Autore Topic: agibilità locali in esercizio di somministrazione  (Letto 584 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Staff Omniavis

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 31.349
  • Lo Staff Omniavis
    • Mostra profilo
    • Omniavis.it
    • E-mail
Re:agibilità locali in esercizio di somministrazione
« Risposta #6 il: 06 Maggio 2019, 14:24:47 »
Scusate ma è poco che mi sto occupando di questa materia:

Il portale impresainungiorno è un programma a livello nazionale cioè uguale per tutti o regionale?

Il mio quesito in questo è questo:

Mi sono accorta che in parecchie pratiche non viene compilato il quadro "altre dichiarazioni" relativo appunto alle dichiarazioni edilizie ecc. previste dall'art. 52, comma 2 l.r. 1/2007 (per la Liguria) e dall'art. 18 stessa legge per gli esercizi di vicinato, nel modello cartaceo era sicuramente visibile la mancata compilazione in quanto il quadro era comunque presente, mentre con la scia informatica se non viene compilato il quadro non compare.

ora posto che secondo me ci vorrebbe un blocco nel programma che non consentisse di continuare nel caso non vengano compilato campi obbligatori.

Ho mandato una comunicazione ad un'impresa dicendo la scia si restituisce in quanto mancante del qualro "altre dichiarazioni" ma la scia resta sul portale come pervenuta, mentre nel caso di cartaceo avrei potuto rispedirla indietro...

Insomma qual'è il modo più corretto di comportarsi in questo caso piuttosto frequente?

Se manca una dichiarazione essenziale la scia è irricevibile e la devi dichiarare tale (non torna il concetto di "rimandare indietro" ... in elettronica non si rispedisce ed anche nel cartaceo NON ANDAVA RESTITUITA MATERIALMENTE).

A parte questo ... il portale è NAZIONALE non personalizzabile e quindi possono verificarsi tali problematiche che si risolvono chiedendo di allegare documentazione nel campo "allegati vari" o analogo
******************
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/omniavisnews/
TWITTER: https://twitter.com/omniavis
LINKEDIN: https://twitter.com/omniavis
YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/omniavis
TELEGRAM: https://telegram.me/omniavis
SEZIONE ABBONATI: http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=24906.0

Forum del Portale Omniavis.it

Re:agibilità locali in esercizio di somministrazione
« Risposta #6 il: 06 Maggio 2019, 14:24:47 »

 


Offline elena5001

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 35
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Re:agibilità locali in esercizio di somministrazione
« Risposta #5 il: 06 Maggio 2019, 10:25:44 »
Scusate ma è poco che mi sto occupando di questa materia:

Il portale impresainungiorno è un programma a livello nazionale cioè uguale per tutti o regionale?

Il mio quesito in questo è questo:

Mi sono accorta che in parecchie pratiche non viene compilato il quadro "altre dichiarazioni" relativo appunto alle dichiarazioni edilizie ecc. previste dall'art. 52, comma 2 l.r. 1/2007 (per la Liguria) e dall'art. 18 stessa legge per gli esercizi di vicinato, nel modello cartaceo era sicuramente visibile la mancata compilazione in quanto il quadro era comunque presente, mentre con la scia informatica se non viene compilato il quadro non compare.

ora posto che secondo me ci vorrebbe un blocco nel programma che non consentisse di continuare nel caso non vengano compilato campi obbligatori.

Ho mandato una comunicazione ad un'impresa dicendo la scia si restituisce in quanto mancante del qualro "altre dichiarazioni" ma la scia resta sul portale come pervenuta, mentre nel caso di cartaceo avrei potuto rispedirla indietro...

Insomma qual'è il modo più corretto di comportarsi in questo caso piuttosto frequente?


Offline Staff Omniavis

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 31.349
  • Lo Staff Omniavis
    • Mostra profilo
    • Omniavis.it
    • E-mail
Re:agibilità locali in esercizio di somministrazione
« Risposta #4 il: 05 Maggio 2019, 10:08:02 »
Il modello di scia per avvio attività di somm.ne presente sul portale regionale riporta le seguenti dichiarazioni:

Il/la sottoscritto/a dichiara, relativamente ai locali di esercizio, di aver rispettato:

[ ] le norme urbanistiche, edilizie, nonchè quelle relative alla destinazione d’uso
[ ] le norme igienico-sanitarie e di sicurezza nei luoghi di lavoro
[ ] che i locali sede dell’attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande possiedono i requisiti
di sorvegliabilità

ma non cita mai l’agibilità. In teoria potrebbero anche avviare senza, dichiarando quanto sopra.
Potete darmi delucidazioni in merito. Grazie

Stavo cercando queste dichiarazioni nella scia ma non le trovo, mi dite più o meno dove sono collocate?
[/quote]

L'agibilità è un requisito dell'IMMOBILE e non dell'attività.
Se il soggetto opera senza agibilità (premesso che potrebbe anche farlo legittimamente se si tratta di immobile non soggetto .... e ve ne sono) dal punto di vista AMMINISTRATIVO è a posto ... sarà l'edilizia a fare sanzione e eventuale ordinanza di inutilizzabilità dell'immobile.
******************
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/omniavisnews/
TWITTER: https://twitter.com/omniavis
LINKEDIN: https://twitter.com/omniavis
YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/omniavis
TELEGRAM: https://telegram.me/omniavis
SEZIONE ABBONATI: http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=24906.0

Offline elena5001

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 35
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Re:agibilità locali in esercizio di somministrazione
« Risposta #3 il: 04 Maggio 2019, 09:58:49 »
Il modello di scia per avvio attività di somm.ne presente sul portale regionale riporta le seguenti dichiarazioni:

Il/la sottoscritto/a dichiara, relativamente ai locali di esercizio, di aver rispettato:

[ ] le norme urbanistiche, edilizie, nonchè quelle relative alla destinazione d’uso
[ ] le norme igienico-sanitarie e di sicurezza nei luoghi di lavoro
[ ] che i locali sede dell’attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande possiedono i requisiti
di sorvegliabilità

ma non cita mai l’agibilità. In teoria potrebbero anche avviare senza, dichiarando quanto sopra.
Potete darmi delucidazioni in merito. Grazie
[/quote]

Stavo cercando queste dichiarazioni nella scia ma non le trovo, mi dite più o meno dove sono collocate?

Offline Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 18.232
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:agibilità locali in esercizio di somministrazione
« Risposta #2 il: 13 Febbraio 2019, 17:09:16 »
Siamo in Toscana, esercizio di somm.ne alimenti e bevande avviato negli anni ‘90 con successivo subentro senza modifiche avvenuto nel 2009, attività cessata definitivamente nel 2017.
Oggi una società interessata vuole aprire lo stesso tipo di attività nei medesimi locali.
I locali sono sprovvisti di certificato di agibilità.
Per riaprire devono prima presentare agibilità locali (se ne ricorrono i presupposti), è giusto o sbagliato?
Il modello di scia per avvio attività di somm.ne presente sul portale regionale riporta le seguenti dichiarazioni:

Il/la sottoscritto/a dichiara, relativamente ai locali di esercizio, di aver rispettato:

[ ] le norme urbanistiche, edilizie, nonchè quelle relative alla destinazione d’uso
[ ] le norme igienico-sanitarie e di sicurezza nei luoghi di lavoro
[ ] che i locali sede dell’attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande possiedono i requisiti
di sorvegliabilità

ma non cita mai l’agibilità. In teoria potrebbero anche avviare senza, dichiarando quanto sopra.
Potete darmi delucidazioni in merito. Grazie

L'agibilità riguarda l'immobile E NON l''attività.
Se l'immobile era soggetto ad agibilità tale obbligo valeva per il precedente titolare come vale per il nuovo ma NON COSTITUISCE CONDIZIONE per la scia.
Quindi può presentare scia.
Se l'agibilità era dovuta e usa locali senza agibilità si applicano le relative sanzioni!

Offline Federica@

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 25
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
agibilità locali in esercizio di somministrazione
« Risposta #1 il: 12 Febbraio 2019, 09:39:15 »
Siamo in Toscana, esercizio di somm.ne alimenti e bevande avviato negli anni ‘90 con successivo subentro senza modifiche avvenuto nel 2009, attività cessata definitivamente nel 2017.
Oggi una società interessata vuole aprire lo stesso tipo di attività nei medesimi locali.
I locali sono sprovvisti di certificato di agibilità.
Per riaprire devono prima presentare agibilità locali (se ne ricorrono i presupposti), è giusto o sbagliato?
Il modello di scia per avvio attività di somm.ne presente sul portale regionale riporta le seguenti dichiarazioni:

Il/la sottoscritto/a dichiara, relativamente ai locali di esercizio, di aver rispettato:

[ ] le norme urbanistiche, edilizie, nonchè quelle relative alla destinazione d’uso
[ ] le norme igienico-sanitarie e di sicurezza nei luoghi di lavoro
[ ] che i locali sede dell’attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande possiedono i requisiti
di sorvegliabilità

ma non cita mai l’agibilità. In teoria potrebbero anche avviare senza, dichiarando quanto sopra.
Potete darmi delucidazioni in merito. Grazie