Forum del Portale Omniavis.it

News:

News

Visita il nostro gruppo Facebook dedicato al SUAP:
https://www.facebook.com/groups/243163332955488/

Autore Topic: attività agricola o falegnameria?  (Letto 206 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 18.062
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Omniavis srl
    • E-mail
Risposta #2 il: 20 Febbraio 2019, 18:56:23
una società (ccoperativa) ricava legname (essenzialmente tavole) dall'attività di taglio del bosco, per poi rivendere a mobilifici o direttamente al fruitore finale per arredo di abitazioni  o locali pubblici. Ll'attività di taglio si svolge spesso in loco (cioè dove si trova la pianta), altre volte in un locale classificato come annesso agricolo o nella sua pertinenza.. cioè all'aperto. Si chiede se l'attività possa essere classificata come meramente agricola oppure sia assimilabile a quella di una falegnameria (almeno per la parte svolta nel magazino) e di conseguenza necessiti della scia per industria insalubre, della corretta destinazione d'uso degli ambienti di lavoro e di tutto quanto ne consegue a livello ambientale (aua.. etc...) e di sicrezza dei luoghi di lavoro.

A prescindere è INDUSTRIA INSALUBRE e come tale deve essere valutata (questo non ha effetti sui requisiti dell'ambiente di lavoro nè la trasforma in attività industriale, potendo rimanere agricola).
Se il 50%+1 è proprio legname nessun problema ... per l'altro farà scia di vicinato ... senza grossi problemi in quanto la destinazione prevalente rimane agricola

* * * * * * * * * *
Dott. Simone Chiarelli
simone.chiarelli@gmail.com
tel. 3337663638


Offline casedercole

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 59
    • Mostra profilo
    • E-mail
Risposta #1 il: 20 Febbraio 2019, 12:58:23
una società (ccoperativa) ricava legname (essenzialmente tavole) dall'attività di taglio del bosco, per poi rivendere a mobilifici o direttamente al fruitore finale per arredo di abitazioni  o locali pubblici. Ll'attività di taglio si svolge spesso in loco (cioè dove si trova la pianta), altre volte in un locale classificato come annesso agricolo o nella sua pertinenza.. cioè all'aperto. Si chiede se l'attività possa essere classificata come meramente agricola oppure sia assimilabile a quella di una falegnameria (almeno per la parte svolta nel magazino) e di conseguenza necessiti della scia per industria insalubre, della corretta destinazione d'uso degli ambienti di lavoro e di tutto quanto ne consegue a livello ambientale (aua.. etc...) e di sicrezza dei luoghi di lavoro.