Autore Topic: Itinerante che trasporta alimenti/bevande e notifica sanitaria  (Letto 1325 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Giovanni Fontana

  • Esperto
  • ***
  • Post: 144
  • Esperto
    • Mostra profilo
    • http://www.omniavis.it/web/forum/
    • E-mail
Re:Itinerante che trasporta alimenti/bevande e notifica sanitaria
« Risposta #3 il: 24 Maggio 2017, 22:23:02 »
Grazie!
******************
Giovanni Fontana - esperto OV
******************
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/omniavisnews/
TWITTER: https://twitter.com/omniavis
LINKEDIN: https://twitter.com/omniavis
YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/omniavis
TELEGRAM: https://telegram.me/omniavis
SEZIONE ABBONATI: http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=24906.0

Forum del Portale Omniavis.it

Re:Itinerante che trasporta alimenti/bevande e notifica sanitaria
« Risposta #3 il: 24 Maggio 2017, 22:23:02 »

 


Offline Staff Omniavis

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 32.185
  • Lo Staff Omniavis
    • Mostra profilo
    • Omniavis.it
    • E-mail
Re:Itinerante che trasporta alimenti/bevande e notifica sanitaria
« Risposta #2 il: 24 Maggio 2017, 11:02:40 »
Come già detto in altro post, abbiamo urgenza a fare dei controlli inerenti l'oggetto e, secondo l'Azienda USL competente per territorio, la notifica sanitaria è prevista per la sola impresa familiare, ma non per gli eventuali veicoli che utilizza. Questo, in base al contenuto della circolare di cui alla delibera della G.R. Toscana 470/2007, esecutiva del regolamento regionale approvato con d.P.G.R. 01.08.2006, n. 40.
In buona sostanza, la citata circolare, pur prevedendo che all'interno della notifica sanitaria presentata dall'impresa familiare vi sia anche un modello per inserire la tipologia di veicoli utilizzati, demanda ad un "gruppo di lavoro" il compito di predisporla. Ma, allo stato, risulterebbe che questo gruppo di lavoro non abbia ancora predisposto questo modello e dunque, l'impresario familiare, per quanto abbia l'obbligo di indicare il/i veicolo/i che utilizza per trasportare gli alimenti/bevande che intende vendere su area pubblica, non può farlo, in concreto, per carenza documentale.
A questo punto, l'unica violazione che l'organo di controllo (secondo l'Az. USL sentita, ci sono riserve sulla competenza della polizia locale, riguardando attività specifica dei tecnici della prevenzione) può accertare, è l'inidoneità, in concreto (veisolo sudicio, alimenti non protettio, ecc.) del trasporto degli alimenti/bevande.
Nel caso specifico, il trasporto avviene con una comune autovettura, per il tramite di contenitori di varo tipo, tra cui, alimenti autoprodotti e sporzionati in vaschette, prive di etichetta.
Cosa ne pensate?
Grazie.

Riteniamo perfettamente CONDIVISIBILE l'osservazione della Regione anche in merito ai dubbi sulla competenza dell'organo accertatore comunale.-
SUGGERIMENTO: inviate una relazione/rapporto all?Azienda Sanitaria che eventualmente valuterà l'adozione di misure amministrative (prescrizioni) o sanzionatorie.
NON CONSIGLIAMO di fare verbale 689.
******************
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/omniavisnews/
TWITTER: https://twitter.com/omniavis
LINKEDIN: https://twitter.com/omniavis
YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/omniavis
TELEGRAM: https://telegram.me/omniavis
SEZIONE ABBONATI: http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=24906.0

Offline Giovanni Fontana

  • Esperto
  • ***
  • Post: 144
  • Esperto
    • Mostra profilo
    • http://www.omniavis.it/web/forum/
    • E-mail
Itinerante che trasporta alimenti/bevande e notifica sanitaria
« Risposta #1 il: 23 Maggio 2017, 09:50:31 »
Come già detto in altro post, abbiamo urgenza a fare dei controlli inerenti l'oggetto e, secondo l'Azienda USL competente per territorio, la notifica sanitaria è prevista per la sola impresa familiare, ma non per gli eventuali veicoli che utilizza. Questo, in base al contenuto della circolare di cui alla delibera della G.R. Toscana 470/2007, esecutiva del regolamento regionale approvato con d.P.G.R. 01.08.2006, n. 40.
In buona sostanza, la citata circolare, pur prevedendo che all'interno della notifica sanitaria presentata dall'impresa familiare vi sia anche un modello per inserire la tipologia di veicoli utilizzati, demanda ad un "gruppo di lavoro" il compito di predisporla. Ma, allo stato, risulterebbe che questo gruppo di lavoro non abbia ancora predisposto questo modello e dunque, l'impresario familiare, per quanto abbia l'obbligo di indicare il/i veicolo/i che utilizza per trasportare gli alimenti/bevande che intende vendere su area pubblica, non può farlo, in concreto, per carenza documentale.
A questo punto, l'unica violazione che l'organo di controllo (secondo l'Az. USL sentita, ci sono riserve sulla competenza della polizia locale, riguardando attività specifica dei tecnici della prevenzione) può accertare, è l'inidoneità, in concreto (veisolo sudicio, alimenti non protettio, ecc.) del trasporto degli alimenti/bevande.
Nel caso specifico, il trasporto avviene con una comune autovettura, per il tramite di contenitori di varo tipo, tra cui, alimenti autoprodotti e sporzionati in vaschette, prive di etichetta.
Cosa ne pensate?
Grazie.
******************
Giovanni Fontana - esperto OV
******************
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/omniavisnews/
TWITTER: https://twitter.com/omniavis
LINKEDIN: https://twitter.com/omniavis
YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/omniavis
TELEGRAM: https://telegram.me/omniavis
SEZIONE ABBONATI: http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=24906.0