Autore Topic: DECRETO SEMPLIFICAZIONI: LEGGE 11 febbraio 2019, n. 12  (Letto 2027 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Staff Omniavis

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 32.490
  • Lo Staff Omniavis
    • Mostra profilo
    • Omniavis.it
    • E-mail
Re:DECRETO SEMPLIFICAZIONI: LEGGE 11 febbraio 2019, n. 12
« Risposta #6 il: 13 Febbraio 2019, 07:08:40 »



Art. 8-bis. (Misure di semplificazione per l’innovazione)
1. Al decreto legislativo 15 febbraio
2016, n. 33, sono apportate le seguenti
modificazioni:
a) all’articolo 7, dopo il comma 2
sono aggiunti i seguenti:
« 2-bis. Qualora siano utilizzate infrastrutture
fisiche esistenti e tecnologie di
scavo a basso impatto ambientale in presenza
di sottoservizi, ai fini dell’autorizzazione
archeologica di cui all’articolo 21 del
codice di cui al decreto legislativo 22 gennaio
2004, n. 42, l’avvio dei lavori è subordinato
alla trasmissione, da parte dell’operatore
di rete alla soprintendenza competente,
di documentazione cartografica rilasciata
dalle competenti autorità locali che
attesti la sovrapposizione dell’intero tracciato
ai sottoservizi esistenti. La disposizione
si applica anche alla realizzazione
dei pozzetti accessori alle infrastrutture
stesse, qualora essi siano realizzati al di
sopra dei medesimi sottoservizi preesistenti.
L’operatore di rete comunica, con
un preavviso di almeno quindici giorni,
l’inizio dei lavori alla soprintendenza competente.
Qualora la posa in opera dei sottoservizi
interessi spazi aperti nei centri
storici, è altresì depositato presso la soprintendenza,
ai fini della preventiva approvazione,
apposito elaborato tecnico che
dia conto anche della risistemazione degli
spazi oggetto degli interventi.
2-ter. Qualora siano utilizzate tecnologie
di scavo a basso impatto ambientale
con minitrincea, come definita dall’articolo
8 del decreto del Ministro dello sviluppo
economico 1° ottobre 2013, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 244 del 17 ottobre
2013, ai fini dell’autorizzazione archeologica
di cui all’articolo 21 del decreto legislativo
22 gennaio 2004, n. 42, le attività di
scavo sono precedute da indagini non in-
vasive, concordate con la soprintendenza,
in relazione alle caratteristiche delle aree
interessate dai lavori. A seguito delle suddette
indagini, dei cui esiti, valutati dalla
soprintendenza, si tiene conto nella progettazione
dell’intervento, in considerazione
del limitato impatto sul sottosuolo, le
tecnologie di scavo in minitrincea si considerano
esentate dalla procedura di verifica
preventiva dell’interesse archeologico
di cui all’articolo 25, commi 8 e seguenti,
del codice di cui al decreto legislativo 18
aprile 2016, n. 50. In ogni caso il soprintendente
può prescrivere il controllo archeologico
in corso d’opera per i lavori di
scavo »;
b) all’articolo 8, dopo il comma 4 è
inserito il seguente:
« 4-bis. I lavori necessari alla realizzazione
di infrastrutture interne ed esterne
all’edificio predisposte per le reti di comunicazione
elettronica a banda ultralarga,
volte a portare la rete sino alla sede dell’abbonato,
sono equiparati ai lavori di
manutenzione straordinaria urgente di cui
all’articolo 1135 del codice civile. Tale disposizione
non si applica agli immobili
tutelati ai sensi della parte seconda del
decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 »;
c) all’articolo 12, comma 3, sono aggiunte,
in fine, le seguenti parole: « , restando
quindi escluso ogni altro tipo di
onere finanziario, reale o contributo, comunque
denominato, di qualsiasi natura e
per qualsivoglia ragione o titolo richiesto ».
2. All’articolo 88 del codice di cui al
decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259,
sono apportate le seguenti modificazioni:
a) al comma 1, dopo le parole: « conforme
ai modelli predisposti dagli Enti
locali e, ove non predisposti, al modello C
di cui all’allegato n. 13, all’Ente locale ovvero
alla figura soggettiva pubblica proprietaria
delle aree » sono aggiunte le seguenti:
« un’istanza unica »;
b) al comma 6, dopo le parole: « Il
rilascio dell’autorizzazione comporta l’autorizzazione
alla effettuazione degli scavi »
sono inserite le seguenti: « e delle eventuali
opere civili »;
c) dopo il comma 7 è inserito il
seguente:
« 7-bis. In riferimento ad interventi per
l’installazione di reti di comunicazione elettronica
a banda ultralarga, in deroga a
quanto previsto dall’articolo 22, comma 1,
del codice di cui al decreto legislativo 22
gennaio 2004, n. 42, l’autorizzazione prevista
dall’articolo 21, comma 4, relativa agli
interventi in materia di edilizia pubblica e
privata, ivi compresi gli interventi sui beni
di cui all’articolo 10, comma 4, lettera g),
del medesimo decreto legislativo n. 42 del
2004, è rilasciata entro il termine di novanta
giorni dalla ricezione della richiesta
da parte della soprintendenza a condizione
che detta richiesta sia corredata di idonea
e completa documentazione tecnica ».
3. All’allegato B al regolamento di cui al
decreto del Presidente della Repubblica 13
febbraio 2017, n. 31, il capoverso B.10 è
sostituito dal seguente:
« B.10. Installazione di cabine per impianti
tecnologici a rete, fatta salva la
fattispecie dell’installazione delle stesse all’interno
di siti recintati già attrezzati con
apparati di rete che, non superando l’altezza
della recinzione del sito, non comporti
un impatto paesaggistico ulteriore del
sito nel suo complesso, da intendersi ricompresa
e disciplinata dalla voce A.8 dell’allegato
A, o colonnine modulari ovvero
sostituzione delle medesime con altre diverse
per tipologia, dimensioni e localizzazione
».
4. All’articolo 26 del codice della strada,
di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992,
n. 285, dopo il comma 3 è inserito il
seguente:
« 3-bis. Nel caso di interventi finalizzati
all’installazione di reti di comunicazione
elettronica a banda ultralarga, il nulla osta
di cui al comma 3 è rilasciato nel termine
di quindici giorni dalla ricezione della richiesta
da parte del comune ».
5. All’articolo 94, comma 2, del testo
unico di cui al decreto del Presidente della
Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, dopo le
parole: « entro sessanta giorni dalla richiesta
» sono inserite le seguenti: « , ed entro
quaranta giorni dalla stessa in riferimento
ad interventi finalizzati all’installazione di
reti di comunicazione elettronica a banda
ultralarga, ».
******************
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/omniavisnews/
TWITTER: https://twitter.com/omniavis
LINKEDIN: https://twitter.com/omniavis
YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/omniavis
TELEGRAM: https://telegram.me/omniavis
SEZIONE ABBONATI: http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=24906.0

Forum del Portale Omniavis.it

Re:DECRETO SEMPLIFICAZIONI: LEGGE 11 febbraio 2019, n. 12
« Risposta #6 il: 13 Febbraio 2019, 07:08:40 »

 


Offline Staff Omniavis

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 32.490
  • Lo Staff Omniavis
    • Mostra profilo
    • Omniavis.it
    • E-mail
Re:DECRETO SEMPLIFICAZIONI: LEGGE 11 febbraio 2019, n. 12
« Risposta #5 il: 13 Febbraio 2019, 07:05:23 »


Art. 11

17. Al fine di potenziare ulteriormente
gli interventi in materia di sicurezza urbana
per la realizzazione degli obiettivi di
cui all’articolo 5, comma 2, lettera a), del
decreto-legge 20 febbraio 2017, n. 14, convertito,
con modificazioni, dalla legge 18
aprile 2017, n. 48, con riferimento all’installazione,
da parte dei comuni, di sistemi
di videosorveglianza, l’autorizzazione di
spesa di cui all’articolo 5, comma 2-ter, del
citato decreto-legge n. 14 del 2017 è incrementata
di 20 milioni di euro per l’anno
2019.
18. All’onere di cui al comma 17 si
provvede mediante utilizzo delle risorse
iscritte, per l’anno 2019, nel fondo per il
federalismo amministrativo di parte corrente,
di cui alla legge 15 marzo 1997,
n. 59, dello stato di previsione del Ministero
dell’interno. Il Ministro dell’economia
e delle finanze è autorizzato ad apportare,
con propri decreti, le occorrenti variazioni
di bilancio.
19. Con decreto del Ministro dell’interno,
di concerto con il Ministro dell’economia
e delle finanze, da adottare entro il
31 marzo di ciascun anno di riferimento,
sono definite le modalità di presentazione
delle richieste da parte dei comuni interessati
nonché i criteri di ripartizione delle
ulteriori risorse di cui al comma 1 dell’articolo
35-quinquies del decreto-legge 4 ottobre
2018, n. 113, convertito, con modificazioni,
dalla legge 1° dicembre 2018,
n. 132, relativamente agli anni 2020, 2021
e 2022.
******************
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/omniavisnews/
TWITTER: https://twitter.com/omniavis
LINKEDIN: https://twitter.com/omniavis
YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/omniavis
TELEGRAM: https://telegram.me/omniavis
SEZIONE ABBONATI: http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=24906.0

Offline Staff Omniavis

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 32.490
  • Lo Staff Omniavis
    • Mostra profilo
    • Omniavis.it
    • E-mail
Re:DECRETO SEMPLIFICAZIONI: LEGGE 11 febbraio 2019, n. 12
« Risposta #4 il: 13 Febbraio 2019, 06:56:57 »
DECRETO SEMPLIFICAZIONI: LEGGE 11 febbraio 2019, n. 12 (GU n.36 del 12-2-2019)




Art. 8-ter. (Tecnologie basate su registri distribuiti e smart contract)
1. Si definiscono « tecnologie basate su
registri distribuiti » le tecnologie e i protocolli
informatici che usano un registro
condiviso, distribuito, replicabile, accessibile
simultaneamente, architetturalmente
decentralizzato su basi crittografiche, tali
da consentire la registrazione, la convalida,
l’aggiornamento e l’archiviazione di dati sia
in chiaro che ulteriormente protetti da
crittografia verificabili da ciascun partecipante,
non alterabili e non modificabili.
2. Si definisce « smart contract » un
programma per elaboratore che opera su
tecnologie basate su registri distribuiti e la
cui esecuzione vincola automaticamente due
o più parti sulla base di effetti predefiniti
dalle stesse. Gli smart contract soddisfano
il requisito della forma scritta previa identificazione
informatica delle parti interessate,
attraverso un processo avente i requisiti
fissati dall’Agenzia per l’Italia digitale
con linee guida da adottare entro
novanta giorni dalla data di entrata in
vigore della legge di conversione del presente
decreto.
3. La memorizzazione di un documento
informatico attraverso l’uso di tecnologie
basate su registri distribuiti produce gli
effetti giuridici della validazione temporale
elettronica di cui all’articolo 41 del regolamento
(UE) n. 910/2014 del Parlamento
europeo e del Consiglio, del 23 luglio 2014.
4. Entro novanta giorni dalla data di
entrata in vigore della legge di conversione
del presente decreto, l’Agenzia per l’Italia
digitale individua gli standard tecnici che
le tecnologie basate su registri distribuiti
debbono possedere ai fini della produzione
degli effetti di cui al comma 3.
******************
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/omniavisnews/
TWITTER: https://twitter.com/omniavis
LINKEDIN: https://twitter.com/omniavis
YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/omniavis
TELEGRAM: https://telegram.me/omniavis
SEZIONE ABBONATI: http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=24906.0

Offline Staff Omniavis

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 32.490
  • Lo Staff Omniavis
    • Mostra profilo
    • Omniavis.it
    • E-mail
Re:DECRETO SEMPLIFICAZIONI: LEGGE 11 febbraio 2019, n. 12
« Risposta #3 il: 13 Febbraio 2019, 06:05:38 »
La legge 12/2019 ha introdotto alcune novità (recependo il decreto legge 143/2018 ed apportando alcune variazioni).
Segui il videocommento in diretta il 13 febbraio alle ore 16:00 su:
https://www.facebook.com/simone.chiarelli



Altrimenti allo stesso link troverai la videoregistrazione integrale ed il materiale di approfondimento
******************
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/omniavisnews/
TWITTER: https://twitter.com/omniavis
LINKEDIN: https://twitter.com/omniavis
YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/omniavis
TELEGRAM: https://telegram.me/omniavis
SEZIONE ABBONATI: http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=24906.0

Offline Staff Omniavis

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 32.490
  • Lo Staff Omniavis
    • Mostra profilo
    • Omniavis.it
    • E-mail
Re:DECRETO SEMPLIFICAZIONI: LEGGE 11 febbraio 2019, n. 12
« Risposta #2 il: 13 Febbraio 2019, 05:36:43 »
NOLEGGIO CON CONDUCENTE

Art. 10-bis. (Misure urgenti in materia di autoservizi pubblici non di linea)
1. Alla legge 15 gennaio 1992, n. 21,
sono apportate le seguenti modificazioni:
a) all’articolo 3, comma 1, le parole:
« presso la rimessa » sono sostituite dalle
seguenti: « presso la sede o la rimessa » e
sono aggiunte, in fine, le seguenti parole:
« anche mediante l’utilizzo di strumenti
tecnologici »;
b) all’articolo 3, il comma 3 è sostituito
dal seguente:
« 3. La sede operativa del vettore e
almeno una rimessa devono essere situate
nel territorio del comune che ha rilasciato
l’autorizzazione. È possibile per il vettore
disporre di ulteriori rimesse nel territorio
di altri comuni della medesima provincia o
area metropolitana in cui ricade il territorio
del comune che ha rilasciato l’autorizzazione,
previa comunicazione ai comuni
predetti, salvo diversa intesa raggiunta in
sede di Conferenza unificata entro il 28
febbraio 2019. In deroga a quanto previsto
dal presente comma, in ragione delle specificità
territoriali e delle carenze infrastrutturali,
per le sole regioni Sicilia e
Sardegna l’autorizzazione rilasciata in un
comune della regione è valida sull’intero
territorio regionale, entro il quale devono
essere situate la sede operativa e almeno
una rimessa »;
c) all’articolo 10, dopo il comma 2 è
inserito il seguente:
« 2-bis. I titolari di licenza per l’esercizio
del servizio di taxi o di autorizzazione
per l’esercizio del servizio di noleggio con
conducente di autovettura ovvero di natante,
in caso di malattia, invalidità o sospensione
della patente, intervenute successivamente
al rilascio della licenza o
dell’autorizzazione, possono mantenere la
titolarità della licenza o dell’autorizzazione,
a condizione che siano sostituiti alla
guida dei veicoli o alla conduzione dei
natanti, per l’intero periodo di durata della
malattia, dell’invalidità o della sospensione
della patente, da persone in possesso dei
requisiti professionali e morali previsti dalla
normativa vigente »;
d) all’articolo 10, il comma 3 è sostituito
dal seguente:
« 3. Il rapporto di lavoro con un sostituto
alla guida è regolato con contratto di
lavoro stipulato in base alle norme vigenti.
Il rapporto con il sostituto alla guida può
essere regolato anche in base ad un contratto
di gestione »;
e) all’articolo 11, il comma 4 è sostituito
dal seguente:
« 4. Le prenotazioni di trasporto per il
servizio di noleggio con conducente sono
effettuate presso la rimessa o la sede, anche
mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici.
L’inizio ed il termine di ogni singolo
servizio di noleggio con conducente devono
avvenire presso le rimesse di cui all’articolo
3, comma 3, con ritorno alle stesse. Il
prelevamento e l’arrivo a destinazione dell’utente
possono avvenire anche al di fuori
della provincia o dell’area metropolitana in
cui ricade il territorio del comune che ha
rilasciato l’autorizzazione. Nel servizio di
noleggio con conducente è previsto l’obbligo
di compilazione e tenuta da parte del
conducente di un foglio di servizio in formato
elettronico, le cui specifiche sono
stabilite dal Ministero delle infrastrutture e
dei trasporti con proprio decreto, adottato
di concerto con il Ministero dell’interno. Il
foglio di servizio in formato elettronico
deve riportare: a) targa del veicolo; b)
nome del conducente; c) data, luogo e
chilometri di partenza e arrivo; d) orario
di inizio servizio, destinazione e orario di
fine servizio; e) dati del fruitore del servizio.
Fino all’adozione del decreto di cui al
presente comma, il foglio di servizio elettronico
è sostituito da una versione cartacea
dello stesso, caratterizzata da numerazione
progressiva delle singole pagine da
compilare, avente i medesimi contenuti
previsti per quello in formato elettronico, e
da tenere in originale a bordo del veicolo
per un periodo non inferiore a quindici
giorni, per essere esibito agli organi di
controllo, con copia conforme depositata
in rimessa »;
f) all’articolo 11, dopo il comma 4
sono inseriti i seguenti:
« 4-bis. In deroga a quanto previsto dal
comma 4, l’inizio di un nuovo servizio può
avvenire senza il rientro in rimessa, quando
sul foglio di servizio sono registrate, sin
dalla partenza dalla rimessa o dal pontile
d’attracco, più prenotazioni di servizio oltre
la prima, con partenza o destinazione
all’interno della provincia o dell’area metropolitana
in cui ricade il territorio del
comune che ha rilasciato l’autorizzazione.
Per quanto riguarda le regioni Sicilia e
Sardegna, partenze e destinazioni possono
ricadere entro l’intero territorio regionale.
4-ter. Fermo restando quanto previsto
dal comma 3, è in ogni caso consentita la
fermata su suolo pubblico durante l’attesa
del cliente che ha effettuato la prenotazione
del servizio e nel corso dell’effettiva
prestazione del servizio stesso ».
2. Il decreto del Ministero delle infrastrutture
e dei trasporti, di concerto con il
Ministero dell’interno, di cui all’articolo 11,
comma 4, della legge 15 gennaio 1992,
n. 21, come modificato dal comma 1, lettera
e), del presente articolo, è adottato
entro il 30 giugno 2019.
3. Entro un anno dalla data di entrata
in vigore del presente decreto, presso il
Centro elaborazione dati del Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti è istituito un
registro informatico pubblico nazionale delle
imprese titolari di licenza per il servizio
taxi effettuato con autovettura, motocarrozzetta
e natante e di quelle di autorizzazione
per il servizio di noleggio con
conducente effettuato con autovettura, motocarrozzetta
e natante. Con decreto del
Ministero delle infrastrutture e dei trasporti
sono individuate le specifiche tecniche
di attuazione e le modalità con le quali
le predette imprese dovranno registrarsi.
Agli oneri derivanti dalle previsioni del
presente comma, connessi all’implementazione
e all’adeguamento dei sistemi informatici
del Centro elaborazione dati del
Ministero delle infrastrutture e dei trasporti,
pari ad euro un milione per l’annualità
2019, si provvede mediante utilizzo
dell’autorizzazione di spesa di cui all’articolo
1, comma 3, del decreto-legge 29
dicembre 2018, n. 143. Alla gestione dell’archivio
il Ministero delle infrastrutture e
dei trasporti provvede con le risorse umane,
finanziarie e strumentali disponibili a legislazione
vigente, senza nuovi o maggiori
oneri per la finanza pubblica.
4. Le sanzioni di cui all’articolo 11-bis
della legge 15 gennaio 1992, n. 21, per
l’inosservanza degli articoli 3 e 11 della
medesima legge, come modificati dal comma
1 del presente articolo, si applicano a
decorrere dal novantesimo giorno successivo
alla data di entrata in vigore del
presente decreto. Parimenti rimangono sospese
per la stessa durata le sanzioni previste
dall’articolo 85, commi 4 e 4-bis, del
codice della strada, di cui al decreto legislativo
30 aprile 1992, n. 285, limitatamente
ai soggetti titolari di autorizzazione
per l’esercizio del servizio di noleggio con
conducente.
5. A decorrere dal 1° gennaio 2019, il
comma 3 dell’articolo 2 del decreto-legge
25 marzo 2010, n. 40, convertito, con modificazioni,
dalla legge 22 maggio 2010,
n. 73, è abrogato.
6. A decorrere dalla data di entrata in
vigore del presente decreto e fino alla
piena operatività dell’archivio informatico
pubblico nazionale delle imprese di cui al
comma 3, non è consentito il rilascio di
nuove autorizzazioni per l’espletamento del
servizio di noleggio con conducente con
autovettura, motocarrozzetta e natante.
7. A decorrere dal 1° gennaio 2019,
l’articolo 7-bis del decreto-legge 10 febbraio
2009, n. 5, convertito, con modificazioni,
dalla legge 9 aprile 2009, n. 33, è
abrogato.
8. Con decreto del Presidente del Consiglio
dei ministri, su proposta del Ministro
delle infrastrutture e dei trasporti e del
Ministro dello sviluppo economico, da adottare
ai sensi dell’articolo 17, comma 3,
della legge 23 agosto 1988, n. 400, è disciplinata
l’attività delle piattaforme tecnologiche
di intermediazione che intermediano
tra domanda e offerta di autoservizi pubblici
non di linea.
9. Fino alla data di adozione delle deliberazioni
della Conferenza unificata di
cui al comma 1, lettera b), e comunque per
un periodo non superiore a due anni dalla
data di entrata in vigore del presente decreto,
l’inizio di un singolo servizio, fermo
l’obbligo di previa prenotazione, può avvenire
da luogo diverso dalla rimessa, quando
lo stesso è svolto in esecuzione di un
contratto in essere tra cliente e vettore,
stipulato in forma scritta con data certa
sino a quindici giorni antecedenti la data di
entrata in vigore del presente decreto e
regolarmente registrato. L’originale o copia
conforme del contratto deve essere tenuto
a bordo della vettura o presso la sede e
deve essere esibito in caso di controlli.
******************
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/omniavisnews/
TWITTER: https://twitter.com/omniavis
LINKEDIN: https://twitter.com/omniavis
YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/omniavis
TELEGRAM: https://telegram.me/omniavis
SEZIONE ABBONATI: http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=24906.0

Offline Staff Omniavis

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 32.490
  • Lo Staff Omniavis
    • Mostra profilo
    • Omniavis.it
    • E-mail
DECRETO SEMPLIFICAZIONI: LEGGE 11 febbraio 2019, n. 12
« Risposta #1 il: 13 Febbraio 2019, 05:13:56 »
DECRETO SEMPLIFICAZIONI: LEGGE 11 febbraio 2019, n. 12




LEGGE 11 febbraio 2019, n. 12
Conversione  in  legge,  con  modificazioni,  del  decreto-legge   14 dicembre 2018, n. 135, recante disposizioni  urgenti  in  materia  di sostegno  e  semplificazione  per  le  imprese  e  per  la   pubblica amministrazione.   
(GU n.36 del 12-2-2019)
  Vigente al: 13-2-2019
www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2019/02/12/19G00017/sg


**************
In allegato il TESTO A FRONTE con le modifiche apportate in sede di conversione:
C. 1550 [ PDF ] [ EPUB ] Disegno di legge trasmesso dal Senato il 30 gennaio 2019
http://www.camera.it/leg18/126?pdl=1550
******************
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/omniavisnews/
TWITTER: https://twitter.com/omniavis
LINKEDIN: https://twitter.com/omniavis
YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/omniavis
TELEGRAM: https://telegram.me/omniavis
SEZIONE ABBONATI: http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=24906.0