Forum del Portale Omniavis.it

News:

News

Autore Topic: IAP per impresa senza redittività  (Letto 550 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Carlos76

  • Esperto
  • ***
  • Post: 82
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo

Offline Mario Maccantelli

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 4.391
    • Mostra profilo
    • http://www.omniavis.it/web/forum/
    • E-mail
Risposta #5 il: 06 Dicembre 2018, 12:39:00
Se non l'hai già fatto approfondisci qua :
https://www.notariato.it/sites/default/files/358.pdf

http://www.regione.piemonte.it/archivio/agri/ita/news/pubblic/quaderni/num50/dwd/11.pdf

vedi il  concetto di soglia minima di redditività


* * * * *
Dott. Mario Maccantelli - collaboratore OV
* * * * *
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
http://buff.ly/254YT2F - http://buff.ly/254YIV4 - http://buff.ly/1TKy2B3 - http://buff.ly/1YHPD0G
http://buff.ly/1XE4T0e - http://buff.ly/1OD3y2q - http://buff.ly/1OD3VK4 - https://telegram.me/omniavis


Offline Carlos76

  • Esperto
  • ***
  • Post: 82
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Risposta #4 il: 06 Dicembre 2018, 08:24:58
??? 95 visualizzazione e zero contributi?  :-\

VOYERISMO AMMINISTRATIVO ... a breve i nostri esperti interverranno!!
;D

Grazie del prezioso aiuto



Offline Staff Omniavis

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 30.777
  • Lo Staff Omniavis
    • Mostra profilo
    • http://www.omniavis.it
    • E-mail
Risposta #3 il: 06 Dicembre 2018, 07:58:14
??? 95 visualizzazione e zero contributi?  :-\

VOYERISMO AMMINISTRATIVO ... a breve i nostri esperti interverranno!!


Offline Carlos76

  • Esperto
  • ***
  • Post: 82
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Risposta #2 il: 04 Dicembre 2018, 12:39:16
 ??? 95 visualizzazione e zero contributi?  :-\



Offline Carlos76

  • Esperto
  • ***
  • Post: 82
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Risposta #1 il: 29 Novembre 2018, 13:11:33
Buongiorno a tutti.
Pongo la seguente problematica:

è stata rilasciato riconoscimento IAP a soggetto che intendeva usufruire di agevolazioni fiscali per l'acquisto di terreni e l'edificazione di immobili aziendali, sulla base di un dato previsionale e con la condizione che i requisiti di tempo/ricavi fossero acqusiti entro due anni come da normativa regionale.

Ora i due anni sono quasi decorsi, e l'attività svolta risulta a reddito zero, dato che ad oggi il giovanotto ha avuto solo spese e non ha posto a frutto i raccolti (si occupa di api e frutti rossi). Nel frattempo però ha edificato un allevamento di cani che ancora non ha intrapreso.

Ora chiede che gli venga resa "definitiva" la qualifica di IAP così da poter edificare anche la dimora e dedicarsi all'allevamento dei cani.

Il problema che mi pongo è questo:
il giovanotto ha ottenuto delle agevolazioni fiscali in forza di un riconoscimento di IAP che si riferiva ad attività di apicoltura e coltivazione; queste non hanno prodotto reddito, tanto che la denuncia dei redditi 2017 riporta unicamente 221,00 euro da fabbricati e terreni e non ha altre entrate (pare che ad oggi stia mantenendosi e pagando i costi di edificazione con la vendita di un immobile che aveva in precedenza).

Sono assolti i requisiti di reddito mediante la dimostrazione di non avere entrate da altre fonti di reddito, semplicemente dimostrando che non fa altro nella vita? oppure deve dimostrare che in questi due anni ha anche lavorato ottenendo un profitto, altrimenti non può definirsi professionale???

Sul punto cito una interpretazione
"La nuova figura soggettiva è stata richiamata anche dalla normativa europea successiva fino ai regolamenti 1257/99/CE e 1750/99/CE, tutt’oggi in vigore, nei quali è scomparso ogni relativo riferimento. Ai sensi dell’art. 5 del regolamento 1257/99/CE, infatti, possono usufruire di forme di sostegno agli investimenti solamente quelle aziende agricole che dimostrino redditività, che rispettino requisiti minimi in materia di ambiente, igiene, benessere degli animali e il cui imprenditore possieda conoscenze e competenze professionali adeguate. Al livello europeo, pertanto, viene abbandonata gradualmente la figura dell’imprenditore agricolo a titolo principale in favore della valorizzazione del requisito della capacità professionale quale condizione per poter usufruire dei relativi incentivi"
. http://www.osservatorioagromafie.it/wp-content/uploads/sites/40/2015/11/Questioni-interpretative-concernenti-la-disciplina-dell%E2%80%99imprenditore-agricolo-professionale-c.d.-IAP.pdf

apprezzo qualsiasi contributo o riflessione