Autore Topic: Parco divertimenti permanente  (Letto 493 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline warrior78

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 58
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Re:Parco divertimenti permanente
« Risposta #7 il: 15 Febbraio 2020, 19:31:06 »
Dunque, per tirare le somme e delineare un percorso che possa essere d'aiuto anche ad altri che si potessero trovare nella stessa situazione:
supponendo che per un parco divertimenti permanente occorra il permesso di costruire e la paesaggistica (siamo in zona vincolata) quali potrebbero essere i servizi da convocare eventualmente nella CdS, considerato che alcuni sarebbero comunque già protagonisti per il permesso di costruire e la paesaggistica stessa?
Servizio Urbanistica e poi? L'ASL, i VVF, la Polizia Locale, sarebbero già componenti della CVCLPS e dunque il loro parere sulla fattibilità/agibilità sarebbe comunque acquisito dopo la CdS per il parere sul progetto. Non mi vengono in mente  altri servizi oltre al Servizio Urbanistica (Ufficio Tecnico del Comune).
Datemi qualche spunto per una CdS.
Warrior

Forum del Portale Omniavis.it

Re:Parco divertimenti permanente
« Risposta #7 il: 15 Febbraio 2020, 19:31:06 »

 


Offline warrior78

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 58
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Re:Parco divertimenti permanente
« Risposta #6 il: 03 Gennaio 2020, 08:14:26 »
Grazie mille dott. Maccantelli.
Warrior

Offline Mario Maccantelli

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 4.756
    • Mostra profilo
    • http://www.omniavis.it/web/forum/
    • E-mail
Re:Parco divertimenti permanente
« Risposta #5 il: 22 Dicembre 2019, 20:55:21 »

Non c’è una strada amministrativa univoca. In genere è il privato a scegliere quanti procedimenti attivare in modo contestuale. Se ne attiva due o più è necessario procedere con la CdS
L’autorizzazione paesaggistica è qualcosa di eventuale, bisogna vedere in che zona va a ricadere l’impianto. Se occorre, il privato piò anche scegliere di presentare la richiesta di autorizzazione paesaggistica e solo dopo aver ottenuto il provvedimento, passare agli altri procedimenti.
Inoltre, per un progetto del genere, ritengo che il privato possa richiedere una CdS preliminare (vedi art. 14 della legge 241/90). Io la consiglierei perché emergerebbero tutti i possibili vincoli o condizioni (soprattutto da un punto di vista edilizio/urbanistico). Alla “preliminare” segue sempre la CdS simultanea (quella vecchia maniera). Dato che la CCVLPS è un organo “perfetto” (deve esprimersi alla presenza di TUTTI i componenti, questa può partecipare nella sua interezza ai lavori della CdS
******************
Dott. Mario Maccantelli - esperto OV
******************
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/omniavisnews/
TWITTER: https://twitter.com/omniavis
LINKEDIN: https://twitter.com/omniavis
YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/omniavis
TELEGRAM: https://telegram.me/omniavis
SEZIONE ABBONATI: http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=24906.0

Offline warrior78

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 58
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Re:Parco divertimenti permanente
« Risposta #4 il: 20 Dicembre 2019, 18:02:20 »
In relazione a quanto mi ha consigliato mi occorrerebbero dei chiarimenti.
L'edilizia non dovrebbe anche rilasciare l'eventuale permesso di costruire? Se sì, lo farebbe dopo il proprio parere in conferenza dei servizi?
Per paesaggistica intende la Soprintendenza oppure la Commissione Comunale  Paesaggistica?
Per art. 80 tulps intende dire che devo convocare la CCVLPS per il n.o. di agibilità per locali di Pubblico Spettacolo? In questo caso la CCVLPS sarebbe uno dei componenti della conferenza dei servizi oppure la sua convocazione sarebbe una cosa autonoma rispetto alla conferenza dei servizi?
Warrior

Offline warrior78

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 58
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Re:Parco divertimenti permanente
« Risposta #3 il: 20 Dicembre 2019, 18:01:49 »
grazie per le preziose delucidazioni.

Warrior

Offline Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 19.430
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:Parco divertimenti permanente
« Risposta #2 il: 19 Dicembre 2019, 19:08:07 »
Salve.
Un utente ha seria intenzione di avviare un parco divertimenti di natura permanente su un suolo di sua proprietà.
Il parco sarebbe completo di scenografie, insegne con personaggi, attrazioni di spettacolo viaggiante fisse etc...
Quali sono gli adempimenti e i passaggi procedurali necessari?
Premetto che ci troviamo in zona sottoposta a vincolo e il mio Comune non ha regolamenti sui parchi o sugli spettacoli viaggianti attualmente.
E' necessario il permesso di costruire?
Occorre attivare una conferenza di servizi?
Deve essere richiesto un parere di comapatibilità urbanistica all'Edilizia Privata oltre al permesso di costruire?
Solo alla fine è poi possibile adottare l'autorizzazione ex art. 69?
C'è differenza procedurale a seconda della grandezza del parco divertimentimenti (prima, seconda, terza categoria)?
Mi piacerebbe conoscere un po' gli adempimenti SUAP a partire dall'attimo in cui si riceve l'istanza corredata dalle planimetrie e dalla documentazione tecnica.
Grazie e scusate per la mole di domande

Devi convocare conferenza di servizi per:
- edilizia
-paesaggistica
- tulps (art. 80)
Si tratta di locale di pubblico spettacolo in atrea privata, non di spettacolo viaggiante.
Appena ricevi convoca tutti in conferenza asincrona o sincrona e valutate progetto.

Offline warrior78

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 58
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Parco divertimenti permanente
« Risposta #1 il: 16 Dicembre 2019, 18:10:28 »
Salve.
Un utente ha seria intenzione di avviare un parco divertimenti di natura permanente su un suolo di sua proprietà.
Il parco sarebbe completo di scenografie, insegne con personaggi, attrazioni di spettacolo viaggiante fisse etc...
Quali sono gli adempimenti e i passaggi procedurali necessari?
Premetto che ci troviamo in zona sottoposta a vincolo e il mio Comune non ha regolamenti sui parchi o sugli spettacoli viaggianti attualmente.
E' necessario il permesso di costruire?
Occorre attivare una conferenza di servizi?
Deve essere richiesto un parere di comapatibilità urbanistica all'Edilizia Privata oltre al permesso di costruire?
Solo alla fine è poi possibile adottare l'autorizzazione ex art. 69?
C'è differenza procedurale a seconda della grandezza del parco divertimentimenti (prima, seconda, terza categoria)?
Mi piacerebbe conoscere un po' gli adempimenti SUAP a partire dall'attimo in cui si riceve l'istanza corredata dalle planimetrie e dalla documentazione tecnica.
Grazie e scusate per la mole di domande
Warrior