Autore Topic: Ribasso d'asta per lavori in economia  (Letto 274 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 18.232
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:Ribasso d'asta per lavori in economia
« Risposta #2 il: 05 Luglio 2019, 06:53:39 »
Abbiamo visto gli spunti su http://www.ingegneri.info/forum/viewtopic.php?f=4&t=109838

Ma per poter rispondere mancando informazioni:
1) chi ha affidato i lavori a chi?
2) quando?
3) siamo già nel regime del Dlgs 50/2016?

I "lavori in economia" NON ESISTONO dopo il nuovo Codice (https://luigioliveri.blogspot.com/2016/03/nuovo-codice-dei-contratti-addio-alle.html) o meglio non esistono sotto quel nome e quindi occorre capire bene il contesto di riferimento per poter dare un contributo

https://www.ediltecnico.it/64020/direzione-lavori-2018-contabilita-lavori/

Forum del Portale Omniavis.it

Re:Ribasso d'asta per lavori in economia
« Risposta #2 il: 05 Luglio 2019, 06:53:39 »

 


Offline ing1090

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 1
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Ribasso d'asta per lavori in economia
« Risposta #1 il: 04 Luglio 2019, 10:56:39 »
Salve a tutti, sono nuovo e spero che qualcuno riesca a risolvere il mio dubbio. Sto cercando di capire  come applicare il ribasso d'asta alle lavorazioni in economia. L'unica indicazione che ho trovato è stata sul DPR 207/2010 all'art. 179 che vi riporto per intero:
Art. 179. Lavori in economia contemplati nel contratto

1. I lavori in economia a termini di contratto, non danno luogo ad una valutazione a misura, ma sono inseriti nella contabilità secondo i prezzi di elenco per l'importo delle somministrazioni al netto del ribasso d'asta, per quanto riguarda i materiali. Per la mano d'opera, trasporti e noli, sono liquidati secondo le tariffe locali vigenti al momento dell'esecuzione dei lavori incrementati di spese generali ed utili e con applicazione del ribasso d'asta esclusivamente su questi ultimi due addendi.

Questo articolo se ho ben capito risulta abrogato ma non capisco quale sia la nuova norma di liquidazione per tali lavori. E soprattutto per quanto riguarda la manodopera, in quanto mi pare assurdo quello che sostiene il direttore dei lavori con cui sto avendo a che fare che dice di applicare il ribasso d'asta all'intero importo della manodopera, rischiando cosi di pagare un prezzo anche più basso della spesa sostenuta dell'imprenditore e quindi comportando una perdita per quest'ultimo (ad esempio nel caso in cui i ribassi d'asta si aggirino sul 30% o più). Il concetto espresso nell'articolo di applicare il ribasso solo alla voce delle spese e degli utili permetterebbe di garantire all'imprenditore un minimo ritorno economico senza rincorrere in una perdita, il che mi sembrerebbe quantomeno corretto.
Qualcuno di voi sa aiutarmi? Vi ringrazio in anticipo.