all’elemento soggettivo (colpa grave), si conferma che i comportamenti adottati costituiscono palesi violazioni dei doveri di servizio, in relazione a principi e norme dell’agire amministrativo chiari ed inequivocabili, che non è possibile ignorare.

Il pregiudizio economico per l’ente è, nella fattispecie, pari all’intero ammontare del compenso pagato all’incaricato.

http://www.gianlucabertagna.it/2014/02/04/ancora-sullillegittimita-di-incarichi-esterni/


Quando ha natura di collaborazione autonoma (lavoro autonomo o professionale), l’affidamento diretto dell’incarico, seppur al di sotto di importi individuati nei regolamenti degli enti locali(5) in base ai limiti fissati dal Dlgs n. 163/06 per le acquisizioni in economia, è considerato illegittimo dalla Corte dei conti perché trattasi di “materia (…) del tutto estranea a quella degli appalti di lavori, di beni o servizi [e] pertanto non può farsi ricorso neppure per analogia a detti criteri”(6).

            Anche l’incarico professionale (che appartiene al novero dei contratti di lavoro autonomo), per il quale era tradizionalmente consentito l’affidamento diretto (intuitu personae), ora sarebbe comunque soggetto a “procedure comparative”(7) disciplinate da regolamenti in materia di “incarichi individuali”(8).

            Come si nota, sulla regolamentazione (del conferimento) degli incarichi individuali si intersecano norme contenute principalmente nel Dlgs n. 165/01 (ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche), nel Dlgs n. 163/06 (codice dei contratti pubblici) e nella L. 244/07 (legge finanziaria 2008)(9).


http://www.dirittodeiservizipubblici.it/articoli/nota.asp?sezione=dettnota&id=24

Con la successiva deliberazione n. 530 del 1° luglio 2009 (depositata il 27 luglio  2009) la Sezione controllo per la Lombardia esprime il principio secondo cui l’affidamento diretto dell’incarico individuale non sia consentito dalla (relativamente) modesta entità del corrispettivo: “il conferimento dell’incarico [… deve] essere comunque preceduto da procedure selettive di natura concorsuale ed adeguatamente pubblicizzata, senza distinzione tra soglie d’importo dell’affidamento”.



27
Mobilità – Possibile limitarla a C1 o C2 o C3?

Un ragioniere categoria C1 va in mobilità (in uscita) in altro Ente.
Si è bandita una mobilità per sostituirlo.
Se vincesse una categoria C4 o superiore non ci sarebbero abbastanza soldi per compensare la maggiore spesa.

Possibile inserire nel bando che possono partecipare solamente i dipendenti di categoria C con livello economico non superiore al C3?

Grazie

28
Come si finanzia la progres. ec. di dipendente venuto in mobilità già come C3?


Un geometra categoria C1 va in mobilità (in uscita) in altro Ente.
Si è bandita una mobilità per sostituirlo ed ha vinto un geometra C3.

La differenza tra il costo di personale C3 e C1 della persona che verrà “assunta” con mobilità in entrata viene finanziata con il fondo o con il bilancio?

Alcuni sostengono che si finanzia SEMPRE con il fondo la progressione.
Altri invece sostengono che si finanzia con il bilancio se la progressione è stata ottenuta in altro Ente, PRIMA che diventi dipendnete del nostro Ente.

Cosa ne pensate?

Grazie

29
Buongiorno,
qui:

https://www.segretaricomunalivighenzi.it/11-02-2019-posizioni-organizzative-fuori-dal-limite

si legge che 

è possibile incrementare le indennità di P.O. se il maggior costo verrà detratto dal budget delle capacità assunzionali.

Chiedo:

1)   Se l’Ente dovesse decidere di NON sostituire una mobilità in uscita di un geometra C1, può aumentare le indennità di P.O. oppure NO in quanto la mobilità in uscita non crea facoltà assuzionale?
2)   Un pensionamento di un operaio categoria B3 a 36 ore nel 2015 non è ancora stato sostituito e la mobilità è andata a vuoto. Possibile sostituirlo per concorso soltanto per 27 ore considerato che il turnover sulle cessazione avvenute nel 2015 è del 75 %; assumendolo per concorso a 27 ore si ha un risparmio di personale; possibile utilizzare questo risparmio per aumentare le indennità di P.O. oppure NO in quanto la capacità assunzionale è pari al 75% del dipendente cessato e la si utilizza tutta?

3)   Un vigile C2 a 36 ore va in mobilità in uscita; possibile aumentare le indennità di P.O. se lo sostituisce con un agente C part time a 18 ore? E’ vero che le mobilità in uscita non sono cessazioni ma limitatamente all’anno 2019 è possibile sostituire le mobilità in uscita dei vigili con assunzioni (nel limite della spesa sostenuta nel 2016 per i vigili):

https://www.segretaricomunalivighenzi.it/20-12-2018-ai-comuni-virtuosi-il-via-libera-per-assumere-vigili-urbani

Grazie

30
Polizia locale / ASO ed utilizzo della forza
« il: 13 Giugno 2018, 23:26:14 »
E' vero che negli ASO non e' possibile fare uso della forza?
Ma che e' possibile soltanto per i TSO?

Grazie

Pagine: [1] 2 3 ... 8