Autore Topic: Allevamento cani imprenditore agricolo  (Letto 2822 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Staff Omniavis

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 32.520
  • Lo Staff Omniavis
    • Mostra profilo
    • Omniavis.it
    • E-mail
Re:Allevamento cani imprenditore agricolo
« Risposta #3 il: 21 Novembre 2016, 11:55:48 »
PENSIONI PER CANI: attività libere non soggette a requisiti e prescrizioni specifiche

TAR Lombardia (BS) Sez. I n. 1309 del 11 ottobre 2016

http://buff.ly/2ffTPna
******************
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/omniavisnews/
TWITTER: https://twitter.com/omniavis
LINKEDIN: https://twitter.com/omniavis
YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/omniavis
TELEGRAM: https://telegram.me/omniavis
SEZIONE ABBONATI: http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=24906.0

Forum del Portale Omniavis.it

Re:Allevamento cani imprenditore agricolo
« Risposta #3 il: 21 Novembre 2016, 11:55:48 »

 


Offline Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 18.720
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re: Allevamento cani imprenditore agricolo
« Risposta #2 il: 31 Maggio 2011, 18:34:30 »
E' possibile inquadrare la materia come vendita diretta di prodotti agricoli ai sensi del dlgs 228/2001?
Mio Dio .... NOOOO
I cani, in quanto animali di affezione non sono prodotti ma esseri viventi tutelati in modo particolare dalla legislazione nazionale e regionale che ne vieta l'allevamento finalizzato alla commercializzazione come carne.


in tal caso se la vendita è effettuata in azienda non dovrebbe presentare neanche la scia.Io comunque riterrei, a parte le eventuali procedura edilizie, di scarichi e di industria insalubre, di fargli richiedere in ogni caso il nulla osta ai sensi dell'art.24 del Regolamento di Polizia Veterinaria. E' corretto?
Come detto siamo fuori dal Dlgs 228/2001. L'attività di allevamento soggiace a:
1) classificazione di industria insalubre
2) scarichi (eventuale)
3) procedure edilizie (eventuali)
4) SCIA sostitutiva del nulla-osta veterinario dell'art. 24

Offline suap val d'arbia

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 20
    • Mostra profilo
    • E-mail
Allevamento cani imprenditore agricolo
« Risposta #1 il: 31 Maggio 2011, 08:40:46 »
A proposito di allevamento di animali abbiamo riscontrato che anche dalla omniavis viene proposto un modello di scia.
Abbiamo ricavato anche dal vecchio forum omniavis che nel caso di pensione per cani l'attività è direzionale/servizi e nel caso di allevamento il discorso è diverso.
Ci ha contattato un imprenditore agricolo che intende effettuare allevamento di cani per poi venderli ma non pensione.
E' possibile inquadrare la materia come vendita diretta di prodotti agricoli ai sensi del dlgs 228/2001?in tal caso se la vendita è effettuata in azienda non dovrebbe presentare neanche la scia.Io comunque riterrei, a parte le eventuali procedura edilizie, di scarichi e di industria insalubre, di fargli richiedere in ogni caso il nulla osta ai sensi dell'art.24 del Regolamento di Polizia Veterinaria. E' corretto?

Barbara Messere - Suap Crete Senesi