Autore Topic: agibilità  (Letto 415 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 18.510
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:agibilità
« Risposta #2 il: 16 Gennaio 2019, 17:38:02 »
In materia di agibilità/abitabilità,  fonti sostengono che per le costruzioni realizzate ante L.765/1967 non è possibile richiedere il “titolo abilitativo”…oppure che solo dopo il 30.06.2003 (data effettiva di entrata in vigore del DPR 380/2001), si può chiedere il rilascio del titolo abitativo, ma solo per le case nuove, ristrutturate, o impianti nuovi….
Domanda: il personale di vigilanza delle amministrazioni (polizia locale, ispettori ASL, forze dell’ordine ecc…), che deve accertare se quella casa o quel negozio o quella costruzione sia in possesso di tutti i requisiti previsti per legge: dal punto di vista progettuale, statico, impiantistico, igienico-sanitario ecc……….ovvero sia in una parola “agibile” a quale regola deve attenersi?....
L’Agente, l’ispettore o altri Ufficiali o Agenti di P.G. potranno o non potranno sanzionare il proprietario del fabbricato, nel caso fosse sprovvisto dell’attestazione (ora SCIA) di agibilità, ovvero, della certezza che quella casa sia stata realizzata secondo i dettami della normativa in vigore???....

Non spetta certo all'organo di vigilanza dirimere l'annosa questione.

Il VIGILE farà verbale e rimettere all'ufficio tecnico che se conferma la carenza di agibilità segnalerà per la relativa sanzione.

NON ritengo corretto che la questione si affronti a livello di vigilanza .... nel merito poi la tesi prevalente è quella che colloca al 1942 la data per il titolo edilizio, al 1967 per l'agibilità, al 2003 per taluni interventi ... e ad OGNI VARIAZIONE DI LEGGE per i vari interventi che passano da una tipologia all'altra.
La questione è complessa

Forum del Portale Omniavis.it

Re:agibilità
« Risposta #2 il: 16 Gennaio 2019, 17:38:02 »

 


Offline Maruccia

  • Membro Super
  • *****
  • Post: 379
    • Mostra profilo
    • E-mail
agibilità
« Risposta #1 il: 15 Gennaio 2019, 19:13:52 »
In materia di agibilità/abitabilità,  fonti sostengono che per le costruzioni realizzate ante L.765/1967 non è possibile richiedere il “titolo abilitativo”…oppure che solo dopo il 30.06.2003 (data effettiva di entrata in vigore del DPR 380/2001), si può chiedere il rilascio del titolo abitativo, ma solo per le case nuove, ristrutturate, o impianti nuovi….
Domanda: il personale di vigilanza delle amministrazioni (polizia locale, ispettori ASL, forze dell’ordine ecc…), che deve accertare se quella casa o quel negozio o quella costruzione sia in possesso di tutti i requisiti previsti per legge: dal punto di vista progettuale, statico, impiantistico, igienico-sanitario ecc……….ovvero sia in una parola “agibile” a quale regola deve attenersi?....
L’Agente, l’ispettore o altri Ufficiali o Agenti di P.G. potranno o non potranno sanzionare il proprietario del fabbricato, nel caso fosse sprovvisto dell’attestazione (ora SCIA) di agibilità, ovvero, della certezza che quella casa sia stata realizzata secondo i dettami della normativa in vigore???....