Forum del Portale Omniavis.it

News:

News

Utilizza i nostri servizi gratuiti. Se vuoi assistenza, consulenza e formazione più specifica chiedi gratuitamente un preventivo a info@omniavis.it

Autore Topic: Tolleranze di costruzione - altezza mininima locali abitabili  (Letto 1393 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Geom. Daniele Gnesi

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 9
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Risposta #4 il: 27 Aprile 2017, 21:54:32
Grazie per le risposte. Avevo già letto in effetti le argomentazioni di Carlo Puglisi (che leggo sempre con interesse). Rimane però purtroppo il limite di lasciare al buon senso e all'opinione personale,  se non ai tribunali amministrativi,  di stabilire caso per caso  se operano o meno le tolleranze sui minimi di altezze di locali abitabili/agibili o nelle distanze tra le costruzioni




Offline Carlo Pagliai

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 42
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • www.studiotecnicopagliai.it
    • E-mail
Risposta #2 il: 27 Aprile 2017, 12:25:06
Questo pronunciamento del TAR è incentrato sul principio della c.d. tollerabilità di cantiere.

Esso sostiene che anche prima dell’introduzione del nuovo comma 2-ter dell’art. 34 del d.P.R. n. 380 del 2001 (avvenuta con il decreto-legge n. 70 del 2011, convertito in legge n. 106 del 2011), la giurisprudenza amministrativa aveva già ritenuto che lievi scostamenti rispetto alle misurazioni previste in progetto, i quali si presentino plausibili nell’ambito della tecnica costruttiva utilizzata, non possono considerarsi come difformità rispetto al titolo edilizio rilasciato (Cons. Stato, sez. IV, dec. n. 2253 del 2007).

Ne parlo in un articolo e tratto la questione in un video corso: https://www.studiotecnicopagliai.it/sua-altezza-minima-abitabile-270/

**************
Ingegnere, urbanista e blogger.
www.studiotecnicopagliai.it
http://www.compravenditaconforme.com/


Offline Geom. Daniele Gnesi

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 9
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Risposta #1 il: 27 Aprile 2017, 10:25:54
Recentemente, durante un seminario in materia di illeciti edilizi, il relatore ha posto all'attenzione dei presenti una sentenza del TAR Piemonte del 2015 che, in sostanza, sostiene che le tolleranze di costruzione del 2% debbano applicarsi anche nella fattispecie in cui, nel caso di specie, si sia realizzato un impianto di riscaldamento su un solaio e l'altezza interpiano si sia ridotta di pochi cm rispetto al minimo dei 270 previsti dal DM 05/07/1975 in quanto
Citazione
il lieve scostamento contestato dal Comune si giustificava ampiamente nell’ambito della funzionalità della complessiva opera realizzata
.
Ho parlato con i funzionari di diversi Comuni dell'area pisana, alcuni applicano la tolleranza anche in riduzione ai 2.70m in forza di questa sentenza, altri non ritengono di applicarla.
Opinioni in merito? A margine il link alla sentenza
https://www.giustizia-amministrativa.it/cdsintra/cdsintra/AmministrazionePortale/DocumentViewer/index.html?ddocname=OPHYGTJL5ND3YE3MPDZ5URO7VE&q=altezza,%20distacchi,%20cubatura%20o%20superficie