Autore Topic: Contratto agrario per esercizio attività agrituristica nulla e conseguenze  (Letto 82 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 18.724
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:Contratto agrario per esercizio attività agrituristica nulla e conseguenze
« Risposta #2 il: 11 Settembre 2019, 06:18:41 »
Cosa succederà quindi dal punto di vista amministrativo visto che l'imprenditore senza quel terreno non avrebbe mai potuto aprire l'attività agrituristica? Verrebbe sanzionato per commercio abusivo?
Potrebbe integrare con altri contratti e sanare la posizione?
NON accade niente con effetto retroattivo in quanto il soggetto aveva titolo (la stessa cosa può accadere ad un negozio sfrattato per annullamento del contratto ecc...).
Il titolo amministrativo esiste e l'annullamento del presupposto civilistico rileva solo in sede civile ...

Forum del Portale Omniavis.it

Re:Contratto agrario per esercizio attività agrituristica nulla e conseguenze
« Risposta #2 il: 11 Settembre 2019, 06:18:41 »

 


Offline Antonio91

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 51
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Contratto agrario per esercizio attività agrituristica nulla e conseguenze
« Risposta #1 il: 09 Settembre 2019, 20:05:23 »
Salve, spero sia la sezione adatta e che possiate darmi una spiegazione a questo quesito.
Per aprire un agriturismo bisogna essere coltivatore diretto o iap e raggiungere le necessarie giornate lavorative attraverso la conduzione di terreni agricoli in proprietà o affitto.
Un coltivatore diretto quindi prende in affitto un terreno che da modo di aprire l'agriturismo e lavora per anni pagando contributi, iva e assolvendo tutti gli adempimenti fiscali e amministrativi. Succede però che dopo molti anni il contratto viene dichiarato nullo in sede civile per vizi gravi e quindi il contratto è come se non fosse mai esistito operando ex tunc.
Cosa succederà quindi dal punto di vista amministrativo visto che l'imprenditore senza quel terreno non avrebbe mai potuto aprire l'attività agrituristica? Verrebbe sanzionato per commercio abusivo?
Potrebbe integrare con altri contratti e sanare la posizione?