Autore Topic: SANZIONE OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO E RIMOZIONE  (Letto 26 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 18.232
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:SANZIONE OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO E RIMOZIONE
« Risposta #4 il: 16 Agosto 2019, 12:28:15 »
No dottore scusi, forse mi sono spiegato male...la persona è titolare di autorizzazione amministrativa per il commercio su suolo pubblica per i prodotti alimentari.
E gli era stato assegnato un posteggio per la festa patronale. Solo che con la bancarella di crepes aveva occupato un altro posteggio.
Quindi si è proceduto come ho scritto nel post.
Potrebbe darmi un parere se andava appicato l'art. 20 co. 1 2 co. 4  e se andava fatta la rimozione? Perchè leggendo bene l'artoicolo se si sanziona il comma 1 non è prevista la rimozione (secondo il comma 5).
Grazie

RIPETO, se uno ha la concessione per il posto ALFA e occupa il posto BETA non ha titolo a stare in beta e sta operando senza titolo (concessione). Quindi si applica la sanzione della legge regionale.

Forum del Portale Omniavis.it

Re:SANZIONE OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO E RIMOZIONE
« Risposta #4 il: 16 Agosto 2019, 12:28:15 »

 


Offline Brunoanto

  • Membro Super
  • *****
  • Post: 1.113
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:SANZIONE OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO E RIMOZIONE
« Risposta #3 il: 16 Agosto 2019, 11:19:44 »
No dottore scusi, forse mi sono spiegato male...la persona è titolare di autorizzazione amministrativa per il commercio su suolo pubblica per i prodotti alimentari.
E gli era stato assegnato un posteggio per la festa patronale. Solo che con la bancarella di crepes aveva occupato un altro posteggio.
Quindi si è proceduto come ho scritto nel post.
Potrebbe darmi un parere se andava appicato l'art. 20 co. 1 2 co. 4  e se andava fatta la rimozione? Perchè leggendo bene l'artoicolo se si sanziona il comma 1 non è prevista la rimozione (secondo il comma 5).
Grazie

Offline Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 18.232
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:SANZIONE OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO E RIMOZIONE
« Risposta #2 il: 16 Agosto 2019, 10:42:46 »
Mantenere una condizione di illiceità non è mai una soluzione valida. Quando non esistono alternative o sono effettivamente controproducenti ... non si combatte con i mulini a vento.

ESITO:
1) dovete applicare 61 comma 3 della legge regionale (http://www.regione.puglia.it/documents/10192/30054391/CODICE_COMMERCIO.pdf/a6233b75-c05b-4e99-910e-5a21b251d659?version=1.0)
AVRESTE (ma ormai è fatta) "4. Nel caso di operatori su aree pubbliche la chiusura è integrata dal sequestro cautelare delle attrezzature e
delle merci e alla successiva confisca delle stesse, nonché degli automezzi usati dai sanzionati, ai sensi della
legge 24 novembre 1981 n. 689 (Modifiche al sistema penale)."

2) quando nell'inviare il rapporto informativo, qualora non paghi i 5000 euro nei 60 giorni, segnalate la gravità del fatto così che l'autorità competente possa disporre ordinanza ingiunzione per 12/15 mila euro

3) prossima volta suggerisco sequestro!!!!!!!!

Offline Brunoanto

  • Membro Super
  • *****
  • Post: 1.113
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
SANZIONE OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO E RIMOZIONE
« Risposta #1 il: 16 Agosto 2019, 09:37:04 »
Egregio dottore, nel corso di una festa patronale abbiamo trovato un commerciante (autorizzato sul posteggio A) che aveva occupato (con una bancarella di crepes) una seconda postazione.
Lo abbiamo sanzionato ai sensi dell'art. 20 CdS.
Invitato a spostarsi abbiamo constatato che era quasi impossibile considerata la gran mole di persone che circolava sulla strada e dalla sostanziale assenza di altri spazi. Impossibile, in sostanza, bloccare le persone per far passare il carrello perchè circondati da altre bancarelle. alle spalle poi vi era una bancarella che vendeva gelati con vicino al banco numerosissime persone e la postazione dell'ambulanza ed il mezzo antincendio della protezione civile.
Ora le domande sono due:
1. secondo Lei dovevamo necessariamete far rimuovere nonstante la palese difficoltà (quasi impossibilità a nostro modo di vedere)?
2. il dubbio sulla corretta applicazione dell'art. 20 CdS in questo caso perchè così recita:

1. Sulle strade di tipo A), B), C) e D) e' vietata ogni tipo di occupazione della sede stradale, ivi compresi fiere e mercati, con veicoli, baracche, tende e simili; sulle strade di tipo E) ed F) l'occupazione della carreggiata puo' essere autorizzata a condizione che venga predisposto un itinerario alternativo per il traffico ovvero, nelle zone di rilevanza storico-ambientale, a condizione che essa non determini intralcio alla circolazione. 2. L'ubicazione di chioschi, edicole od altre installazioni, anche a carattere provvisorio, non e' consentita, fuori dei centri abitati, sulle fasce di rispetto previste per le recinzioni dal regolamento. 3. Nei centri abitati, ferme restando le limitazioni e i divieti di cui agli articoli ed ai commi precedenti, l'occupazione di marciapiedi da parte di chioschi, edicole od altre installazioni puo' essere consentita fino ad un massimo della meta' della loro larghezza, purche' in adiacenza ai fabbricati e sempre che rimanga libera una zona per la circolazione dei pedoni larga non meno di 2 m. Le occupazioni non possono comunque ricadere all'interno dei triangoli di visibilita' delle intersezioni, di cui all'art. 18, comma 2. Nelle zone di rilevanza storico-ambientale, ovvero quando sussistano particolari caratteristiche geometriche della strada, e' ammessa l'occupazione dei marciapiedi a condizione che sia garantita una zona adeguata per la circolazione dei pedoni e delle persone con limitata o impedita capacita' motoria. 4. Chiunque occupa abusivamente il suolo stradale, ovvero, avendo ottenuto la concessione, non ottempera alle relative prescrizioni, e' soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma ((da € 173 a € 695)). (19) (29) (43) (52) (64) (80) (89) (101) (114) (124) (133) ((145)) 5. La violazione di cui ai commi 2, 3 e 4 importa la sanzione amministrativa accessoria dell' obbligo per l'autore della violazione stessa di rimuovere le opere abusive a proprie spese, secondo le norme del capo I, sezione II, del titolo VI.
Ecco noi abbiamo sanzionato ai sensi del comma 1 e co. 4 e leggendo bene la rimozione non è prevista nel caso di violazione del comma 1. Secondo Lei abbiamo saznionato bene?
2. Nel caso in cui fosse prevista la rimozione questa andava andava necessariamente fatta (anche a rischio di mettere in subbuglio la festa) oppure abbiamo fatto bene a valutare di non farla (anche perchè l'avente diritto al posteggio si è potuto mettere sulla postazione occupata perche la bancarella di crepes si è potuta spostare di lato di un paio di metri.