Autore Topic: Caso spinoso Commercio all'ingrosso in base a contratto di servizio.  (Letto 272 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline warrior78

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 53
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Re:Caso spinoso Commercio all'ingrosso in base a contratto di servizio.
« Risposta #5 il: 05 Novembre 2019, 09:06:59 »
Grazie dott. Chiarelli, lei è sempre così esaustivo ed illuminante.
Buona giornata.
Warrior

Forum del Portale Omniavis.it

Re:Caso spinoso Commercio all'ingrosso in base a contratto di servizio.
« Risposta #5 il: 05 Novembre 2019, 09:06:59 »

 


Online Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 18.988
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:Caso spinoso Commercio all'ingrosso in base a contratto di servizio.
« Risposta #4 il: 31 Ottobre 2019, 07:17:46 »
Dunque dott. Chiarelli, se ho capito bene, questa T****A Spa tranquillamente può fare una Scia di Commercio all'ingrosso in un locale che è locato da un'altra società?
Certo, tu non devi verificare il TITOLO DI GODIMENTO dell'immobile.
Potrebbe essere un contratto di comodato orale o altro ...


Dunque nelle verifiche istruttorie delle segnalazioni non va accertata la disponibilità a qualsiasi titolo dei locali ove si intende svolgere l'attività?
Assolutamente no

E se è così, in definitiva, per una Scia commercio all'ingrosso quali verifiche deve  fare  il Suap, a parte la destinazione d'uso edilizia dei locali?
Niente altro

Offline warrior78

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 53
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Re:Caso spinoso Commercio all'ingrosso in base a contratto di servizio.
« Risposta #3 il: 30 Ottobre 2019, 22:17:46 »
Dunque dott. Chiarelli, se ho capito bene, questa T****A Spa tranquillamente può fare una Scia di Commercio all'ingrosso in un locale che è locato da un'altra società?

Dunque nelle verifiche istruttorie delle segnalazioni non va accertata la disponibilità a qualsiasi titolo dei locali ove si intende svolgere l'attività?

E se è così, in definitiva, per una Scia commercio all'ingrosso quali verifiche deve  fare  il Suap, a parte la destinazione d'uso edilizia dei locali?
Grazie mille come sempre
Warrior

Online Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 18.988
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:Caso spinoso Commercio all'ingrosso in base a contratto di servizio.
« Risposta #2 il: 30 Ottobre 2019, 18:03:34 »
Può la T****A SPA avviare l'attività di commercio all'ingrosso non alimentare nel locale affittato dalla S****N Srl dichiarando di avere la disponibilità dei locali affittati da quest'ultima socierà in virtù di un contratto di servizi? Oltretutto in un locale già in parte utilizzato come deposito fiscale di generi di monopolio?
Certo, in linea di principio non vi sono ostacoli. Semmai AGENZIA DELLE DOGANE potrebbe obiettare, ma non tramite SUAP bensì in base alla propria normativa

E' necessario che il contratto di locazione sia intestato direttamente alla T****A SPA, oppure devo affidarmi a quello che c'è scritto nel contratto di servizi e accettare che la locazione resti in capo alla piccola S****N Srl, considerato che a fatturare e a essere iscritta alla CCIAA è invece la T****A SPA?
Tu non devi verificare i contratti ... non sei un notaio o un giudice civile.
Te hai un soggetto che ti dichiara di svolgere l'attività. Teoricamente potrebbe averlo occupato abusivamente


E' normale che io avvio l'attività, io mi iscrivo alla Camera di Commercio, i prodotti non alimentari sono miei, la fattura la emetto io, ma il locale sia affittato da un altro che materialmente effettua la vendita in nome e per conto mio in virtù di un contratto di servizi?
Problema non amministrativo. Può essere normale o essere elusione o evasione fiscale ... in ogni caso non spetta a te.
Del resto se una volta avviato avessero modificato i contratti tu non saresti venuto a saperlo ...

OVVIAMENTE se hai sospetti manda una nota riservata ad Agenzia delle Entrate .... ci penseranno loro


Quale valenza può avere un contratto di servizi in questi casi?
Non spetta a te valutarlo

Offline warrior78

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 53
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Caso spinoso Commercio all'ingrosso in base a contratto di servizio.
« Risposta #1 il: 30 Ottobre 2019, 16:35:28 »
Salve, vi sottopongo un caso spinoso che si è concretizzato presso il mio SUAP.
Una società di capitali, T****A SPA, la quale è una costola della più grande L*****A SPA, la quale a sua volta si occupa di distribuzione di tabacchi e generi di monopolio in tutta ITALIA, gestisce un deposito fiscale di tabacchi e generi di monopolio nel mio territorio. Il deposito fiscale è gestito materialmente da un'altra società, la S****N Srl, in virtù di un contratto di servizi sottoscritto con la T****A SPA. L'affittuario del deposito risulta essere la più piccola delle tre società, cioè la S****N Srl.
Orbene la T****A SPA ora ha presentato una SCIA di commercio all'ingrosso di prodotti non alimentari consistenti in generi affini a quelli di monopolio esclusi i tabacchi (accendini, accendisigari, tagliasigari, cartine etc...) e intende farlo in una parte ben definita e funzionalmente separata di quello stesso locale utilizzato quale deposito fiscale di tabacchi. La T****A Spa dichiara che il commercio all'ingrosso lo esercita lei servendosi della S****N Srl che agisce in nome e per conto della stessa T****A SPA in virtù di un contratto di servizi.
Le mie perplessità sono queste:

Può la T****A SPA avviare l'attività di commercio all'ingrosso non alimentare nel locale affittato dalla S****N Srl dichiarando di avere la disponibilità dei locali affittati da quest'ultima socierà in virtù di un contratto di servizi? Oltretutto in un locale già in parte utilizzato come deposito fiscale di generi di monopolio?

E' necessario che il contratto di locazione sia intestato direttamente alla T****A SPA, oppure devo affidarmi a quello che c'è scritto nel contratto di servizi e accettare che la locazione resti in capo alla piccola S****N Srl, considerato che a fatturare e a essere iscritta alla CCIAA è invece la T****A SPA?

E' normale che io avvio l'attività, io mi iscrivo alla Camera di Commercio, i prodotti non alimentari sono miei, la fattura la emetto io, ma il locale sia affittato da un altro che materialmente effettua la vendita in nome e per conto mio in virtù di un contratto di servizi?

Quale valenza può avere un contratto di servizi in questi casi?

Scusate se posso essere risultato confusionario, ma spero di aver ben rappresentato il quadro della situazione.
Grazie.
Warrior