Autore Topic: Manovra 2019 - comma 700 - novità - imprenditori agricoli  (Letto 756 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 18.232
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:Manovra 2019 - comma 700 - novità - imprenditori agricoli
« Risposta #9 il: 09 Febbraio 2019, 16:47:39 »
Grazie dottore. Secondo lei dovrei fare il verbale di €5.000 con sequestro merce per vendita senza autorizzazione o cas'altro??

Il verbale non è di 5000 (5000 è l'entità della misura ridotta) ma è quello dell'art. 22 dlgs 114/1998 (scusa la precisazione!) con sequestro e distruzione o cessione ad associazioni.

Forum del Portale Omniavis.it

Re:Manovra 2019 - comma 700 - novità - imprenditori agricoli
« Risposta #9 il: 09 Febbraio 2019, 16:47:39 »

 


Offline Brunoanto

  • Membro Super
  • *****
  • Post: 1.113
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Manovra 2019 - comma 700 - novità - imprenditori agricoli
« Risposta #8 il: 08 Febbraio 2019, 21:29:25 »
Grazie dottore. Secondo lei dovrei fare il verbale di €5.000 con sequestro merce per vendita senza autorizzazione o cas'altro??

Offline Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 18.232
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:Manovra 2019 - comma 700 - novità - imprenditori agricoli
« Risposta #7 il: 08 Febbraio 2019, 17:19:39 »
Grazie dottore. Da noi succede spesso che i produttori agricoli si rechino nei mercati cd coperti dove si può entrare solo se possessori di partita Iva x acquistare e vendere. E qui comprano all'ingrosso. Può anche succedere che all'interno ci siano produttori che vendono ma così il controllo della polizia locale rimane impossibile..... Credo che comunque ananas e banane siano difficilmente acquistabili da produttori agricoli all'estero e penso di fare una nota in tal senso ai produttori agricoli del mio comune. Cosa ne pensa lei??? Vorrei evitare che vendesssero prodotti che non sono nostri caratteristici come frutti tropicali e mele, facendo una nota con la quale li invito a non vendere tali prodotti. Secondo lei lo posso fare??

Direi che sulla base della nuova normativa PUOI PROCEDERE a chiedere giustificativi, se questi non ci sono (cioè non hanno una fattura di acquisto dall'estero di prodotti del genere) ... tu fai il verbale!!!!

Offline Brunoanto

  • Membro Super
  • *****
  • Post: 1.113
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Manovra 2019 - comma 700 - novità - imprenditori agricoli
« Risposta #6 il: 07 Febbraio 2019, 09:18:04 »
Grazie dottore. Da noi succede spesso che i produttori agricoli si rechino nei mercati cd coperti dove si può entrare solo se possessori di partita Iva x acquistare e vendere. E qui comprano all'ingrosso. Può anche succedere che all'interno ci siano produttori che vendono ma così il controllo della polizia locale rimane impossibile..... Credo che comunque ananas e banane siano difficilmente acquistabili da produttori agricoli all'estero e penso di fare una nota in tal senso ai produttori agricoli del mio comune. Cosa ne pensa lei??? Vorrei evitare che vendesssero prodotti che non sono nostri caratteristici come frutti tropicali e mele, facendo una nota con la quale li invito a non vendere tali prodotti. Secondo lei lo posso fare??

Offline Staff Omniavis

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 31.349
  • Lo Staff Omniavis
    • Mostra profilo
    • Omniavis.it
    • E-mail
Re:Manovra 2019 - comma 700 - novità - imprenditori agricoli
« Risposta #5 il: 06 Febbraio 2019, 18:50:25 »
Quindi secondo Voi significa che tutto quello che acquistavano di esotico tipo ananas, banane, mango, non lo possono più vendere?
La vendita di altri prodotti può essere effettuata SOLO se si acquista direttamente da altri produttori agricoli ... in realtà il legislatore non vieta l'acquisto anche da produttori esteri e con commercio elettronico ... vieta solo di vendere ANANAS se lo compri al supermercato

E che ad esempio le mele (che in Puglia non si producono)possono venderle solo se si recano personalmente sul luogo di produzione  ele acquistano direttamente dal produttore agricolo)?
NO, la norma parla di vendita DIRETTA, cioè senza intermediari, non tramite accesso diretto sul luogo
******************
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/omniavisnews/
TWITTER: https://twitter.com/omniavis
LINKEDIN: https://twitter.com/omniavis
YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/omniavis
TELEGRAM: https://telegram.me/omniavis
SEZIONE ABBONATI: http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=24906.0

Offline Brunoanto

  • Membro Super
  • *****
  • Post: 1.113
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Manovra 2019 - comma 700 - novità - imprenditori agricoli
« Risposta #4 il: 06 Febbraio 2019, 14:29:26 »
Scusate se approfitto.
Quindi secondo Voi significa che tutto quello che acquistavano di esotico tipo ananas, banane, mango, non lo possono più vendere?

E che ad esempio le mele (che in Puglia non si producono)possono venderle solo se si recano personalmente sul luogo di produzione  ele acquistano direttamente dal produttore agricolo)?
Grazie

Offline Luca SDT

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 33
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Manovra 2019 - comma 700 - novità - imprenditori agricoli
« Risposta #3 il: 14 Gennaio 2019, 14:05:06 »
Bene così, grazie.
Dopo anni e anni di interventi pro imprenditori agricoli, un passettino in senso opposto.

Offline Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 18.232
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:Manovra 2019 - comma 700 - novità - imprenditori agricoli
« Risposta #2 il: 09 Gennaio 2019, 16:24:06 »
Carissimi ben ritrovati!
Innanzitutto buon anno! che sia sereno e ricco di gioie!

Quesito.
La "manovra 2019", al comma 700, ha modificato l'art. 4 del d.lgs n 228/2001 in merito alla vendita al dettaglio effettuata dagli imprendotori agricoli.
comma 700. All'articolo 4 del decreto legislativo 18 maggio 2001, n. 228,
dopo il comma 1 e' inserito il seguente:
     « 1-bis. Fermo restando quanto previsto al comma  1, anche  per l'osservanza delle  disposizioni  vigenti  in  materia  di igiene  e sanita', i medesimi soggetti di  cui  al  comma  1  possono  altresi' vendere direttamente  al  dettaglio  in  tutto  il  territorio  della Repubblica i prodotti agricoli e alimentari, appartenenti  ad  uno  o piu' comparti agronomici diversi da quelli dei prodotti della propria azienda,  purche'  direttamente  acquistati  da  altri   imprenditori agricoli.  Il  fatturato  derivante  dalla   vendita   dei   prodotti provenienti dalle rispettive aziende deve essere prevalente  rispetto al fatturato proveniente dal totale dei prodotti acquistati da  altri imprenditori agricoli ».
Si chiede di chiarire prego la portata di tale modifica.
Amplia quanto già potevano fare gli imprendotori agricoli?
Infine...l'introdotto rif. al concetto di fatturato prevalente, come va inteso in relazione allo speculare comma 8 dell'art. 4 ??

Grazie.
Buona giornata

Secondo me la norma ha voluto precisare che il 50%-1 del fatturato dell'imprenditore agricolo può essere costituito da prodotti agricoli SOLO SE acquistati da altri imprenditori agricoli - anche non IAP (e non da attività commerciali all'ingrosso o al dettaglio), cosa che invece era possibile con la precedente formulazione.

Il fatturato si riferisce alla disciplina del comma 4

D.Lgs. 18/05/2001, n. 228
Orientamento e modernizzazione del settore agricolo, a norma dell'articolo 7 della L. 5 marzo 2001, n. 57.
Pubblicato nella Gazz. Uff. 15 giugno 2001, n. 137, S.O.
4. Esercizio dell'attività di vendita.

1. Gli imprenditori agricoli, singoli o associati, iscritti nel registro delle imprese di cui all'art. 8 della legge 29 dicembre 1993, n. 580, possono vendere direttamente al dettaglio, in tutto il territorio della Repubblica, i prodotti provenienti in misura prevalente dalle rispettive aziende, osservate le disposizioni vigenti in materia di igiene e sanità.

2. La vendita diretta dei prodotti agricoli in forma itinerante è soggetta a comunicazione al comune del luogo ove ha sede l'azienda di produzione e può essere effettuata a decorrere dalla data di invio della medesima comunicazione. Per la vendita al dettaglio esercitata su superfici all'aperto nell'ambito dell'azienda agricola, nonché per la vendita esercitata in occasione di sagre, fiere, manifestazioni a carattere religioso, benefico o politico o di promozione dei prodotti tipici o locali, non è richiesta la comunicazione di inizio attività (5).

3. La comunicazione di cui al comma 2, oltre alle indicazioni delle generalità del richiedente, dell'iscrizione nel registro delle imprese e degli estremi di ubicazione dell'azienda, deve contenere la specificazione dei prodotti di cui s'intende praticare la vendita e delle modalità con cui si intende effettuarla, ivi compreso il commercio elettronico.

4. Qualora si intenda esercitare la vendita al dettaglio non in forma itinerante su aree pubbliche o in locali aperti al pubblico, la comunicazione è indirizzata al sindaco del comune in cui si intende esercitare la vendita. Per la vendita al dettaglio su aree pubbliche mediante l'utilizzo di un posteggio la comunicazione deve contenere la richiesta di assegnazione del posteggio medesimo, ai sensi dell'art. 28 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114.

4-bis. La vendita diretta mediante il commercio elettronico può essere iniziata contestualmente all'invio della comunicazione al comune del luogo ove ha sede l'azienda di produzione (6).

5. La presente disciplina si applica anche nel caso di vendita di prodotti derivati, ottenuti a seguito di attività di manipolazione o trasformazione dei prodotti agricoli e zootecnici, finalizzate al completo sfruttamento del ciclo produttivo dell'impresa.

6. Non possono esercitare l'attività di vendita diretta gli imprenditori agricoli, singoli o soci di società di persone e le persone giuridiche i cui amministratori abbiano riportato, nell'espletamento delle funzioni connesse alla carica ricoperta nella società, condanne con sentenza passata in giudicato, per delitti in materia di igiene e sanità o di frode nella preparazione degli alimenti nel quinquennio precedente all'inizio dell'esercizio dell'attività. Il divieto ha efficacia per un periodo di cinque anni dal passaggio in giudicato della sentenza di condanna.

7. Alla vendita diretta disciplinata dal presente decreto legislativo continuano a non applicarsi le disposizioni di cui al decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114, in conformità a quanto stabilito dall'articolo 4, comma 2, lettera d), del medesimo decreto legislativo n. 114 del 1998.

8. Qualora l'ammontare dei ricavi derivanti dalla vendita dei prodotti non provenienti dalle rispettive aziende nell'anno solare precedente sia superiore a 160.000 euro per gli imprenditori individuali ovvero a 4 milioni di euro per le società, si applicano le disposizioni del citato decreto legislativo n. 114 del 1998 (7) (8).

8-bis. In conformità a quanto previsto dall'articolo 34 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, nell'ambito dell'esercizio della vendita diretta è consentito vendere prodotti agricoli, anche manipolati o trasformati, già pronti per il consumo, mediante l'utilizzo di strutture mobili nella disponibilità dell'impresa agricola, anche in modalità itinerante su aree pubbliche o private, nonché il consumo immediato dei prodotti oggetto di vendita, utilizzando i locali e gli arredi nella disponibilità dell'imprenditore agricolo, con l'esclusione del servizio assistito di somministrazione e con l'osservanza delle prescrizioni generali di carattere igienico-sanitario (9).

8-ter. L'attività di vendita diretta dei prodotti agricoli ai sensi del presente articolo non comporta cambio di destinazione d'uso dei locali ove si svolge la vendita e può esercitarsi su tutto il territorio comunale a prescindere dalla destinazione urbanistica della zona in cui sono ubicati i locali a ciò destinati (10).

(5) Comma così modificato prima dall'art. 2-quinquies, D.L. 10 gennaio 2006, n. 2, nel testo integrato dalla relativa legge di conversione, poi dal comma 1 dell'art. 27, D.L. 9 febbraio 2012, n. 5 e, infine, dalla lett. a) del comma 1 dell'art. 30-bis, D.L. 21 giugno 2013, n. 69, nel testo integrato dalla legge di conversione 9 agosto 2013, n. 98.

(6) Comma aggiunto dalla lett. b) del comma 1 dell'art. 30-bis, D.L. 21 giugno 2013, n. 69, nel testo integrato dalla legge di conversione 9 agosto 2013, n. 98.

(7) Comma così modificato dal comma 1064 dell'art. 1, L. 27 dicembre 2006, n. 296.

(8) Sull'applicabilità della disciplina di cui al presente articolo vedi l'art. 4, D.Lgs. 29 marzo 2004, n. 99.

(9) Comma aggiunto dalla lett. c) del comma 1 dell'art. 30-bis, D.L. 21 giugno 2013, n. 69, nel testo integrato dalla legge di conversione 9 agosto 2013, n. 98, e, successivamente, così modificato dall'art. 13, comma 7, del presente provvedimento, come sostituito dall'art. 1, comma 499, L. 27 dicembre 2017, n. 205, a decorrere dal 1° gennaio 2018.

(10) Comma aggiunto dalla lett. c) del comma 1 dell'art. 30-bis, D.L. 21 giugno 2013, n. 69, nel testo integrato dalla legge di conversione 9 agosto 2013, n. 98.

Offline Luca SDT

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 33
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Manovra 2019 - comma 700 - novità - imprenditori agricoli
« Risposta #1 il: 09 Gennaio 2019, 11:28:45 »
Carissimi ben ritrovati!
Innanzitutto buon anno! che sia sereno e ricco di gioie!

Quesito.
La "manovra 2019", al comma 700, ha modificato l'art. 4 del d.lgs n 228/2001 in merito alla vendita al dettaglio effettuata dagli imprendotori agricoli.
comma 700. All'articolo 4 del decreto legislativo 18 maggio 2001, n. 228,
dopo il comma 1 e' inserito il seguente:
     « 1-bis. Fermo restando quanto previsto al comma  1, anche  per l'osservanza delle  disposizioni  vigenti  in  materia  di igiene  e sanita', i medesimi soggetti di  cui  al  comma  1  possono  altresi' vendere direttamente  al  dettaglio  in  tutto  il  territorio  della Repubblica i prodotti agricoli e alimentari, appartenenti  ad  uno  o piu' comparti agronomici diversi da quelli dei prodotti della propria azienda,  purche'  direttamente  acquistati  da  altri   imprenditori agricoli.  Il  fatturato  derivante  dalla   vendita   dei   prodotti provenienti dalle rispettive aziende deve essere prevalente  rispetto al fatturato proveniente dal totale dei prodotti acquistati da  altri imprenditori agricoli ».
Si chiede di chiarire prego la portata di tale modifica.
Amplia quanto già potevano fare gli imprendotori agricoli?
Infine...l'introdotto rif. al concetto di fatturato prevalente, come va inteso in relazione allo speculare comma 8 dell'art. 4 ??

Grazie.
Buona giornata