Forum del Portale Omniavis.it

News:

News

Assistiamo imprese, professionisti e Pubbliche Amministrazioni nella gestione di criticità e per approfondimenti normativi. Contattaci 0556236286

Autore Topic: Trasferimento  (Letto 78 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 18.062
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Omniavis srl
    • E-mail
Risposta #2 il: 09 Giugno 2019, 06:04:11
Il dirigente dell’ufficio personale ha tolto una persona dall’ufficio segreteria, con il parere contrario del Segretario, per assegnarla alla segreteria di un assessore che l’aveva richiesta. Il dipendente aveva espresso il suo consenso. Non abbiamo regolamenti interni sul punto. È legittimo questo comportamento?

Se il regolamento di organizzazione degli uffici e dei servizi, come normalmente accade, prevede questa competenza in capo al dirigente dell'ufficio personale ... allora è ASTRATTAMENTE LEGITTIMO.

Ovviamente si tratta di legittimità dal punto di vista amministrativo ed organizzativo. Se ne derivano conseguenze negative per l'ente (es. minore efficienza dell'azione amministrativa, ritardi nella gestione di procedure e conseguenti danni ecc...) questa decisione potrebbe portare a conseguenze disciplinari e contabili nei confronti di chi l'ha adottata. E' ipotesi teorica ... in materia esiste una ampia discrezionalità anche se il passaggio da un servizio operativo ad uno di segreteria è sempre critico.

* * * * * * * * * *
Dott. Simone Chiarelli
simone.chiarelli@gmail.com
tel. 3337663638


Offline Peter

  • Membro Super
  • *****
  • Post: 1.001
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Risposta #1 il: 29 Maggio 2019, 20:01:54
Il dirigente dell’ufficio personale ha tolto una persona dall’ufficio segreteria, con il parere contrario del Segretario, per assegnarla alla segreteria di un assessore che l’aveva richiesta. Il dipendente aveva espresso il suo consenso. Non abbiamo regolamenti interni sul punto. È legittimo questo comportamento?