Autore Topic: Fitto di azienda  (Letto 616 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 18.649
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:Fitto di azienda
« Risposta #2 il: 02 Febbraio 2018, 14:33:28 »
Il titolare di un azienda ricettiva alberghiera fitta a Caio la sua azienda con tutte le autorizzazioni. Dopo provvede a cancellarsi dalla Camera di commercio. Caio recede dal contratto e restituisce lo stabile al titolare.
La soluzione indicata è frequente e l'abbiamo affrontata altre volte

 Può il titolare reintestarsi le autorizzazione e poi fittare i locali ad una terza persona?
NON deve assolutamente reintestarsi le licenze in quanto lui non esercita.
Chiamiamo A il proprietario originario, B il primo affittuario, C il nuovo affittuario
A affitta a B
Quando scade l'affitto se A non intende esercitare si avrà:
Subingresso di C in A (indicando nelle note che C ha contratto con A)
Cessazione di B (eventuale)
NON serve una reintestazione di A in quanto non esercita l'attività


 Se non si possono reintestare, il  titolare non è più proprietario di una azienda ma  di uno stabile ad uso alberghiero. Il contratto non è di fitto di azienda ma bensì una semplice locazione di immobile?
L'azienda esiste anche se è nella proprietà di un "privato" non imprenditore. E questi la può cedere ad altro imprenditore

Il subentrante presenterà la SCIA di apertura nuova attività o di subingresso?
SUBINGRESSO come detto sopra

Forum del Portale Omniavis.it

Re:Fitto di azienda
« Risposta #2 il: 02 Febbraio 2018, 14:33:28 »

 


Offline Poerio Iacono Cristina P.

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 42
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Fitto di azienda
« Risposta #1 il: 02 Febbraio 2018, 12:01:01 »
Salve
Il titolare di un azienda ricettiva alberghiera fitta a Caio la sua azienda con tutte le autorizzazioni. Dopo provvede a cancellarsi dalla Camera di commercio. Caio recede dal contratto e restituisce lo stabile al titolare. Può il titolare reintestarsi le autorizzazione e poi fittare i locali ad una terza persona?  Se non si possono reintestare, il  titolare non è più proprietario di una azienda ma  di uno stabile ad uso alberghiero. Il contratto non è di fitto di azienda ma bensì una semplice locazione di immobile? Il subentrante presenterà la SCIA di apertura nuova attività o di subingresso?
Grazie
Cristina P. Poerio Iacono