Autore Topic: organizzazione suap - dubbi  (Letto 1288 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Staff Omniavis

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 32.876
  • Lo Staff Omniavis
    • Mostra profilo
    • Omniavis.it
    • E-mail
Re:organizzazione suap - dubbi
« Risposta #2 il: 15 Novembre 2017, 08:21:14 »
I temi affrontati purtroppo ce li portiamo dietro da 20 anni (DPR 447/1998) e purtroppo scontano una questione che spesso non ci si dice e che va detta:
1) l'ufficio edilizia è sempre stato considerato più importante di quello commercio (per gli interessi in gioco, anche politici)
2) spesso i tecnici si sentono superiori agli amministrativi

Questo fa si che si digerisca male il "passare dal SUAP" se ciò non rappresenta che una forma di "supporto amministrativo", quasi neutro!!!!!!!!!!!!!!


Una volta che l’impresa ha presentato l’istanza telematica al SUAP l’ufficio (commercio)  lo trasmette all’ ufficio tecnico . Eseguita l’istruttoria, l’ UT rilascia  il permesso di costruire ma, anziche’ inviarlo all’ impresa, lo invia al SUAP affinche’ sia quest’ ultimo a comunicarlo, quale unico interlocutore dell’ impresa stessa.
Corretto ?

CORRETTO con la precisazione che ciò che rilasca l'ufficio tecnico può anche chiamarsi "permesso di costruire" ma non costituisce PROVVEDIMENTO FINALE in quanto acquisisce la natura provvedimentale solo con la risposta SUAP.
Con questa precisazione è corretto quanto dici


1° dubbio
Il SUAP deve limitarsi alla trasmissione del permesso di costruire oppure deve in qualche modo “assorbirlo”  in un proprio atto, che chiude il procedimento ?
Il DPR 160 a differenza del dpr 447 parla di RISPOSTA TELEMATICA UNICA, non parla di provvedimento, questo fa sì che tu possa adottare anche un "atto snello" che rappresenta una sorta di "lettera di accompagnamento".
GIURIDICAMENTE il tuo è il solo provvedimento amministrativo, ma che adotterai con MOTIVAZIONE PER RELAZIONEM, cioè allegando semplicemente l'atto dell'ufficio tecnico e rinviando a questo per le motivazioni in fatto e diritto.



2° dubbio
Chi ne avesse interesse contro quale atto potra’ eventualmente ricorrere ? contro il provvedimento del SUAP o contro il permesso di costruire ?
Contro il provvedimento SUAP, infatti devi inserire nella tua "lettera" "Avverso IL PRESENTE ATTOè ammesso ricorso bla bla bla"


3° dubbio
Se l’ UT rileva che nell’ambito del procedimento relativo al permesso di costruire sono necessari pareri o assensi di altri enti  puo’ provvedervi autonomamente ? deve in tal caso convocare una conferenza di servizi (disciplinata dalla legge regionale del settore edilizio ) ?
Oppure  deve comunicarlo al SUAP affinche’ si attivi  per convocare una conf. di servizi ?
LA SECONDA CHE HAI DETTO.
TUtti i pareri li acquisisce il SUAP anche se relativi ad endoprocedimenti interni.
Ciò detto NIENTE VIETA che il SUAP deleghi l'ufficio tecnico a gestire queste fasi. Basta mettersi d'accordo (anche con disposizione generale) ed allora l'ufficio tecnico funzionerà come delegato del SUAP e convoca e gestisce autonomamene queste fasi).
Un po' come avviene per l?AUA dove il SUAP manda in Regione/Provincia e fanno tutto loro!!! Per l'AUA c'è norma ... qui va preparata disposizione interna



4° dubbio
Spetta forse al richiedente individuare ed indicare gia’ nella domanda gli atti di assenso/pareri che sono necessari ai fini del permesso di costruire ?     
Sì e no ... nel senso che l'interessato è tenuto a dirlo ma sono elementi che vanno comunque rilevati d'ufficio

5° dubbio
E qualora non lo avesse fatto, puo’ essere invitato a farlo ?
Sì e no. Se tu sai già che è in zona a vincolo allora attivi la procedura ... tuttavia occorre ricordare che i procedimenti amministrativi sono AD ISTANZA DI PARTE, quindi se manca la volontà di attivarli non si possono attivare d'ufficio.

PRECISO:
- se non ha chiesto il parere ANAS per il nulla-osta relativo lo attivi d'ufficio in quanto è parere su procedimento principale. Se non ha chiesto deroga ASL sulle altezze .... devi farglielo chiedere in quanto endoprocedimento a parte
******************
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/omniavisnews/
TWITTER: https://twitter.com/omniavis
LINKEDIN: https://twitter.com/omniavis
YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/omniavis
TELEGRAM: https://telegram.me/omniavis
SEZIONE ABBONATI: http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=24906.0

Forum del Portale Omniavis.it

Re:organizzazione suap - dubbi
« Risposta #2 il: 15 Novembre 2017, 08:21:14 »

 


Offline alfreda

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 8
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
organizzazione suap - dubbi
« Risposta #1 il: 14 Novembre 2017, 19:35:55 »
Per la gestione del SUAP il ns. Comune ha adottato un portale telematico predisposto gratuitamente dalla Regione Friuli Venezia Giulia-
Nato sostanzialmente come portale per i procedimenti di competenza degli uffici commercio, il portale  e’ stato nel tempo implementato con i procedimenti dell’ edilizia  “produttiva” , tipici degli uffici tecnici.

Nel ns. Comune l’ufficio tecnico e l’ufficio commercio sono organicamente distinti.
Il SUAP e’ rimasto incardinato nell’ ufficio commercio, il cui responsabile deve emettere, ove necessario, l’atto finale.
In mancanza di un regolamento interno, sono nate alcune incertezze operative che vorremmo risolvere , coerentemente con gli obiettivi di semplificazione .

Facciamo il caso del permesso di costruire.

Una volta che l’impresa ha presentato l’istanza telematica al SUAP l’ufficio (commercio)  lo trasmette all’ ufficio tecnico . Eseguita l’istruttoria, l’ UT rilascia  il permesso di costruire ma, anziche’ inviarlo all’ impresa, lo invia al SUAP affinche’ sia quest’ ultimo a comunicarlo, quale unico interlocutore dell’ impresa stessa.

Corretto ?


1° dubbio
Il SUAP deve limitarsi alla trasmissione del permesso di costruire oppure deve in qualche modo “assorbirlo”  in un proprio atto, che chiude il procedimento ?

2° dubbio
Chi ne avesse interesse contro quale atto potra’ eventualmente ricorrere ? contro il provvedimento del SUAP o contro il permesso di costruire ? 

3° dubbio
Se l’ UT rileva che nell’ambito del procedimento relativo al permesso di costruire sono necessari pareri o assensi di altri enti  puo’ provvedervi autonomamente ? deve in tal caso convocare una conferenza di servizi (disciplinata dalla legge regionale del settore edilizio ) ?
Oppure  deve comunicarlo al SUAP affinche’ si attivi  per convocare una conf. di servizi ?

4° dubbio
Spetta forse al richiedente individuare ed indicare gia’ nella domanda gli atti di assenso/pareri che sono necessari ai fini del permesso di costruire ?     

5° dubbio
E qualora non lo avesse fatto, puo’ essere invitato a farlo ?