Forum del Portale Omniavis.it

News:

News

Autore Topic: proroga e rinnovo  (Letto 83 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 16.672
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Omniavis srl
    • E-mail
Risposta #2 il: 03 Agosto 2018, 14:39:35
Nel contratto triennale inerente la gestione in concessione di un servizio, avente scadenza 30/06/2018, si prevedeva la facoltà di rinnovo per un periodo massimo di ulteriori 3 anni.  All’atto della scadenza del rapporto contrattuale, il rup non ha preso in considerazione l’opzione di rinnovo, disponendo invece una proroga del contratto di alcuni mesi, per non interrompere il servizio nelle more della definizione della nuova procedura di gara (che ha richiesto più tempo di quello inizialmente previsto).  Tale contratto è pertanto attualmente in regime di proroga.  A seguito di un ripensamento, ritenete che sia ancora possibile, con adeguate motivazioni, attivare il rinnovo, dando atto di un mero errore materiale o di valutazione del rup che, a suo tempo, aveva disposto una proroga in luogo di un rinnovo? In caso positivo, dovremmo includere nel periodo complessivo di rinnovo i mesi di proroga in precedenza autorizzati?
Grazie.

Diciamo che siamo "al limite" ... anche la "proroga tecnica" appare una forzatura in quanto rappresenta una misura ben poco "ragionevole" a fronte dell'inerzia dell'Amministrazione nell'adozione degli atti per la successione nel servizio e/o per la mancata tempestiva attivazione nel corso del triennio.
A favore dell'Amministrazione milita l'opzione di rinnovo ...

Ciò detto ... comunque agite sappiate che siete attaccabili dall'uno o dall'altro.

SUGGERIMENTO: l'opzione di rinnovo è stata scartata ed il relativo potere si è esaurito (anche se la controparte dovesse accettare rimarrebbero seri profili di illegittimità) ... quindi è preferibile continuare a sfruttare il periodo di proroga e procedere rapidamente all'affidamento ... nel rispetto dei principi di rotazione ecc...

Questo è un suggerimento ... ovviamente una soluzione può essere anche quella dell'esercizio postumo dell'opzione di rinnovo ... ovviamente in questo caso comprendendovi il periodo già intercorso di proroga tecnica ... magari (SUGGERIMENTO) prevedendo non un ulteriore triennio ba 1/2 anni così da diminuire eventuale impatto e ridurre i margini di ricorso

* * * * *
Dott. Simone Chiarelli - collaboratore OV
* * * * *
******************
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
http://buff.ly/254YT2F - http://buff.ly/254YIV4 - http://buff.ly/1TKy2B3 - http://buff.ly/1YHPD0G
http://buff.ly/1XE4T0e - http://buff.ly/1OD3y2q - http://buff.ly/1OD3VK4 - https://telegram.me/omniavis


Offline Chiara1978

  • Esperto
  • ***
  • Post: 67
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Risposta #1 il: 03 Agosto 2018, 14:28:50
Nel contratto triennale inerente la gestione in concessione di un servizio, avente scadenza 30/06/2018, si prevedeva la facoltà di rinnovo per un periodo massimo di ulteriori 3 anni.  All’atto della scadenza del rapporto contrattuale, il rup non ha preso in considerazione l’opzione di rinnovo, disponendo invece una proroga del contratto di alcuni mesi, per non interrompere il servizio nelle more della definizione della nuova procedura di gara (che ha richiesto più tempo di quello inizialmente previsto).  Tale contratto è pertanto attualmente in regime di proroga.  A seguito di un ripensamento, ritenete che sia ancora possibile, con adeguate motivazioni, attivare il rinnovo, dando atto di un mero errore materiale o di valutazione del rup che, a suo tempo, aveva disposto una proroga in luogo di un rinnovo? In caso positivo, dovremmo includere nel periodo complessivo di rinnovo i mesi di proroga in precedenza autorizzati?
Grazie.