Forum del Portale Omniavis.it

News:

News

Guarda i nostri servizi per la PUBBLICA AMMINISTRAZIONE su http://www.omniavis.com/index.php/2013-11-10-07-07-12

Autore Topic: licenza spettacolo viaggiante?  (Letto 734 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Mario Maccantelli

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 4.042
    • Mostra profilo
    • http://www.omniavis.it/web/forum/
    • E-mail
Risposta #2 il: 08 Gennaio 2018, 19:42:13
È difficile rispondere perché occorrerebbe vedere nel concreto quale attività è effettivamente svolta.
A priori non posso escludere niente.

Effettivamente potrebbe trattarsi di esibizioni tramite animale al modo del circo equestre anche se senza tendone. Se c’è esibizione allora potrebbe concretizzarsi lo spettacolo di strada. Appartenere all’elenco delle attrazioni dello spettacolo viaggiante non è condizione necessaria per la determinazione dell’ipotesi spettacolo / trattenimento.
Al limite potrebbe rimanere nell’ambito del trattenimento anche se l’ipotesi si risolvesse in giretto per bambini nell’ambito di feste, sagre ecc. Anche se il parallelismo è ardito, potrei paragonare la cosa al trasporto di persone effettuato con i carri allegorici.

Un’altra ipotesi che sta fra il trattenimento e il trasporto di persone è rappresentato dal trasporto turistico su percorso prestabilito senza fermate. L’esempio classico è il trenino turistico delle località turistiche estive. Anche in questo caso, le amministrazioni comunali si dividono fra chi inquadra la cosa come attrazione e fra chi non la inquadra affatto, prevedendo una regolamentazione specifica per attività di trasporto “atipiche”
Vedi qua: http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=18305.0
E vedi qua, art. 32 e seguenti:
http://www.comune.gressoneylatrinite.ao.it/it-it/download/regolamento-per-la-disciplina-dei-servizi-pubblici-di-trasporto-non-di-linea-e-di-trasporto-atip-pdf-3923-5-1260-98007de1881b314df420cf4dc933e352.

Se, al contrario, l’attività si concretizza nel mero trasporto di persone per esigenze di mobilità proprie del cliente, allora vedo più attinente l’NCC e quindi l’applicazione della legge 21/92 con i tutti i requisiti necessari

* * * * *
Dott. Mario Maccantelli - collaboratore OV
* * * * *
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
http://buff.ly/254YT2F - http://buff.ly/254YIV4 - http://buff.ly/1TKy2B3 - http://buff.ly/1YHPD0G
http://buff.ly/1XE4T0e - http://buff.ly/1OD3y2q - http://buff.ly/1OD3VK4 - https://telegram.me/omniavis


Offline fulvia

  • Membro Senior
  • ****
  • Post: 184
    • Mostra profilo
    • E-mail
Risposta #1 il: 08 Gennaio 2018, 11:10:35
Buongiorno, un utente titolare di azienda agricola ha richiesto ed ottenuto, nell’anno 2010, una licenza per spettacolo di strada con cavallo e calesse.

Innanzitutto mi domando se detta licenza sia corretta in quanto, dai post letti, sembrerebbe quasi ricadere nella categoria del N.C.C.

Come secondo dubbio evidenzio che l’utente, durante le ultime festività natalizie si è presentato in altro Comune per operare con il suo calesse ed ha avuto contatti informali con organi di vigilanza i quali gli avrebbero fatto presente che la sua autorizzazione non è valida.

Questa loro affermazione potrebbe derivare dal fatto che, trattandosi di spettacolo viaggiante (in base alla licenza rilasciata a suo tempo), occorre richiedere apposita autorizzazione al Comune in cui si intende esercitare corredata di collaudo/revisione del calesse, certificazioni sanitarie aggiornate del cavallo e copia dell’assicurazione RCT?
Oppure, perché, chiaramente, questo tipo di attività NON ricade negli spettacoli viaggianti? E in quest’ultimo caso l’ufficio come potrà e dovrà comportarsi?
Ringrazio