Autore Topic: PUBBLICO SPETTACOLO: Ministero chiarisce SCIA entro 24 ore e niente CCVLPS  (Letto 1919 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Staff Omniavis

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 25.383
  • Karma: +51/-6
  • Lo Staff Omniavis
    • Mostra profilo
    • http://www.omniavis.it
    • E-mail
Buongiorno, espongo il mio quesito: avendo un'attività di caseificio con un proprio ufficio, posso nello stesso ufficio esercitare la vendita al dettaglio di auto nuove e usate??? Tale ditta individuale già esercita vendita on line di auto nuove e usate. Premetto che sono sia l'amministratore della società caseificio che della ditta individuale per la vendita di auto. In attesa di riscontro porgo cordiali saluti Arch. Mario Luise

IN LINEA DI PRINCIPIO non vi sono ostacoli a svolgere due attività distinte (anche molto diverse come il caseificio e il negozio di auto) negli stessi locali. Immaginando che la destinazione sia commerciale dire che non vi sono ostacoli di sorta. Dovrai presentare scia di vicinato per aggiunta del settore non alimentare ed eventuale ampliamento della superficie di vendita e fare le opportune variazioni in CCIAA

Forum del Portale Omniavis.it

 


Offline MARIO LUISE

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 2
  • Karma: +0/-0
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Buongiorno, espongo il mio quesito: avendo un'attività di caseificio con un proprio ufficio, posso nello stesso ufficio esercitare la vendita al dettaglio di auto nuove e usate??? Tale ditta individuale già esercita vendita on line di auto nuove e usate. Premetto che sono sia l'amministratore della società caseificio che della ditta individuale per la vendita di auto. In attesa di riscontro porgo cordiali saluti Arch. Mario Luise

Offline Staff Omniavis

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 25.383
  • Karma: +51/-6
  • Lo Staff Omniavis
    • Mostra profilo
    • http://www.omniavis.it
    • E-mail
Ma siete proprio sicuri di aver letto bene???
Nella risposta al secondo quesito della circolare del Min. Interno credo di aver letto altro (ammesso che abbiamo letto la stessa diffusa, peraltro, dal Mise).
Infatti, a seguito dell'introduzione della parola "parere", la CVLPS non dovrà più essere interessata ad esprimere il proprio parere anche in ordine alla dichiarazione del tecnico abilitato, ma come si spiega che la tabella A ai righi 78, 80 e 81 stabilisce che il Suap, ricevuta l'istanza, la deve trasmettere alla citata CVLPS??
Il Min. Interno chiarisce (si fa per dire) sostenendo che la stessa Commissione sarebbe interessata al parere in ordine alla lettera e) dell'art. 141, comma 1, del Reg. Esecuzione Tulps, per "il parere di controllo (successivo) sul rispetto delle norme e delle cautele imposte nonchè sul regolare funzionamento dei meccanismi di sicurezza" (ho riportato letteralmente quanto scritto nella circolare).
Orbene, da quanto sopra scritto trova giustificazione la necessità di inviare comunque gli atti alla stessa CVLPS.
Conclusione: certi obblighi sono duri a morire e il Min. Interno vuole continuare a tenere le mani su certe disposizioni e procedure, alla faccia della semplificazione.
Buon lavoro,
Michele Pezzullo

Ciao Michele,
ovviamente anche noi siamo sconcertati sul fatto che su temi così delicati (dai risvolti anche penali, come noto) non si sia fatta chiarezza (anche perchè ci voleva poco!!!).
Tuttavia riteniamo che NON CI SIANO DUBBI SUL FATTO CHE:
1) sotto le 200 persone nelle 24 ore si va in scia
2) sotto le 200 persone sopra 24 ore si PUO' andare in scia (misura di semplifizazione scelta dal Comune ai sensi dell'art. 5 dlgs 222/2016), altrimenti in autorizzazione. IN ENTRAMBI I CASI non si acquisisce parere preventivo della Commissione
3) tutte le scia/autorizzazioni SI INVIANO alla Commissione per eventuali controlli e vigilanza

Come detto si poteva rendere più esplicito ma così ricostruito è senz'altro una semplificazione e si mantiene la funzione di controllo della Commissione comunque prevista da TULPS e regolamento di attuazione.

Offline Michele Pezzullo

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 8
  • Karma: +2/-0
    • Mostra profilo
Ma siete proprio sicuri di aver letto bene???
Nella risposta al secondo quesito della circolare del Min. Interno credo di aver letto altro (ammesso che abbiamo letto la stessa diffusa, peraltro, dal Mise).
Infatti, a seguito dell'introduzione della parola "parere", la CVLPS non dovrà più essere interessata ad esprimere il proprio parere anche in ordine alla dichiarazione del tecnico abilitato, ma come si spiega che la tabella A ai righi 78, 80 e 81 stabilisce che il Suap, ricevuta l'istanza, la deve trasmettere alla citata CVLPS??
Il Min. Interno chiarisce (si fa per dire) sostenendo che la stessa Commissione sarebbe interessata al parere in ordine alla lettera e) dell'art. 141, comma 1, del Reg. Esecuzione Tulps, per "il parere di controllo (successivo) sul rispetto delle norme e delle cautele imposte nonchè sul regolare funzionamento dei meccanismi di sicurezza" (ho riportato letteralmente quanto scritto nella circolare).
Orbene, da quanto sopra scritto trova giustificazione la necessità di inviare comunque gli atti alla stessa CVLPS.
Conclusione: certi obblighi sono duri a morire e il Min. Interno vuole continuare a tenere le mani su certe disposizioni e procedure, alla faccia della semplificazione.
Buon lavoro,
Michele Pezzullo 

Offline Staff Omniavis

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 25.383
  • Karma: +51/-6
  • Lo Staff Omniavis
    • Mostra profilo
    • http://www.omniavis.it
    • E-mail
complimenti per la formulazione dei "chiarimenti": adesso mi è tutto più chiaro!
scusate lo sfogo, stavolta non ce la faccio proprio a stare zitta

Anche noi ci tratteniamo spesso nel commentare gli interventi del legislatore, le pezze del ministero e le cavolate che si leggono in giro!!!!!!!!!!!!!!!

Offline MIBI

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 4
  • Karma: +0/-0
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
complimenti per la formulazione dei "chiarimenti": adesso mi è tutto più chiaro!
scusate lo sfogo, stavolta non ce la faccio proprio a stare zitta

Offline Staff Omniavis

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 25.383
  • Karma: +51/-6
  • Lo Staff Omniavis
    • Mostra profilo
    • http://www.omniavis.it
    • E-mail
Risoluzione n. 133759 del 6 aprile 2017 - “Legge Madia”, in materia di riordino del sistema delle autorizzazioni amministrative – Quesiti in materia di regime delle attività di intrattenimento e pubblico spettacolo

La risoluzione "chiarisce" che non va acquisito il parere della Commissoine di vigilanza per locali sotto le 200 persone e che per gli eventi che si svolgono nelle 24 ore rimane la SCIA.

In allegato la risoluzione