Autore Topic: BAR E PUNTO SCOMMESSE CORNER  (Letto 138 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Mario Maccantelli

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 4.740
    • Mostra profilo
    • http://www.omniavis.it/web/forum/
    • E-mail
Re:BAR E PUNTO SCOMMESSE CORNER
« Risposta #6 il: 06 Febbraio 2020, 23:03:42 »
Qua sul forum forniamo le chiavi di lettura per affrontare le varie situazioni. Occorrerebbe scendere nei particolari e capire bene.
Posso ripetere che se c’è la licenza ex art. 88 allora si tratta di scommesse autorizzate in una delle forme previste: sala scommesse, punti di gioco, ecc. Se si tratta di attività in un bar allora non sarà un’attività di scommesse prevalente.
Detto questo, nulla vieta di trasformare la tua attività: dai vita ad una sala scommesse autorizzata dalla Questura con l’art. 88 e, al suo interno, apri un bar a servizio della sala. In questo caso vedi le condizioni dell’art. 3, comma 2 di questo decreto AAMS (scaica da qua):
http://www1.agenziadoganemonopoli.gov.it/files_monopoli/GIOCHI/APP-INTRATTENIMENTO/NEWSLOT/NORMATIVA/2011-07-27-DECRETO-30011-CONTINGENTAMENTO-firmato-5-ago-11.pdf

In sintesi: o sei un bar con un corner o sei una sala scommesse con il bar interno. In questo ultimo casi si aplicano le condizioni dell'art. 3, comma 2 citato
******************
Dott. Mario Maccantelli - esperto OV
******************
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/omniavisnews/
TWITTER: https://twitter.com/omniavis
LINKEDIN: https://twitter.com/omniavis
YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/omniavis
TELEGRAM: https://telegram.me/omniavis
SEZIONE ABBONATI: http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=24906.0

Forum del Portale Omniavis.it

Re:BAR E PUNTO SCOMMESSE CORNER
« Risposta #6 il: 06 Febbraio 2020, 23:03:42 »

 


Offline pagani cesare

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 3
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:BAR E PUNTO SCOMMESSE CORNER
« Risposta #5 il: 05 Febbraio 2020, 22:02:39 »
Grazie per le delucidazioni. Lascerò perdere i pc. Riguardo ai punti non esclusivi corner tuttavia il Comune insiste che il locale deve essere separato dal resto del bar, in quanto sarò in possesso di licenza art. 88 tulps e dunque l'attività di sala scommesse diviene principale. Mi scusi ma faccio fatica a capire. È corretto quello che dicono?Grazie Pagani Cesare

Offline Mario Maccantelli

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 4.740
    • Mostra profilo
    • http://www.omniavis.it/web/forum/
    • E-mail
Re:BAR E PUNTO SCOMMESSE CORNER
« Risposta #4 il: 05 Febbraio 2020, 16:04:17 »
Stiamo parlando di due cose diverse. Dalle tue precisazioni comprendo che non si tratta di un "punto di gioco" ma di un c.d. PVR.

DL n. 158/2012, art. 7, comma 3-quater

Fatte salve le sanzioni previste nei confronti di chiunque eserciti illecitamente attività di offerta di giochi con vincita in denaro, è vietata la messa a disposizione, presso qualsiasi pubblico esercizio, di apparecchiature che, attraverso la connessione telematica, consentano ai clienti di giocare sulle piattaforme di gioco messe a disposizione dai concessionari on-line, da soggetti autorizzati all'esercizio dei giochi a distanza, ovvero da soggetti privi di qualsiasi titolo concessorio o autorizzatorio rilasciato dalle competenti autorità.

Legge n. 208/2015, art. 1, comma 923
Ferma restando l'applicazione dell'articolo 1, comma 646, lettera b), della legge 23 dicembre 2014, n. 190, in caso di violazione dell'articolo 7, comma 3-quater, del decreto-legge 13 settembre 2012, n. 158, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre 2012, n. 189, il titolare dell'esercizio è punito con la sanzione amministrativa di euro 20.000; la stessa sanzione si applica al proprietario dell'apparecchio. Il divieto di cui al precedente periodo e la sanzione ivi prevista si applicano, altresì, nell'ipotesi di offerta di giochi promozionali di cui al decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70, per il tramite di qualunque tipologia di apparecchi situati in esercizi pubblici idonei a consentire la connessione telematica al web. Il titolare della piattaforma dei giochi promozionali è punito con la sanzione amministrativa da euro 50.000 a euro 100.000. Le sanzioni sono irrogate dall'ufficio dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli - area monopoli, territorialmente competente; per i soggetti con sede all'estero è competente l'ufficio dei monopoli del Lazio.

Diciamo che la cosa che proponi rappresenta un rischio molto alto in termini di probabilità di commettere un reato per scommesse non autorizzate.

I c.d. PVR (punti vendita e ricarica) rappresentano il limite fra ciò che è legittimo e ciò che non lo è. Cadere nel reato è un attimo. Io sconsiglio sempre attività del genere.

Un conto sono PC per andare in rete (internet point) e un conto sono PC che possono essere usati per attività di intermediazione sulle scommesse. Molto dipende dai particolari.
Ci sono soggetti che promuovo i PVR e che hanno fatto una sorta di decalogo, vedi qua:
https://www.newgioco.it/wp-content/uploads/2019/02/LINEE-GUIDA-PVR-1.pdf

Vedi anche questa circolare:
https://www.adm.gov.it/portale/documents/20182/1106542/AVVISO-FIRMATO-03-04-14.pdf/1a85b387-7e99-4806-9ad9-b3aa12838722ù

Guarda anche articoli come questi:
https://scommettitore.wordpress.com/2016/07/23/multe-di-20-000-euro-ai-pvr-per-pc-collegabili-a-piattaforme-web-dopo-i-controlli-delle-settimane-scorse/
******************
Dott. Mario Maccantelli - esperto OV
******************
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/omniavisnews/
TWITTER: https://twitter.com/omniavis
LINKEDIN: https://twitter.com/omniavis
YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/omniavis
TELEGRAM: https://telegram.me/omniavis
SEZIONE ABBONATI: http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=24906.0

Offline pagani cesare

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 3
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:BAR E PUNTO SCOMMESSE CORNER
« Risposta #3 il: 04 Febbraio 2020, 11:11:22 »
Grazie.
Ma scusi nel corner si dovrebbero installare due PC che consentono la prenotazione della giocata e la prenotazione non è controllata dall'esercente. In quel caso il minore può tranquillamente prenotare la giocata ma non convalidarla (in tal caso gli verrebbe chiesto il documento di identificazione). Ciò non viola il comma 20 dell'art. 24 del DL 98/2011, che dice che è vietato consentire la partecipazione ai giochi ai minori?
Grazie.
Pagani Cesare

Offline Mario Maccantelli

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 4.740
    • Mostra profilo
    • http://www.omniavis.it/web/forum/
    • E-mail
Re:BAR E PUNTO SCOMMESSE CORNER
« Risposta #2 il: 01 Febbraio 2020, 15:07:32 »
Da quello che scrivi credo tu ti riferisca ai c.d “punti di gioco” di cui al DL n. 223/2006, art. 38, commi 2 e 4. sarebbero le scommesse su ippica, eventi sportivi ecc. che si possono fare in un bar o simili (scommesse in un esercizio che ha un’attività principale diversa da quella del gioco). Il gestore deve ottenere la licenza dalla Questura ai sensi dell’art. 88 TULPS.

Nel caso delle scommesse come quelle descritte non ci sono norme che dettano in modo preciso le condizioni spaziali di installazione come, invece, ci sono per le SLOT (comma 6). Infatti, mentre per le SLOT il giovane può giocare autonomamente (basta introdurre il denaro), per le scommesse è il gestore che deve agire su richiesta del cliente.

Vedi questo decreto direttoriale:
https://img.eurobet.it/adynit/images/bingo/D.Dirett.%2021%20marzo%202006.pdf
Vai all’art. 9

Poi vedi i commi 20, 21 e 22 dell’art. 24 del DL 98/2011

20. È vietato consentire la partecipazione ai giochi pubblici con vincita in denaro ai minori di anni diciotto.

21. Il titolare dell'esercizio commerciale, del locale o, comunque, del punto di offerta del gioco che consente la partecipazione ai giochi pubblici a minori di anni diciotto è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro cinque mila a euro venti mila. Indipendentemente dalla sanzione amministrativa pecuniaria e anche nel caso di pagamento in misura ridotta della stessa, la violazione prevista dal presente comma è punita con la chiusura dell'esercizio commerciale, del locale o, comunque, del punto di offerta del gioco da dieci fino a trenta giorni; ai fini di cui al presente comma, il titolare dell'esercizio commerciale, del locale o, comunque, del punto di offerta del gioco, all'interno dei predetti esercizi, identifica i giocatori mediante richiesta di esibizione di un idoneo documento di riconoscimento. Le sanzioni amministrative previste nei periodi precedenti sono applicate dall'ufficio territoriale dell'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato competente in relazione al luogo e in ragione dell'accertamento eseguito. Per le cause di opposizione ai provvedimenti emessi dall'ufficio territoriale dell'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato è competente il giudice del luogo in cui ha sede l'ufficio che ha emesso i provvedimenti stessi. Per i soggetti che nel corso di un triennio commettono tre violazioni, anche non continuative, del presente comma è disposta la revoca di qualunque autorizzazione o concessione amministrativa; a tal fine, l'ufficio territoriale dell'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato che ha accertato la violazione effettua apposita comunicazione alle competenti autorità che hanno rilasciato le autorizzazioni o concessioni ai fini dell'applicazione della predetta sanzione accessoria.

22. Nell'ipotesi in cui la violazione del divieto previsto dal comma 20 riguardi l'utilizzo degli apparecchi e dei congegni di cui al comma 6 dell'articolo 110 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, di cui al regio decreto n. 773 del 1931, il trasgressore è altresì sospeso, per un periodo da uno a tre mesi, dall'elenco di cui all'articolo 1, comma 533, della legge 23 dicembre 2005, n. 266. Conseguentemente, ai sensi del comma 533-ter dell'articolo 1 della legge n. 266 del 2005 i concessionari per la gestione della rete telematica non possono intrattenere, neanche indirettamente, rapporti contrattuali funzionali all'esercizio delle attività di gioco con il trasgressore. Nel caso di rapporti contrattuali in corso, l'esecuzione della relativa prestazione è sospesa per il corrispondente periodo di sospensione dall'elenco. Nell'ipotesi in cui titolare dell'esercizio commerciale, del locale o, comunque, del punto di offerta del gioco sia una società, associazione o, comunque, un ente collettivo, le disposizioni previste dal presente comma e dal comma 21 si applicano alla società, associazione o all'ente e il rappresentante legale della società, associazione o ente collettivo è obbligato in solido al pagamento delle sanzioni amministrative pecuniarie.
******************
Dott. Mario Maccantelli - esperto OV
******************
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/omniavisnews/
TWITTER: https://twitter.com/omniavis
LINKEDIN: https://twitter.com/omniavis
YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/omniavis
TELEGRAM: https://telegram.me/omniavis
SEZIONE ABBONATI: http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=24906.0

Offline pagani cesare

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 3
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
BAR E PUNTO SCOMMESSE CORNER
« Risposta #1 il: 31 Gennaio 2020, 15:55:12 »
Buongiorno so che è possibile aprire un punto scommesse corner non esclusivo presso un bar. Il Comune dice tuttavia che devo separare le due attività (mantenendo sempre un ingresso unico), per evitare che i minorenni accedano alla sala scommesse.
E' corretto? Quale normativa dovrei guardare?
Grazie. Pagani Cesare