Autore Topic: procedimenti AUA  (Letto 556 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline ENRICOS

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 3
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Re:procedimenti AUA
« Risposta #3 il: 03 Febbraio 2019, 14:42:25 »
Premesso che secondo me l'AUA la rilascia il SUAP (a cui viene presentata l'istanza) e non la Provincia:
1* caso) La Provincia procede ai sensi della L.241/90 ?? riporto testualmente il DPR 59/2013: "La conferenza di servizi è sempre indetta dal SUAP nei casi previsti dalla legge 7 agosto 1990, n. 241"  - inoltre, sempre il DPR 59/2013 prevede: la Provincia o la diversa autorità indicata dalla normativa regionale quale competente ai fini del rilascio, rinnovo e aggiornamento dell'autorizzazione unica ambientale, che confluisce nel provvedimento conclusivo del procedimento adottato dallo sportello unico per le attività produttive, ai sensi dell'articolo 7 del d.P.R. 7 settembre 2010, n. 160, ovvero nella determinazione motivata di cui all'articolo 14-ter, comma 6-bis, della legge 7 agosto 1990, n. 241. Vi ricordo che la Provincia, con l'attuale previsione dettata dalla Legge del RIO, è un'ente di secondo livello che entra nel procedimento del SUAP. La provincia indice la conferenza di servizi "ove previsto" che, nel caso dei procedimenti sostituiti dall'AUA, è l'art.269 del D.Lgs.152/06 (emissioni in atmosfera).

2° caso) in questo caso riterrei più opportuno effettuare l'archiviazione dell'istanza in quanto, essendo necessari ulteriori titoli per l'adozione dell'AUA da parte della Provincia, il SUAP non ha partecipato attivamente al procedimento (non ha effettuato le dovute attività previste dalla L.241/90) e pertanto non ha trasmesso detti titoli.

Forum del Portale Omniavis.it

Re:procedimenti AUA
« Risposta #3 il: 03 Febbraio 2019, 14:42:25 »

 


Offline Staff Omniavis

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 32.520
  • Lo Staff Omniavis
    • Mostra profilo
    • Omniavis.it
    • E-mail
Re:procedimenti AUA
« Risposta #2 il: 02 Febbraio 2019, 17:13:02 »
1) Istanze trasmesse dai SUAP, comprendenti anche altri titoli di Enti diversi dalla Provincia, per le quali a distanza di oltre un anno la Provincia ancora non riceve i titoli che compongono l’AUA;
La Provincia deve procedere ai sensi della L. 241/1990 con conferenza asincrona, sincrona, rappresentante unico, silenzio ed eventuale conclusione negativa consentendo ricorso

2) Istanze trasmesse dai SUAP sottoposte dalla Provincia a “verifica formale” per le quali è stata redatta un’istruttoria e relativa comunicazione al SUAP competente, contenente l’indicazione dei titoli da acquisire da parte degli altri Enti nonché eventuali integrazioni documentali per concludere i titoli di competenza della Provincia, per le quali, nonostante sono trascorsi i tempi procedimentali da oltre un anno, i SUAP non hanno trasmesso alla Provincia quanto richiesto;
Qui mi sembra ancora più grave, anche in questo caso però si deve applicare il silenzio-assenso e procedere alla conferena sincrona

3) Istanze che, sulla base delle modifiche introdotte dal D.Lgs. 127/2016, sia alla L.241/90 nonché al DPR 59/2013,  che obbligano i SUAP all’indizione della Conferenza di Servizi, sono invece trasmesse alla Provincia, dai SUAP, senza che sia stata indetta la conferenza dei servizi, sebbene siano trascorsi i tempi procedimentali da oltre un anno.
Qui non comprendo ... l'AUA è di competenza della Provincia. SUAP rimane competente per eventuali procedimenti EXTRA-AUA che non dovrebbero essere coinvolti dai ritardi dell'AUA

A questo punto ... se si è decaduto dall'azione avverso il silenzio-inadempimento rimangono altre soluzioni (causa civile) o sollecito


Decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104
Attuazione dell'articolo 44 della legge 18 giugno 2009, n. 69, recante delega al governo per il riordino del processo amministrativo

Art. 31. Azione avverso il silenzio e declaratoria di nullità

1. Decorsi i termini per la conclusione del procedimento amministrativo e negli altri casi previsti dalla legge, chi vi ha interesse può chiedere l'accertamento dell'obbligo dell'amministrazione di provvedere.
(comma così modificato dall'art. 1, comma 1, d.lgs. n. 195 del 2011)

2. L'azione può essere proposta fintanto che perdura l'inadempimento e, comunque, non oltre un anno dalla scadenza del termine di conclusione del procedimento. E' fatta salva la riproponibilità dell'istanza di avvio del procedimento ove ne ricorrano i presupposti.

3. Il giudice può pronunciare sulla fondatezza della pretesa dedotta in giudizio solo quando si tratta di attività vincolata o quando risulta che non residuano ulteriori margini di esercizio della discrezionalità e non sono necessari adempimenti istruttori che debbano essere compiuti dall'amministrazione.

4. La domanda volta all'accertamento delle nullità previste dalla legge si propone entro il termine di decadenza di centottanta giorni. La nullità dell'atto può sempre essere opposta dalla parte resistente o essere rilevata d'ufficio dal giudice. Le disposizioni del presente comma non si applicano alle nullità di cui all'articolo 114, comma 4, lettera b), per le quali restano ferme le disposizioni del Titolo I del Libro IV.
******************
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/omniavisnews/
TWITTER: https://twitter.com/omniavis
LINKEDIN: https://twitter.com/omniavis
YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/omniavis
TELEGRAM: https://telegram.me/omniavis
SEZIONE ABBONATI: http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=24906.0

Offline ENRICOS

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 3
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
procedimenti AUA
« Risposta #1 il: 01 Febbraio 2019, 18:54:13 »
In merito ai procedimenti AUA, trasferiti dai SUAP, alla Provincia, emergono situazioni particolari (comunque per aspetti di carattere generale) che di seguito se descrivono:
1) Istanze trasmesse dai SUAP, comprendenti anche altri titoli di Enti diversi dalla Provincia, per le quali a distanza di oltre un anno la Provincia ancora non riceve i titoli che compongono l’AUA;
2) Istanze trasmesse dai SUAP sottoposte dalla Provincia a “verifica formale” per le quali è stata redatta un’istruttoria e relativa comunicazione al SUAP competente, contenente l’indicazione dei titoli da acquisire da parte degli altri Enti nonché eventuali integrazioni documentali per concludere i titoli di competenza della Provincia, per le quali, nonostante sono trascorsi i tempi procedimentali da oltre un anno, i SUAP non hanno trasmesso alla Provincia quanto richiesto;
3) Istanze che, sulla base delle modifiche introdotte dal D.Lgs. 127/2016, sia alla L.241/90 nonché al DPR 59/2013,  che obbligano i SUAP all’indizione della Conferenza di Servizi, sono invece trasmesse alla Provincia, dai SUAP, senza che sia stata indetta la conferenza dei servizi, sebbene siano trascorsi i tempi procedimentali da oltre un anno.
Come avete letto ho sempre parlato di "un anno" pensando a quanto previsto dall'art.  31 del D.Lgs. 02.07.2010 n° 104 (c.p.a.). Secondo Voi come dovrebbero comportarsi le predette amministrazioni nelle diverse casistiche? Considerate che i procedimenti sono innumerevoli e gli uffici soffrono, un notevole ritardo.