Forum del Portale Omniavis.it

News:

News

Utilizza i nostri servizi gratuiti. Se vuoi assistenza, consulenza e formazione più specifica chiedi gratuitamente un preventivo a info@omniavis.it

Autore Topic: vendita sigarette elettroniche - novità normative 2018  (Letto 171 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Luca SDT

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 29
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Risposta #3 il: 31 Ottobre 2018, 14:31:45
Ringrazio molto.
Un buon pomeriggio



Offline Mario Maccantelli

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 4.159
    • Mostra profilo
    • http://www.omniavis.it/web/forum/
    • E-mail
Risposta #2 il: 30 Ottobre 2018, 21:27:26
Il legislatore si esprime molto spesso in termini ambigui, ormai è una costante. Ritengo che la norma voglia significare che i “tabacchini” o i “patentini” sono abilitati di per sé (in quanto tali) alla vendita dei prodotti da inalazione on nicotina o meno. La specificazione “esclusiva” è rimasta dalla prima stesura e va letta in funzione della pseudo deroga rappresentata dal comma 5-bis.

Con espressa autorizzazione ministeriale anche gli esercizi di vicinato, le farmacie e le parafarmacie possono vendere tali prodotti. Qua ci sarebbe da ragionare sulle parafarmacie. Le parafarmacie, infatti, sono “reparti” a servizio di es. di vicinato, di medie o di grandi strutture. Evidentemente si riferisce proprio al reparto, anche se è posto in una media o in una grande struttura.

Concordo con il fatto che i meri dispositivi meccanici sono oggettistica e come tale vendibile in modo libero.

Le sigarette elettroniche sono generi di monopolio. Il riferimento alla legge 1293/57 nel comma 5 citato è esplicito in questo senso. Vedi qua: https://www.adm.gov.it/portale/monopoli/tabacchi - ci trovi anche i liquidi da inalazione
questo sia che contengano nicotina o altre sostanze idonee a sostituire il consumo dei tabacchi. La distinzione non ha più ragion d’essere.

Il decreto direttoriale 47885 (pubblicato il 23/03/2018) si applica alle tre tipologie di esercizi, esistenti e future. L’art. 1, comma 1 e 2 mi pare chiaro in questo senso.

Se una tipologia di esercizio intende iniziare a vendere le sigarette elettroniche soggiace solo alle procedure del DD 47885. Rammenta che tale esercizio è già abilitato alla vendita al pubblico. Essendo generi monopolio non incidono sull’abilitazione alla vendita di competenza comunale.
 
Non c’è spazio per la normativa regionale.

* * * * *
Dott. Mario Maccantelli - collaboratore OV
* * * * *
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
http://buff.ly/254YT2F - http://buff.ly/254YIV4 - http://buff.ly/1TKy2B3 - http://buff.ly/1YHPD0G
http://buff.ly/1XE4T0e - http://buff.ly/1OD3y2q - http://buff.ly/1OD3VK4 - https://telegram.me/omniavis


Offline Luca SDT

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 29
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Risposta #1 il: 30 Ottobre 2018, 16:00:59
Cari amici di Omniavis buonasera.

Pongo quesito in materia di vendita di sigarette elettroniche, accessori, etc. alla luce delle novità apportate da l. 205/2017, d.l. 91/2018 e decr direttore AAMS n. 47885 marzo 2018.
Sul sito i post in materia ( e relative risposte) da me consultati non sono attualizzati alle novità normative sopra citate...almeno ritengo.
Per punti al fine di chiarirmi le idee,, ragionandoci assieme,grazie!:
- il c. 5, art. 62- quater parla di vendita in via esclusiva da parte dei "tabacchini" di "sigarette elettroniche", etc. etc., laddove il c. 5 bis disciplina la vendita degli stessi da parte di esercizi di vicinato, farmacie e parafarmacie. "In via esclusiva"quale il significato? È soltanto una cattiva formulazione del legislatore?;
- l'aut. AAMS richiesta NON riguarda "i dispositivi meccanici ed elettronici e le parti di ricambio". Questi sono normali prodotti ascrivibili al settore merceologico non alimentare?;
- le sigarette elettroniche/liquidi da inalazione, NON possono essere mai considerati generi di monopolio anche se è prescritta una istanza aut. all'AAMS.Corretto?! se sì la distinzione fatta - di cui a diversi post nel sito - tra sigarette elettroniche contenenti nicotina (= generi di monopolio) e quelle prive di nicotina (settore non alimentare - relativa SCIA) non ha più ragione d'essere! corretto?
- il decreto n. 47885 si applica a nuovi E già esistenti negozi di vicinato, farmacie e parafarmacie?;
- nel caso che un esercizio di vicinato esistente voglia aggiungere al proprio settore merceologico la vendita di sigarette elettroniche, oltre all'istanza aut. AAMS è necessario l'inoltro di alcunchè? (SCIA o una mera comunicazione);
- infine visto che le sigarette elettroniche non sono ascrivibili a generi di monopolio, sussistono margine d'intervento da parte del legislatore reg/prov.le in materia (beninteso NO su imposta di consumo, etc)?

Grazie in anticipo per il tempo dedicatomi. Mi scuso per la lunghezza del post

Luca