Forum del Portale Omniavis.it

News:

News

Visita il nostro gruppo Facebook dedicato al SUAP:
https://www.facebook.com/groups/243163332955488/

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Giusi 61

Pagine: 1 2 3
1
Gentile Omniavis,
con riferimento la nuova modulistica unificata, si chiede:
- se è stata fatta una ricognizione per la Regione Sicilia dei modelli validi  dopo D.D.G. n. 577/1.s

- se necessita di ulteriore atto di adozione da parte dei comuni .
- se i modelli approvati in formato pdf non editabili possono essere modificati e resi editabili
Grazie

2
Gentile Omniavis,
il titolare di un esercizio di vicinato nella Regione Sicilia in un comune e provincia xy vorrebbe avviare un esercizio di vicinato in altro comune e provincia diversa ma a carattere stagionale. Si chiede se basta la scia di avvio dell'attività e se necessita nuova iscrizione alla camera di commercio della diversa provincia.
Si confida nella risposta
Cordialità

3
Gentile Omniavis,
un soggetto chiede di avviare, in forma stagionale, l'attività di vendita di occhiali da sole codice ateco 47.78.20 commercio al dettaglio di apparecchiature fotografiche e ottiche - attività degli ottici - commercio al dettaglio di strumenti ed apparecchiature per uso scientifico. Alcuni dubbi sorgono circa la stagionalità dell'attività da aprile a settembre e se siano necessari requisiti professionali specifici di ottico.
Si rimane in attesa di risposta

4
Gentile Omniavis,
 in altri topic ho visto che il tema dell'organizzazione di eventi in abitazioni private da parte di privati è stato affrontato, se però il proprietario dell'immobile è una società e l'immobile ha la destinazione urbanistica di opificio industriale o commerciale e questo viene usato  per  matrimoni ed eventi simili cosa succede?  In un vecchio edificio una società srl di locazione di beni immobili propri, organizza in modo occasionale eventi, quali matrimoni, feste anche con pagamento di biglietti per intrattenimenti musicali con consumazione ecc. pare che faccia uso di catering ma poichè non ha mai presentato nulla al suap, le notizie sono riportate dalla PM che ha invitato il proprietario dell'immobile a presentare un scia al suap. Spesso la manifestazione, oltre che all'interno , si svolge sulla terrazza e gli ospiti possono superare il numero di 200, ciò potrebbe creare problemi di sicurezza trattandosi di ampia terrazza e di un immobile dell'800', ci sono adempimenti particolari per la situazione prospettata?
Resto in attesa di risposta.

5
Gentile Omniavis,
un imprenditore agricolo produce bacche che utilizza come ingrediente principale per preparare pasta dietetica destinata a soggetti con particolari patologie (ciliachia, intelleranze alimentari ecc.) . Per la trasformazione si rivolge ad altra azienda che restituisce il prodotto finito e confezionato secondo standards previsti dalla normativa.
Le domande che si pongono sono le seguenti:
1) la vendita effettuata rientra nella categoria della vendita diretta anche se essa viene fatta a grossisti e se mantiene il volume d'affari previsto dalla normativa?
2) per il riconoscimento ministeriale dei prodotti dietetici che tipo di procedimento bisogna seguire?
Grazie per la cortese risposta

6
Nella regione Sicilia la legge di riferimento é la n 14/82 che disciplina i parchi campeggi, l'art 13 del decreto assessoriale ? Rimanda per gli aspetti urbanistici agli allegati A, B, C, D considerando in ambito agricolo, una sorta di lottizzazione chiusa, connessa con l'attività agricola e collegata alla multifunzionalità di detta attività che si sviluppa in lavorazione agricola tradizionale, ricettività,  trasformazione e vendita diretta per le  finalità della legge. A mio avviso si fa un errore concettuale dal  momento che si considera come struttura agrituristica, così come intesa dall'art. 20 della legge regionale che si riferisce a immobili già esistenti e non del tutto deruti,  mentre mi sembra di capire che trattasi dell'attività prevista al punto b della legge 3/2010 della quale ancora mancano i regolamenti attuativi per cui una circolare regionale nelle more di detti regolamenti, dice che in Sicilia si applica quanto previsto dalla normativa previgente.

7
Gentile Omniavis,
una azienda agricola che svolge attività di agriturismo prepara con i prodotti della propria azienda liquori come limoncello, carrubbello, mirto, liquore al peperoncino, basilico ecc. la produzione è modesta. Il procedimento prevede l'acquisto di alcol a 95° infusione, imbottigliamento. La vendita è destinata agli ospiti così pure la degustazione. Si chiede la disciplina di riferimento per la Regione Sicilia, se può rientrare fra le attività di trasformazione dei prodotti agricoli, se deve essere chiesta autorizzazione all'Agenzia delle Dogane, se deve essere comunicata alla camera di commercio questo tipo di attività anche se marginale. Infine se rientra anche la produzione artigianale di birra fra le attività indicate. Si confida nella risposta

8
Turismo / Re:Obbligo sopralluogo per classificazione in stelle
« il: 09 Dicembre 2018, 09:33:43 »
La ricevuta così formulata è MOLTO PERICOLOSA .... sembra generare un legittimo affidamento sulla validità della scia e non evidenzia che si tratta di mero controllo formale!
Grazie sempre per la risposta. La ricevuta così formulata è MOLTO PERICOLOSA .... sembra generare un legittimo affidamento sulla validità della scia e non evidenzia che si tratta di mero controllo formale! Non comprendo per quale motivo si dovrebbe creare un affidamento giacchè la ricevuta richiama quanto previsto dall’art 1 del DPR 160/2010 che definisce alla lettera g) «SCIA»: la segnalazione certificata di inizio attività ai sensi dell'articolo 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241, (...) in cui la ricevuta della segnalazione costituisce titolo autorizzatorio ai sensi dell'articolo 38, comma 3, del decreto-legge; e dall’art. 19 della Legge 241/90 così recita: secondo cui :Ogni atto di autorizzazione, licenza, concessione non costitutiva, permesso o nulla osta comunque denominato,(…)  per l’esercizio di attività imprenditoriale, commerciale o artigianale il cui rilascio dipenda esclusivamente dall’accertamento di requisiti e presupposti richiesti dalla legge o da atti amministrativi a contenuto generale, (...) è sostituito da una segnalazione dell’interessato, (…) tali attestazioni e asseverazioni sono corredate dagli elaborati tecnici necessari per consentire le verifiche di competenza dell’amministrazione. Nei casi in cui la normativa vigente prevede l'acquisizione di atti o pareri di organi o enti appositi, ovvero l'esecuzione di verifiche preventive, essi sono comunque sostituiti dalle autocertificazioni, attestazioni e asseverazioni o certificazioni di cui al presente comma, salve le verifiche successive degli organi e delle amministrazioni competenti.
2. L’attività oggetto della segnalazione può essere iniziata, anche nei casi di cui all'articolo 19-bis, comma 2, dalla data della presentazione della segnalazione all’amministrazione competente.
Mentre al comma 4 dell’art 5 DPR 160 4. Il SUAP, al momento della presentazione della SCIA, verifica, con modalità informatica, la completezza formale della segnalazione e dei relativi allegati. In caso di verifica positiva, rilascia automaticamente la ricevuta e trasmette immediatamente in via telematica la segnalazione e i relativi allegati alle amministrazioni e agli uffici competenti, in conformità all'Allegato tecnico di cui all'articolo 12, commi 5 e 6.
5. A seguito di tale rilascio, il richiedente, ai sensi dell'articolo 19, comma 2, della legge 7 agosto 1990, n. 241, può avviare immediatamente l'intervento o l'attività. Cosa dovrebbe fare il SUAP, non rilasciare alcuna ricevuta? Rilasciare la ricevuta dopo che gli uffici competenti hanno completato le loro verifiche?

9
Turismo / Re:Obbligo sopralluogo per classificazione in stelle
« il: 03 Dicembre 2018, 13:20:10 »
La ricevuta così formulata è MOLTO PERICOLOSA .... sembra generare un legittimo affidamento sulla validità della scia e non evidenzia che si tratta di mero controllo formale!
per correttezza la ricevuta è fatta nel seguente modo: Spett.Le Impresa (…),
con la presente si comunica che in data odierna…., alle ore …, e' stata verificata  la Vostra segnalazione e i relativi allegati.
La presente ricevuta costituisce titolo  per l'avvio immediato dell'intervento o dell'attivita' oggetto della Domanda Unica
avente numero di protocollo  …, ai sensi degli art. 5 e 6 del DPR. 160/2010. Si fa presente che la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) inviata online, qualora non sia debitamente compilata in ogni sua parte e accompagnata dalla documentazione necessaria non costituisce titolo per intraprendere l'attività imprenditoriale in modo regolare e, conseguentemente, il possesso della ricevuta telematica non costituisce di per sé titolo per svolgere regolarmente l'attività.
Concordo sulla anomalia circa la presentazione della SCIA per la classificazione e il provvedimento espresso per la stessa. http://pti.regione.sicilia.it/portal/page/portal/PIR_PORTALE/PIR_LaStrutturaRegionale/PIR_TurismoSportSpettacolo/PIR_Turismo/PIR_Strutturericettive/PIR_ComunicazioniISTATNorme/D.A.%20n_469-S2TUR%20del%2020-03-2017.pdf

10
Turismo / Re:Obbligo sopralluogo per classificazione in stelle
« il: 02 Dicembre 2018, 22:26:08 »
La risposta potrebbe essere la seguente?
La Legge 241/90 disciplina l'azione amministrativa che è retta da criteri di economicità, di efficacia, di imparzialità, di pubblicità e di trasparenza, secondo le modalità previste dalla presente legge e dalle altre disposizioni che disciplinano singoli procedimenti, nonché dai princípi dell'ordinamento comunitario. Al comma secondo: la pubblica amministrazione non può aggravare il procedimento se non per straordinarie e motivate esigenze imposte dallo svolgimento dell’istruttoria e all'art. 19 comma 1 della stessa, ogni atto di autorizzazione, licenza, concessione non costitutiva, permesso o nulla osta comunque denominato, comprese le domande per le iscrizioni in albi o ruoli richieste per l’esercizio di attività imprenditoriale, commerciale o artigianale il cui rilascio dipenda esclusivamente dall’accertamento di requisiti e presupposti richiesti dalla legge o da atti amministrativi a contenuto generale, e non sia previsto alcun limite o contingente complessivo o specifici strumenti di programmazione settoriale per il rilascio degli atti stessi, è sostituito da una segnalazione dell’interessato,(...). l'art.5 della legge regionale 6 aprile 1996, n.27, “Classificazione delle aziende ricettive. Revisione di classifica” e successive modifiche ed integrazioni, ed in particolare il comma 5 che prevede che La classificazione è obbligatoria ed è condizione per il rilascio della licenza il D.Lgs. 25 novembre 2016, n. 222, ed in particolare l'art.2, che prevede che Nei casi in cui la tabella indica il regime amministrativo della Scia unica, si applica quanto previsto dall’articolo 19-bis, comma 2, della ...
legge n. 241 del 1990. L'art. 71 (L-R) del DPR 445/2000 disciplina le modalità dei controlli, anche a campione e d'ufficio art. 43. Da quanto riportato si può intendere che i sopralluoghi non possono essere fatti per tutte le strutture ricettive ma a campione questo per non incorrere nell'aggravio del procedimento e per non aggravare le spese a maggior ragione se sono trascorsi i 60 giorni previsti dalla normativa. E' corretto?
Grazie per la cortese risposta, resto ancora perplessa, una ricevuta rilasciata a seguito di verifica della domanda e degli allegati del seguente tenore: la domanda e i suoi allegati è stata verificata ... lei può avviare immediatamente l'attività può considerarsi provvedimento espresso se proviene dalla piattaforma? in regime di SCIA secondo me non occorrono ulteriori formalità se non le verifiche ulteriori di merito degli uffici competenti, la Segnalazione certificata è sempre precaria giacchè in sede di verifica o di sopralluogo possono riscontrarsi le conseguenze previste dalla 241/90 e quindi le sanzioni della conformazione o del divieto di prosecuzione dell'attività.

11
Turismo / Re:Obbligo sopralluogo per classificazione in stelle
« il: 02 Dicembre 2018, 10:29:45 »
La risposta potrebbe essere la seguente?
La Legge 241/90 disciplina l'azione amministrativa che è retta da criteri di economicità, di efficacia, di imparzialità, di pubblicità e di trasparenza, secondo le modalità previste dalla presente legge e dalle altre disposizioni che disciplinano singoli procedimenti, nonché dai princípi dell'ordinamento comunitario. Al comma secondo: la pubblica amministrazione non può aggravare il procedimento se non per straordinarie e motivate esigenze imposte dallo svolgimento dell’istruttoria e all'art. 19 comma 1 della stessa, ogni atto di autorizzazione, licenza, concessione non costitutiva, permesso o nulla osta comunque denominato, comprese le domande per le iscrizioni in albi o ruoli richieste per l’esercizio di attività imprenditoriale, commerciale o artigianale il cui rilascio dipenda esclusivamente dall’accertamento di requisiti e presupposti richiesti dalla legge o da atti amministrativi a contenuto generale, e non sia previsto alcun limite o contingente complessivo o specifici strumenti di programmazione settoriale per il rilascio degli atti stessi, è sostituito da una segnalazione dell’interessato,(...). l'art.5 della legge regionale 6 aprile 1996, n.27, “Classificazione delle aziende ricettive. Revisione di classifica” e successive modifiche ed integrazioni, ed in particolare il comma 5 che prevede che La classificazione è obbligatoria ed è condizione per il rilascio della licenza il D.Lgs. 25 novembre 2016, n. 222, ed in particolare l'art.2, che prevede che Nei casi in cui la tabella indica il regime amministrativo della Scia unica, si applica quanto previsto dall’articolo 19-bis, comma 2, della ...
legge n. 241 del 1990. L'art. 71 (L-R) del DPR 445/2000 disciplina le modalità dei controlli, anche a campione e d'ufficio art. 43. Da quanto riportato si può intendere che i sopralluoghi non possono essere fatti per tutte le strutture ricettive ma a campione questo per non incorrere nell'aggravio del procedimento e per non aggravare le spese a maggior ragione se sono trascorsi i 60 giorni previsti dalla normativa. E' corretto?

12
Turismo / Obbligo sopralluogo per classificazione in stelle
« il: 26 Novembre 2018, 13:57:48 »
Gentile omniavis,
per le attività turistiche elencate nella legge regionale siciliana 27/96, è ammessa la possibilità di utilizzare il modello A19 al fine della dichiarazione circa la classificazione in stelle, che il suap trasmette, senza ritardo, al libero consorzio comunale al fine delle verifiche di competenza. Decorsi di 30 gg senza che sia intervenuta alcuna richiesta di conformazione, corre l'obbligo in capo al libero consorzio di effettuare i sopralluoghi per la classificazione in tutte le strutture segnalate? occorre un provvedimento espresso anche se il suap ha già rilasciato la ricevuta di avvio immediato dell'attività?
Grazie per la risposta

13
Una azienda agricola, chiede di essere autorizzata per detenere  pochi animali - avicoli, poche caprette, qualche cavallo allo stato brado custoditi in ricoveri precari (tettorie riparate da tre lati) per la notte. Gli animali sono di compagnia senza alcuna macellazione. Ha necessità di ottenere un codice stalla? deve presentare una planimetria di dettaglio anche se non ha una stalla?
Grazie

14
Gentile Omniavis,
con riferimento la Legge Regionale 28/99 all'art 21 sul commercio elettronico "   che è da considerare attività commerciale a tutti gli effetti (...) " Si chiede se necessita di cambio di destinazione d'uso l'attività commerciale online se questa è svolta in una abitazione privata.
Grazie per la risposta

15
SUAP / Modulistica unificata editabile
« il: 16 Novembre 2018, 09:53:54 »
Gentile Omniavis,
riguardo alla modulistica unificata approvata nel formato PDF non editabile, sarebbe possibile renderla editabile senza per questo modificarla? Occorrono atti propedeutici per procedere alla digitalizzazione? Ci sono Comuni nella Regione Sicilia che hanno già provveduto a rendere editabile la modulistica?
Grazie per la risposta

16
Gentile Omniavis,
con riferimento la definizione contenuta nell'art. 3 della  legge regionale siciliana n 27/96 è corretto ritenere che nella Regione Sicilia non sia possibile svolgere attività di case ed appartamenti per le vacanze in forma non imprenditoriale e quindi si esclude la presentazione al Suap della SCIA di avvio attività se presentata senza iscrizione alla camera di commercio?
Grazie :) nel caso di SCIA presentata nella forma non imprenditoriale e non è stata rilasciata ricevuta ne avviato procedimento di verifica e neppure rigetto il SUAP resosi conto di ciò a distanza di anni cosa può fare?

17
Gentile Omniavis,
con riferimento la definizione contenuta nell'art. 3 della  legge regionale siciliana n 27/96 è corretto ritenere che nella Regione Sicilia non sia possibile svolgere attività di case ed appartamenti per le vacanze in forma non imprenditoriale e quindi si esclude la presentazione al Suap della SCIA di avvio attività se presentata senza iscrizione alla camera di commercio?

18
SUAP / Re:TEMPI DEL RILASCIO RICEVUTA DEFINITIVA
« il: 09 Novembre 2018, 13:12:16 »

Mi collego topic per chiedere come è possibile risolvere al verificarsi della seguente fattispecie:
- una domanda presentata nel 2015, procedimento automatizzato carente della seguente documentazione, firma digitale,
classificazione in stelle, scia alimenti, dichiarazione visitabilità/accessibilità, requisiti tulps. La collega ha chiesto le integrazioni e queste non sono state presentate, la domanda è rimasta alla condizione "da verificare" non è stata trasmessa agli uffici competenti, non è stata rilasciata ricevuta per accettazione ma solo in numero di protocollo della domanda. E' corretto archiviare la domanda per carenza delle dichiarazioni? Deve ritenersi accolta una domanda che presenta simili carenze?
Grazie per la risposta

19
Turismo / scia classificazione in stelle
« il: 30 Ottobre 2018, 12:43:23 »
Gentile Omniavis,
a seguito di scia per avvio attività di struttura ricettiva, l'ufficio, verificata la completezza formale della domanda, invia agli uffici competenti e fra questi anche la provincia, . Considerato che fra gli allegati da verificare rientra il modello di autocertificazione per la classificazione delle stelle, che la provincia nel tempo indicato nella richiesta non risponde , dato il decorso del tempo cosa può fare il suap? Alcuni comuni rilasciano una autorizzazione anche quando il procedimento è automatizzato.
Si attende risposta

20
Gentile staff Omniavis,
in un antenna esistente di operatore privato è richiesta scia al comune se un altro operatore, per conto delle forze dello Stato, volesse installare le proprie antenne per servizio pubblico?
Si confida nella risposta.

21
Gentile Omniavis,
ai sensi della Legge 196/03 e s.m.i. è stato comunicato che le password delle pec devono essere modificate ogni tre mesi e che ogni variazione delle stesse deve essere comunicata all'e-gov.  Si chiede se la procedura così impostata è rispondente alla normativa cui si fa riferimento.

22
Gentile Omniavis
Atteso che il comma 2 dell’art. 4 del DPR 160/2010 stabilisce che che le comunicazioni al richiedente sono trasmesse esclusivamente dal SUAP; gli altri uffici comunali e le amministrazioni pubbliche diverse dal comune, che sono interessati al procedimento, non possono trasmettere al richiedente atti autorizzatori, nulla osta, pareri o atti di consenso, anche a contenuto negativo, comunque denominati e sono tenute a trasmettere immediatamente al SUAP tutte le denunce, le domande, gli atti e la documentazione ad esse eventualmente presentati, dandone comunicazione al richiedente. E che è individuato il SUAP quale unico soggetto pubblico di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l'esercizio di attivita' produttive e di prestazione di servizi, e quelli relativi alle azioni di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento, nonche' cessazione o riattivazione delle suddette attivita', Nel caso di una costruzione per attività commerciale il cui permesso a costruire è rilasciato in violazione del succitato articolo, il SUAP può intervenire ? Se per la medesima costruzione viene richiesta al SUAP solo l'attivazione del procedimento AUA, quali obblighi ha il suap? Si confida nella cortese risposta.

23
Gentile staff Omniavis,
 il sindaco assegna la posta  ai vari uffici. Chiedo cortesemente delucidazioni in merito.

24
Gentile Omniavis,
le case costruite abusivamente in zona omogenea E verde agricolo,  poi successivamente sanate in forza della sanatoria edilizia possono ottenere l'agibilità come civile abitazione? nel caso la costruzione insista su terreno agricolo ciò comporta la variazione della destinazione urbanistica dell'intera area o solo dell'immobile ai sensi del DM 1444? E' anche possibile che il Comune eroghi la fornitura di acqua potabile in dette zone?
Grazie per la cortese risposta

25
Premesso che il SUAP è inserito all'interno dell'Ufficio Commercio svolge anche istruttoria delle pratiche di competenza per le attività produttive. Nel caso di presentazione di una SCIA Unica ex art 19 L. 241/90 e questa manca della seguente documentazione:
- dichiarazione di conformità ai sensi del DPR 1437/70
- dichiarazione idoneità immobile rilasciata dalla ditta installatrice;
- dichiarazione circa la destinazione d'uso;
- dichiarazione del proprietario circa l'obbligo di adibire l'immobile ad abitazione personale;
- dichiarazione circa la classificazione in stelle;
- dichiarazione circa la visitabilità ex DM 236/89_
- diritti istruttoria non assolti
domanda: nel caso di mancanza della documentazione elencata è possibile considerare irricevibile la domanda per mancanza dei requisiti oggettivi?
si confida nella risposta

26
Gentile Omniavis,
quali conseguenze, nel caso di un piano urbanistico commerciale scaduto, ai fini della localizzazione di medie e grandi strutture di vendita?
E' possibile la variazione a commerciale se il piano urbanistico commerciale è scaduto?
In presenza di un piano particolareggiato o di lottizzazione urbanistica senza che si sia effettuata la variazione all'interno della pianificazione urbanistica commerciale è possibile rilasciare una autorizzazione per media o grande struttura di vendita?
In attesa di risposta
Cordiali saluti

27
SUAP / affittacamere- somministrazione e ufficio postale
« il: 27 Giugno 2018, 09:33:45 »
Gentile Omniavis,
per l'avvio di attività di affittacamere il richiedente allega alla domanda la dichiarazione requisiti antimafia e tulps con data antecedente di mesi rispetto alla domanda, inoltre ha una destinazione dell'immobile commerciale e un procedimento avviato presso l'UTC per cambio di destinazione d'uso per parte dell'immobile da uso abitativo e parte ad uso commerciale per attività di somministrazione. Alcune perplessità sorgono rispetto alle dichiarazioni con data antecedente la domanda. Altre circa la destinazione commerciale e abitativa giacchè l'attività riguarda una società che nello stesso stabile svolge attività di somministrazione e attività di affittacamere configurandosi come albergo piuttosto che come affittacamere. Nello stesso stabile in ultimo è ubicato l'ufficio postale. In definitiva si chiede:
- è possibile accogliere domande con allegate dichiarazioni datate di mesi e anni antecedenti alla stessa?
- è possibile nello stesso stabile svolgere attività di somministrazione e intrattenimento e attività di affittacamere?
- è possibile avviare una attività di affittacamere se è in itinere il procedimento per cambio di destinazione d'uso e frazionamento dell'immobile in cui avviare detta attività?
Grazie per la cortese risposta

28
Gentile Omniavis, riguardo alle locazioni  per affitti brevi nel periodo estivo a turisti è necessaria la registrazione all'Iva e iscrizione alla Camera di Commercio nel caso si sia proprietari di più immobili oltre i tre nello stesso comune?
E' possibile nella Regione Sicilia affittare a Turisti per brevi periodi senza che ciò comporti una attività di impresa?
Si confida nella cortese risposta
Cordialità

29
Grazie per la risposta, cerco di formulare meglio il quesito:
è possibile accettare una scrittura privata non registrata?
è possibile chiedere che il contratto sia registrato all'agenzia delle entrate?
in caso di affitto d'azienda è possibile accettare una domanda per subingresso o sarebbe più corretta una nuova attività?  è possibile chiedere al soggetto una modifica della richiesta?
la domanda contenente dati del firmatario Caio mentre la procura speciale e la firma digitale sono di Mevio, si considera vizio essenziale?
Cordialità

30
Gentile Omniavis,
la piattaforma ssu della Regione Sicilia, a seguito di verifica formale della SCIA, consente di accettare o rigettare le domande. Dopo l'accettazione rilascia una ricevuta così indicata:con la presente si comunica che in data odierna, (...), alle ore (...), e' stata verificata la Vostra segnalazione e i relativi allegati.
La presente ricevuta costituisce titolo autorizzatorio per l'avvio immediato dell'intervento o dell'attivita' oggetto della Domanda Unica avente numero di protocollo  (...). Tenuto conto che l'art. 19 della L. 241/90 consente al richiedente di dichiarare il possesso dei requisiti per l'esercizio di attività appare in contrasto una ricevuta formulata sotto forma di autorizzazione. Nel caso di carenza o incompletezza dei seguenti documenti per subingresso di una media struttura di vendita: firma digitale diversa dai dati firmatario della domanda; scrittura privata non registrata; subingresso per cessione d'azienda contrastante con affitto per 5 anni. Alla luce di quanto detto come comportarsi? Modificare il contenuto della ricevuta? rigettare l'istanza? accettare la domanda e in fase di verifica attendere che qualcuno degli uffici coinvolti nel procedimento chieda integrazioni o correzioni? Grazie per la cortese risposta.

Pagine: 1 2 3