Autore Topic: Attività estetista- Responsabile Tecnico  (Letto 4005 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Staff Omniavis

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 32.878
  • Lo Staff Omniavis
    • Mostra profilo
    • Omniavis.it
    • E-mail
Re:Attività estetista- Responsabile Tecnico
« Risposta #6 il: 15 Novembre 2019, 18:06:10 »
Attività di estetista e di acconciatore: la disciplina normativa (12/12/2019)



SEDE: CESCOT - via Stoppiani, 6/8 - Arezzo - Piano terra
DATA/ORARIO: 12 dicembre 2019 ore 9:30-13:30

Programma e scheda di iscrizione nella brochure
http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=52338.0
******************
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/omniavisnews/
TWITTER: https://twitter.com/omniavis
LINKEDIN: https://twitter.com/omniavis
YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/omniavis
TELEGRAM: https://telegram.me/omniavis
SEZIONE ABBONATI: http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=24906.0

Forum del Portale Omniavis.it

Re:Attività estetista- Responsabile Tecnico
« Risposta #6 il: 15 Novembre 2019, 18:06:10 »

 


Offline STELLARIO

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 4
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Attività estetista- Responsabile Tecnico
« Risposta #5 il: 15 Marzo 2018, 21:07:15 »
Buonasera, vorrei dare il mio contributo alla  discussione.Dal 14 settembre 2012, in base al D.Lgs. 147/2012 (artt. 15 e 16), le Camere di Commercio non rilasciano più le qualifiche professionali per acconciatori ed estetisti.
I soggetti che intendono svolgere l'attività di acconciatore e/o estetista, devono documentare il possesso dei necessari requisiti professionali, presentando, tramite lo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP), una segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) al Comune in cui ha sede l'impresa/unità locale.
i fini del riconoscimento della qualifica di acconciatore ed estetista è necessario dimostrare il possesso di uno dei requisiti professionali di seguito elencati:
a) frequenza  di un apposito corso di qualificazione della durata di 2 anni seguito da un corso di specializzazione, ovvero da un periodo di inserimento della durata di un anno presso un’impresa di acconciatore, da effettuarsi nell’arco di due anni e  superamento di un apposito esame teorico-pratico.
b) Titolarità di un esercizio di barbiereo estetista iscritto all'albo delle imprese artigiane e frequenza di un apposito corso di riqualificazione.
c) Esperienza professionale conseguita presso imprese di acconciatura o estetica in qualità di dipendente qualificato, familiare collaboratore o socio partecipante al lavoro con un periodo lavorativo a tempo pieno di tre anni, da effettuare nell’arco di cinque anni, e dallo svolgimento di un apposito corso di formazione teorica
Il periodo di inserimento è ridotto ad un anno, da effettuare nell’arco di due anni, qualora sia preceduto da un rapporto di apprendistato.
Il corso di formazione teorica di cui sopra può essere frequentato anche in costanza di un rapporto di lavoro, può essere sia frontale che in modalità fad -elearning - on line
I corsi devono essere seguiti presso scuole riconosciute dalla Regione/Provincia.
Di seguito alcun link dove è possibile seguire il corso di abilitazione professionale che consente di acquisire il titolo professionale che consente di presentare una SCIA presso la SUAP dove ha la residenza l’attività:
www.corsoestetistaonline.it
www.cefipform.it/corsi/corso-specializzazione-estetista-abilitazioneonline
https://www.facebook.com/corsoestetistaonline.it/
https://www.emagister.it/corso_specializzazione_acconciatore_online_abilitazione_par...
https://www.tuttoformazione.com/corso_corso-specializzazione-acconciatore-abilitazio...
www.corsoacconciatore.it/
https://www.cefipform.it/corsi/corso-specializzazione-acconciatore-abilitazione-parruc..
1.   www.specializzazioneestetistaonline.it/corso-abilitante.html
https://www.scuolaecorsi.it/corso-specializzazione-acconciatore-reggio-di-calabria(SeC...
www.vivastreet.it/corsi-formazione/.../corso-di-specializzazione...online/169077654
Nel caso di titolo di qualificazione professionale acquisito fuori dall’Italia è obbligatorio effettuare domanda di riconoscimento al Ministero dello sviluppo economico, Direzione generale per la concorrenza ed i consumatori, Uff. VI servizi e professioni, Via Molise 2 Roma

Offline piechi

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 43
    • Mostra profilo
Re:Attività estetista- Responsabile Tecnico
« Risposta #4 il: 06 Marzo 2018, 08:38:16 »
Si, è stata una mia omissione, anche se mi era chiaro. Grazie per la vostra preziosa collaborazione e cortesia. Buona giornata.

Offline Mario Maccantelli

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 5.194
    • Mostra profilo
    • http://www.omniavis.it/web/forum/
    • E-mail
Re:Attività estetista- Responsabile Tecnico
« Risposta #3 il: 03 Marzo 2018, 16:13:11 »
Provo a riassume

•   L’impresa artigiana nella forma dell’impresa individuale presuppone che il titolare debba possedere il requisito

•   L’impresa non artigiana nella forma dell’impresa individuale presuppone che il titolare possa anche non essere in possesso del requisito professionale (può non svolgere materialmente l’attività estitica). In tale caso il requisito sarà vantato dal responsabile tecnico (dipendente o familiare coadiuvante, ecc.)

•   L’impresa artigiana nella forma della società, ai sensi della legge n. 443/1985 presuppone che la maggioranza dei soci, ovvero uno nel caso di due soci, svolga in prevalenza lavoro personale, anche manuale. In questo caso, quindi, la maggioranza dei soci deve essere in possesso del requisito dando per scontato che la maggioranza lavori come acconciatore/estetista, ma potrebbe anche verificarsi il caso in cui un socio, comunque lavoratore in azienda, si occupi di altre mansioni (caso raro) e non di attività di acconciatore/estetista (manutenzione, pulizia, gestione). In questo caso potrebbe verificarsi che la maggioranza dei soci non possieda il requisito (es. 3 soci di cui un acconciatore, un factotum non acconciatore e uno non lavoratore).

•   Nel caso di impresa non artigiana nella forma della società potrebbe verificarsi che anche nessun socio sia in possesso del requisito professionale. In tale caso il requisito sarà vantato almeno dal responsabile tecnico.


Online Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 21.481
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:Attività estetista- Responsabile Tecnico
« Risposta #2 il: 02 Marzo 2018, 20:06:06 »
Premesso che la L. 1/90 (Disciplina dell’attività di estetista) prevede nei seguenti punti:
Art. 3.01. Per ogni sede dell’impresa dove viene esercitata l’attività deve essere designato almeno un Responsabile Tecnico nella persona del titolare, di un socio partecipante al lavoro, di un familiare coadiuvante o di un dipendente dell’impresa, il quale garantisce la propria presenza durante lo svolgimento della attività.
Art. 4.2. Nel caso di impresa artigiana esercitata in forma di società, anche cooperativa, i soci ed i dipendenti che esercitano professionalmente l’attività di estetista devono essere in possesso della qualificazione professionale di cui all’art. 3.
Art. 4.3. Nelle imprese diverse da quelle previste dalla legge 8 agosto 1985, n. 443, i soci ed i dipendenti che esercitano professionalmente l’attività di estetista devono essere in possesso della qualificazione professionale di cui all’art. 3

provo a riassumere:
- impresa artigiana in forma di società:                              tutti devono essere in possesso della qualifica professionale
- imprese non artigiane (sia individuali che societarie):      tutti devono essere in possesso della qualifica professionale   

per esclusione:
- impresa artigiana in forma di impresa individuale:            almeno un Responsabile Tecnico 
è corretta questa interpretazione?    Grazie anticipatamente

NO NON APPARE CORRETTA.

La qualifica la devono possedere SOLTANTO COLORO che operano professionalmente (titolare, socio, dipendente) ma non chi è nella società e fa altro (es. pulisce, tiene la contabilità, fa gli scontrini).

UNICA ECCEZIONE è il caso in cui si abbiano più sedi ed in ogni sede DEVE esserci un direttore tecnico CON LA QUALIFICA (anche se non esercita).
* * * * * * * * * *
Dott. Simone Chiarelli
simone.chiarelli@gmail.com
tel. 3337663638
* * * * * * * * * *
https://www.youtube.com/user/simonechiarelli

Offline piechi

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 43
    • Mostra profilo
Attività estetista- Responsabile Tecnico
« Risposta #1 il: 02 Marzo 2018, 10:43:52 »
Premesso che la L. 1/90 (Disciplina dell’attività di estetista) prevede nei seguenti punti:
Art. 3.01. Per ogni sede dell’impresa dove viene esercitata l’attività deve essere designato almeno un Responsabile Tecnico nella persona del titolare, di un socio partecipante al lavoro, di un familiare coadiuvante o di un dipendente dell’impresa, il quale garantisce la propria presenza durante lo svolgimento della attività.
Art. 4.2. Nel caso di impresa artigiana esercitata in forma di società, anche cooperativa, i soci ed i dipendenti che esercitano professionalmente l’attività di estetista devono essere in possesso della qualificazione professionale di cui all’art. 3.
Art. 4.3. Nelle imprese diverse da quelle previste dalla legge 8 agosto 1985, n. 443, i soci ed i dipendenti che esercitano professionalmente l’attività di estetista devono essere in possesso della qualificazione professionale di cui all’art. 3

provo a riassumere:
- impresa artigiana in forma di società:                              tutti devono essere in possesso della qualifica professionale
- imprese non artigiane (sia individuali che societarie):      tutti devono essere in possesso della qualifica professionale   

per esclusione:
- impresa artigiana in forma di impresa individuale:            almeno un Responsabile Tecnico 
è corretta questa interpretazione?    Grazie anticipatamente