Autore Topic: Affidamento di reparto o coesistenza di ditte diverse nello stesso locale?  (Letto 1511 volte)

Offline parenti

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 13
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
    • E-mail
Dentro un esercizio di somministrazione gestito dalla ditta A ho il solito tabacchino gestito da una ditta B  (come succede da sempre). Adesso la ditta B (il tabacchino) vuole mettere i videogiochi ed avviare, sempre lì, un'edicola. (faccio presente che l'esercizio di monopolio non ha separazione fisica dal resto del bar). E' possibile secondo te questa coesistenza nello stesso locale di esercizi diversi o dovrebbe essere la ditta A che avvia le altre attività commerciali (tabacchino a parte) e poi fa un affidamento di reparto? e le superfici dei due esercizi devono essere individuate con una separazione fisica (pur senza  accesso autonomo del tabacchino- edicola)? La ASL è ormai rassegnata alla coesistenza degli esercizi di monopolio gestiti da ditte individuali, all'interno di bar gestiti da ditte completamente diverse e non ne fa un problema igienico-sanitario, ma a livello di normativa del commercio ?

Offline Mario Maccantelli

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 1747
  • Karma: +38/-2
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Affidamento di reparto o coesistenza di ditte diverse nello stesso locale?
« Risposta #1 il: Febbraio 13, 2012, 05:23:08 pm »
Mi sembra di aver capito che A e B sono due impresse diverse che esercitano nella stessa unità locale. B non è un reparto di A.
In via di principio due soggetti distinti possono esercitare nella stessa unità locale dato che non è vietato dalla legge, anzi il d.lgs. 59/2010, all’art. 35, prende in considerazione proprio le attività “multidisciplinari” disponendo che possono essere limitate solo in specifici casi che sfuggono dalla situazione che proponi. Le superfici non devono essere separate.
Se l’impresa B avvia anche attività di vendita della stampa, ugualmente non vedo, limitatamente al fatto dell’esercizio congiunto, un motivo di divieto all’avvio.
Sulla considerazione della superficie al fine del calcolo del contingente numerico dei giochi, il decreto 27/07/11 dispone che qualora un punto di vendita sia riconducibile in una o più delle categorie di cui ai commi precedenti (ndr. bar, negozzi, tabacchi, edicole) si applicano i parametri numerico quantitativi riferiti alla tipologia che consenta l’installazione del maggior numero di apparecchi.
* * * * * * * * * * * * * *
Dott. Mario Maccantelli
mario.maccantelli@omniavis.it

* * * * * * * * * * * * * *
Per assistenza personalizzata:
http://www.omniavis.com/index.php/2013-11-10-07-07-12/normativa-e-giurisprudenza
Video e formazione:
http://www.omniavis.com/index.php/2013-11-10-07-05-48/video-formativi

* * * * * * * * * * * * * *
Sito: www.omniavis.it
Facebook: https://www.facebook.com/groups/omniavisnews/
Twitter: https://twitter.com/omniavis
Youtube: http://www.youtube.com/user/omniavis
LinkedIn: http://www.linkedin.com/groups/Diritto-Amministrativo-Enti-Locali-SUAP-3899521?trk=myg_ugrp_ovr
Blog: http://www.omniavis.it/blog/

Per contatti diretti: staff@omniavis.it

* * * * * * * * * * * * * *
Segreteria Omniavis srl
staff@omniavis.it
Tel. 055 6236286
Fax 055 93931177