Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - Giusi 61

Pagine: [1] 2
1
Gentile Omniavis,
con riferimento la nuova modulistica unificata, si chiede:
- se è stata fatta una ricognizione per la Regione Sicilia dei modelli validi  dopo D.D.G. n. 577/1.s

- se necessita di ulteriore atto di adozione da parte dei comuni .
- se i modelli approvati in formato pdf non editabili possono essere modificati e resi editabili
Grazie

2
Dettaglio / esercizio di vicinato stagionale
« il: 14 Maggio 2019, 16:01:53 »
Gentile Omniavis,
il titolare di un esercizio di vicinato nella Regione Sicilia in un comune e provincia xy vorrebbe avviare un esercizio di vicinato in altro comune e provincia diversa ma a carattere stagionale. Si chiede se basta la scia di avvio dell'attività e se necessita nuova iscrizione alla camera di commercio della diversa provincia.
Si confida nella risposta
Cordialità

3
Gentile Omniavis,
un soggetto chiede di avviare, in forma stagionale, l'attività di vendita di occhiali da sole codice ateco 47.78.20 commercio al dettaglio di apparecchiature fotografiche e ottiche - attività degli ottici - commercio al dettaglio di strumenti ed apparecchiature per uso scientifico. Alcuni dubbi sorgono circa la stagionalità dell'attività da aprile a settembre e se siano necessari requisiti professionali specifici di ottico.
Si rimane in attesa di risposta

4
Pubblico spettacolo / matrimonio in opificio
« il: 08 Maggio 2019, 12:18:57 »
Gentile Omniavis,
 in altri topic ho visto che il tema dell'organizzazione di eventi in abitazioni private da parte di privati è stato affrontato, se però il proprietario dell'immobile è una società e l'immobile ha la destinazione urbanistica di opificio industriale o commerciale e questo viene usato  per  matrimoni ed eventi simili cosa succede?  In un vecchio edificio una società srl di locazione di beni immobili propri, organizza in modo occasionale eventi, quali matrimoni, feste anche con pagamento di biglietti per intrattenimenti musicali con consumazione ecc. pare che faccia uso di catering ma poichè non ha mai presentato nulla al suap, le notizie sono riportate dalla PM che ha invitato il proprietario dell'immobile a presentare un scia al suap. Spesso la manifestazione, oltre che all'interno , si svolge sulla terrazza e gli ospiti possono superare il numero di 200, ciò potrebbe creare problemi di sicurezza trattandosi di ampia terrazza e di un immobile dell'800', ci sono adempimenti particolari per la situazione prospettata?
Resto in attesa di risposta.

5
Gentile Omniavis,
un imprenditore agricolo produce bacche che utilizza come ingrediente principale per preparare pasta dietetica destinata a soggetti con particolari patologie (ciliachia, intelleranze alimentari ecc.) . Per la trasformazione si rivolge ad altra azienda che restituisce il prodotto finito e confezionato secondo standards previsti dalla normativa.
Le domande che si pongono sono le seguenti:
1) la vendita effettuata rientra nella categoria della vendita diretta anche se essa viene fatta a grossisti e se mantiene il volume d'affari previsto dalla normativa?
2) per il riconoscimento ministeriale dei prodotti dietetici che tipo di procedimento bisogna seguire?
Grazie per la cortese risposta

6
Gentile Omniavis,
una azienda agricola che svolge attività di agriturismo prepara con i prodotti della propria azienda liquori come limoncello, carrubbello, mirto, liquore al peperoncino, basilico ecc. la produzione è modesta. Il procedimento prevede l'acquisto di alcol a 95° infusione, imbottigliamento. La vendita è destinata agli ospiti così pure la degustazione. Si chiede la disciplina di riferimento per la Regione Sicilia, se può rientrare fra le attività di trasformazione dei prodotti agricoli, se deve essere chiesta autorizzazione all'Agenzia delle Dogane, se deve essere comunicata alla camera di commercio questo tipo di attività anche se marginale. Infine se rientra anche la produzione artigianale di birra fra le attività indicate. Si confida nella risposta

7
Gentile omniavis,
per le attività turistiche elencate nella legge regionale siciliana 27/96, è ammessa la possibilità di utilizzare il modello A19 al fine della dichiarazione circa la classificazione in stelle, che il suap trasmette, senza ritardo, al libero consorzio comunale al fine delle verifiche di competenza. Decorsi di 30 gg senza che sia intervenuta alcuna richiesta di conformazione, corre l'obbligo in capo al libero consorzio di effettuare i sopralluoghi per la classificazione in tutte le strutture segnalate? occorre un provvedimento espresso anche se il suap ha già rilasciato la ricevuta di avvio immediato dell'attività?
Grazie per la risposta

8
Una azienda agricola, chiede di essere autorizzata per detenere  pochi animali - avicoli, poche caprette, qualche cavallo allo stato brado custoditi in ricoveri precari (tettorie riparate da tre lati) per la notte. Gli animali sono di compagnia senza alcuna macellazione. Ha necessità di ottenere un codice stalla? deve presentare una planimetria di dettaglio anche se non ha una stalla?
Grazie

9
Dettaglio / vendita online e destinazione d'uso dei locali
« il: 22 Novembre 2018, 17:34:42 »
Gentile Omniavis,
con riferimento la Legge Regionale 28/99 all'art 21 sul commercio elettronico "   che è da considerare attività commerciale a tutti gli effetti (...) " Si chiede se necessita di cambio di destinazione d'uso l'attività commerciale online se questa è svolta in una abitazione privata.
Grazie per la risposta

10
SUAP / Modulistica unificata editabile
« il: 16 Novembre 2018, 09:53:54 »
Gentile Omniavis,
riguardo alla modulistica unificata approvata nel formato PDF non editabile, sarebbe possibile renderla editabile senza per questo modificarla? Occorrono atti propedeutici per procedere alla digitalizzazione? Ci sono Comuni nella Regione Sicilia che hanno già provveduto a rendere editabile la modulistica?
Grazie per la risposta

11
Gentile Omniavis,
con riferimento la definizione contenuta nell'art. 3 della  legge regionale siciliana n 27/96 è corretto ritenere che nella Regione Sicilia non sia possibile svolgere attività di case ed appartamenti per le vacanze in forma non imprenditoriale e quindi si esclude la presentazione al Suap della SCIA di avvio attività se presentata senza iscrizione alla camera di commercio?

12
Turismo e attività ricettive / scia classificazione in stelle
« il: 30 Ottobre 2018, 12:43:23 »
Gentile Omniavis,
a seguito di scia per avvio attività di struttura ricettiva, l'ufficio, verificata la completezza formale della domanda, invia agli uffici competenti e fra questi anche la provincia, . Considerato che fra gli allegati da verificare rientra il modello di autocertificazione per la classificazione delle stelle, che la provincia nel tempo indicato nella richiesta non risponde , dato il decorso del tempo cosa può fare il suap? Alcuni comuni rilasciano una autorizzazione anche quando il procedimento è automatizzato.
Si attende risposta

13
Gentile staff Omniavis,
in un antenna esistente di operatore privato è richiesta scia al comune se un altro operatore, per conto delle forze dello Stato, volesse installare le proprie antenne per servizio pubblico?
Si confida nella risposta.

14
Gentile Omniavis,
ai sensi della Legge 196/03 e s.m.i. è stato comunicato che le password delle pec devono essere modificate ogni tre mesi e che ogni variazione delle stesse deve essere comunicata all'e-gov.  Si chiede se la procedura così impostata è rispondente alla normativa cui si fa riferimento.

15
Gentile Omniavis
Atteso che il comma 2 dell’art. 4 del DPR 160/2010 stabilisce che che le comunicazioni al richiedente sono trasmesse esclusivamente dal SUAP; gli altri uffici comunali e le amministrazioni pubbliche diverse dal comune, che sono interessati al procedimento, non possono trasmettere al richiedente atti autorizzatori, nulla osta, pareri o atti di consenso, anche a contenuto negativo, comunque denominati e sono tenute a trasmettere immediatamente al SUAP tutte le denunce, le domande, gli atti e la documentazione ad esse eventualmente presentati, dandone comunicazione al richiedente. E che è individuato il SUAP quale unico soggetto pubblico di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l'esercizio di attivita' produttive e di prestazione di servizi, e quelli relativi alle azioni di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento, nonche' cessazione o riattivazione delle suddette attivita', Nel caso di una costruzione per attività commerciale il cui permesso a costruire è rilasciato in violazione del succitato articolo, il SUAP può intervenire ? Se per la medesima costruzione viene richiesta al SUAP solo l'attivazione del procedimento AUA, quali obblighi ha il suap? Si confida nella cortese risposta.

16
GDPR e privacy / assegnazione posta Sindaco
« il: 13 Agosto 2018, 10:20:20 »
Gentile staff Omniavis,
 il sindaco assegna la posta  ai vari uffici. Chiedo cortesemente delucidazioni in merito.

17
Gentile Omniavis,
le case costruite abusivamente in zona omogenea E verde agricolo,  poi successivamente sanate in forza della sanatoria edilizia possono ottenere l'agibilità come civile abitazione? nel caso la costruzione insista su terreno agricolo ciò comporta la variazione della destinazione urbanistica dell'intera area o solo dell'immobile ai sensi del DM 1444? E' anche possibile che il Comune eroghi la fornitura di acqua potabile in dette zone?
Grazie per la cortese risposta

18
Premesso che il SUAP è inserito all'interno dell'Ufficio Commercio svolge anche istruttoria delle pratiche di competenza per le attività produttive. Nel caso di presentazione di una SCIA Unica ex art 19 L. 241/90 e questa manca della seguente documentazione:
- dichiarazione di conformità ai sensi del DPR 1437/70
- dichiarazione idoneità immobile rilasciata dalla ditta installatrice;
- dichiarazione circa la destinazione d'uso;
- dichiarazione del proprietario circa l'obbligo di adibire l'immobile ad abitazione personale;
- dichiarazione circa la classificazione in stelle;
- dichiarazione circa la visitabilità ex DM 236/89_
- diritti istruttoria non assolti
domanda: nel caso di mancanza della documentazione elencata è possibile considerare irricevibile la domanda per mancanza dei requisiti oggettivi?
si confida nella risposta

19
Dettaglio / piano urbanistico commerciale scaduto conseguenze
« il: 02 Luglio 2018, 11:03:55 »
Gentile Omniavis,
quali conseguenze, nel caso di un piano urbanistico commerciale scaduto, ai fini della localizzazione di medie e grandi strutture di vendita?
E' possibile la variazione a commerciale se il piano urbanistico commerciale è scaduto?
In presenza di un piano particolareggiato o di lottizzazione urbanistica senza che si sia effettuata la variazione all'interno della pianificazione urbanistica commerciale è possibile rilasciare una autorizzazione per media o grande struttura di vendita?
In attesa di risposta
Cordiali saluti

20
SUAP / affittacamere- somministrazione e ufficio postale
« il: 27 Giugno 2018, 09:33:45 »
Gentile Omniavis,
per l'avvio di attività di affittacamere il richiedente allega alla domanda la dichiarazione requisiti antimafia e tulps con data antecedente di mesi rispetto alla domanda, inoltre ha una destinazione dell'immobile commerciale e un procedimento avviato presso l'UTC per cambio di destinazione d'uso per parte dell'immobile da uso abitativo e parte ad uso commerciale per attività di somministrazione. Alcune perplessità sorgono rispetto alle dichiarazioni con data antecedente la domanda. Altre circa la destinazione commerciale e abitativa giacchè l'attività riguarda una società che nello stesso stabile svolge attività di somministrazione e attività di affittacamere configurandosi come albergo piuttosto che come affittacamere. Nello stesso stabile in ultimo è ubicato l'ufficio postale. In definitiva si chiede:
- è possibile accogliere domande con allegate dichiarazioni datate di mesi e anni antecedenti alla stessa?
- è possibile nello stesso stabile svolgere attività di somministrazione e intrattenimento e attività di affittacamere?
- è possibile avviare una attività di affittacamere se è in itinere il procedimento per cambio di destinazione d'uso e frazionamento dell'immobile in cui avviare detta attività?
Grazie per la cortese risposta

21
Gentile Omniavis, riguardo alle locazioni  per affitti brevi nel periodo estivo a turisti è necessaria la registrazione all'Iva e iscrizione alla Camera di Commercio nel caso si sia proprietari di più immobili oltre i tre nello stesso comune?
E' possibile nella Regione Sicilia affittare a Turisti per brevi periodi senza che ciò comporti una attività di impresa?
Si confida nella cortese risposta
Cordialità

22
Dettaglio / irricevibilità domanda unica (SCIA)
« il: 13 Giugno 2018, 13:33:02 »
Gentile Omniavis,
la piattaforma ssu della Regione Sicilia, a seguito di verifica formale della SCIA, consente di accettare o rigettare le domande. Dopo l'accettazione rilascia una ricevuta così indicata:con la presente si comunica che in data odierna, (...), alle ore (...), e' stata verificata la Vostra segnalazione e i relativi allegati.
La presente ricevuta costituisce titolo autorizzatorio per l'avvio immediato dell'intervento o dell'attivita' oggetto della Domanda Unica avente numero di protocollo  (...). Tenuto conto che l'art. 19 della L. 241/90 consente al richiedente di dichiarare il possesso dei requisiti per l'esercizio di attività appare in contrasto una ricevuta formulata sotto forma di autorizzazione. Nel caso di carenza o incompletezza dei seguenti documenti per subingresso di una media struttura di vendita: firma digitale diversa dai dati firmatario della domanda; scrittura privata non registrata; subingresso per cessione d'azienda contrastante con affitto per 5 anni. Alla luce di quanto detto come comportarsi? Modificare il contenuto della ricevuta? rigettare l'istanza? accettare la domanda e in fase di verifica attendere che qualcuno degli uffici coinvolti nel procedimento chieda integrazioni o correzioni? Grazie per la cortese risposta.

23
Sicilia / Ordinanza del Sindaco
« il: 08 Giugno 2018, 11:49:28 »
Gentile Omniavis,
un ambulante, che esercitava a posto fisso su area privata, ha ricevuto la sanzione della chiusura dell'attività per essere stato considerato in assenza di autorizzazione. A ciò seguiva una ordinanza del Sindaco che gli intimava la chiusura dell'attività senza revocare l'autorizzazione. In seguito lo stesso cambiava la propria attività da ambulante a posto fisso su area privata dichiarando che aveva i requisiti circa la destinazione urbanistica, otteneva l'allaccio alla rete idrica e fognaria, quindi, presentava istanza per avvio di attività artigianale per consumo sul posto con procedimento automatizzato. L'ordinanza del Sindaco impedisce ancora l'attività se il soggetto presenta una domanda così come indicato? Il Suap può considerare accoglibile una domanda simile e rilasciare la ricevuta autorizzatoria che consentirebbe l'avvio immediato dell'attività senza che si sia proceduto alla revoca dell'ordinanza?
Resto fiduciosa nelle risposte.
Cordialità

24
Gentile Omniavis,
una variazione al prg ex dpr 447/98 art. 5 approvata dal Consiglio Comunale come piano di lottizzazione per complessi abitativi in ambito chiuso senza fissare un termine entro cui realizzare l'intervento e senza che sia stato chiesto il permesso a costruire ha una scadenza di 10 anni? Se i vincoli sono scaduti la variante ha effetto dichiarativo dei vincoli per quella zona? la convenzione di lottizzazione deve essere firmata nello stesso termine del piano di lottizzazione?
Grazie per la risposta

25
Dettaglio / commercio su area privata di panini
« il: 24 Maggio 2018, 18:13:34 »
Gentile Omniavis,
il proprietario di un negozio mobile su ruote vorrebbe esercitare l'attività su area privata in zona centro storico dove è possibile avviare attività di esercizio di vicinato. Alcuni dubbi sorgono circa la possibilità di esercitare detta attività di vicinato utilizzando una struttura precaria, anche se omologata e con annesso servizio igienico, per una attività stagionale che prevede pure il consumo sul posto. E' ragionevole pensare che detta attività non sia possibile in mancanza di una stabile struttura ?
In attesa di cortese risposta si porgono distinti saluti

26
SUAP / Variante ex art 5 DPR 447/98 se la convenzione manca
« il: 23 Maggio 2018, 09:13:54 »
Gentile Omniavis,
un procedimento in variante al PRG ex art 5 DPR 447/98 concluso con la trasmissione al consiglio comunale che lo approva nel 2010. La concessione edilizia non viene rilasciata e neppure la convezione. A distanza di tempo (sette anni) il richiedente diffida per il mancato rilascio della concessione e per la mancata convenzione. La mancata realizzazione dell'intervento comporta il ritorno dell'area alla situazione precedente alla variante? Le varianti finalizzate a singoli interventi hanno un tempo per la loro realizzazione?
Grazie per la risposta.

27
Gentile Staff di Omniavis
nelle contrade  sono sorti diversi agglomerati abitativi in zone omogenee E verde agricolo con strade vicinali che consentono l'accesso al mare. Nel tempo le case abusive sono state condonate o sanate, le concessioni rilasciate hanno tenuto conto della mancata urbanizzazione e quindi dell'assenza di rete idrica e fognaria (50%) sugli oneri di urbanizzazione. Una società  codice ateco 36 vuole realizzare la rete idrica per servire le case del comprensorio. In forza di una licenza di attingimento la stessa vorrebbe erogare acqua dal pozzo per servire le zone indicate prima. La società chiede l'autorizzazione comunale alla realizzazione della rete idrica e  la gestione del servizio idrico per quelle zone non servite dalla condotta comunale. Posto che anche nella Regione Sicilia si applica per effetto del rinvio dinamico operato con LR 12/2011 che ha recepito il dlgs 163/2001 poi abrogato dal Dlgs 50/2016, in materia di acque la realizzazione di una rete idrica può essere autorizzata senza variazione dello strumento urbanistico, tenuto conto della natura dell'intervento che interessa una vasta area? Ci sono nella realtà siciliana esperienze simili? Esiste un obbligo da parte del Comune di fornire acqua in assenza di rete idrica o alla realizzazione della rete se ha rilasciato la concessione in sanatoria o condono e questa con la fornitura di acqua mediante autobotte e fossa imhoff? La gestione del servizio deve seguire la procedura prevista dal procedimento per gli appalti pubblici? E se il pozzo insiste nel territorio del comune x, la sede legale della società fosse nel comune y e la sede operativa nel comune z fra provincie diverse, come si potrebbe distribuire la competenza territoriale?. Confido nella Vostra cortese risposta.

28
Sicilia / laboratorio di alimenti senza punto vendita
« il: 26 Aprile 2018, 13:12:42 »
Gentile Omniavis, al SUAP è stata presentata domanda di laboratorio di alimenti senza punto vendita, detta attività è connessa con l'attività di somministrazione di alimenti e bevande (Bar) distanti circa 100 mt. Si chiede se vi sono esperienze similari in ambito regionale e se possibile che dette attività possano essere esercitate l'una al servizio dell'altra oppure disgiuntamente. Certa di cortese risposta, cordiali saluti

29
Sicilia / B&B alcune precisazioni
« il: 19 Aprile 2018, 14:09:00 »
Gentile Omniavis, alcuni cittadini presentano scia al suap per attività di B&B, ritenendo che trattandosi di locazioni per il periodo estivo, l'attività possa essere svolta senza iscrizione all'iva e alla camera di commercio. Il SUAP visto l'Art. 41. secondo cui comma 1.  Il bed and breakfast è inserito tra le attività di cui all'articolo 3 della legge regionale 6 aprile 1996, n. 27.
 Ritiene che essendo inserito tra le attività di cui all'art. 3, non possa farsi distinzione tra attività professionali e non ma che esso rientri a pieno titolo fra le attività  ricettive  diretta alla produzione di servizi per l’ospitalità. Si chiede di conoscere la lettura data alla norma da questa spettabile Omniavis.
Grazie per la risposta.
Cordialità

30
Gentile Omniavis,
con riferimento il DPR 447/98,  un procedimento in variante al PRG, per insediamento produttivo turistico alberghiero, conclusosi con esito positivo in conferenza di servizi nel 2011, successivamente trasmesso al consiglio nel 2011 e nel 2013, discusso in commissione urbanistica, ma mai inserito all'ordine del giorno per l'approvazione, è possibile a distanza di anni accogliere una richiesta di RIAVVIO DEL PROCEDIMENTO?
Resto in attesa di cortese risposta.
Cordialità

Pagine: [1] 2