Autore Topic: Direttoriale Ag.Dogane 240433 del 27.12.19  (Letto 273 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Fiore2000

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 8
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Re:Direttoriale Ag.Dogane 240433 del 27.12.19
« Risposta #3 il: 17 Febbraio 2020, 21:33:00 »
Egr. Dr. Maccantelli,  La ringraziamo molto della sua dettagliata risposta.
Cordiali saluti

Forum del Portale Omniavis.it

Re:Direttoriale Ag.Dogane 240433 del 27.12.19
« Risposta #3 il: 17 Febbraio 2020, 21:33:00 »

 


Offline Mario Maccantelli

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 5.309
    • Mostra profilo
    • http://www.omniavis.it/web/forum/
    • E-mail
Re:Direttoriale Ag.Dogane 240433 del 27.12.19
« Risposta #2 il: 17 Febbraio 2020, 15:33:42 »
La questione è essenzialmente “doganale” nel senso che riguarda solo l’Ag. delle Dogane: si è abbassata l'asticella e, adesso, altri si aggiungono all'obbligo della denuncia fiscale. Ad uso di tutti i lettori del forum riporto la modifica normativa.

Prima del DL n. 124/2019, come convertito con legge 157/2019, il Testo Unico delle Accise (d.lgs. n. 504/1995), all’art. 25, comma 2, disponeva:
2. Sono altresì obbligati alla denuncia di cui al comma 1:
a) gli esercenti depositi per uso privato, agricolo ed industriale di capacità superiore a 25 metri cubi;
b) gli esercenti impianti di distribuzione stradale di carburanti;
c) gli esercenti apparecchi di distribuzione automatica di carburanti per usi privati, agricoli ed industriali, collegati a serbatoi la cui capacità globale supera i 10 metri cubi.


Adesso, dispone (dal 25/12/2019):
2. Sono altresì obbligati alla denuncia di cui al comma 1:
a) gli esercenti depositi per uso privato, agricolo ed industriale di capacità superiore a 10 metri cubi;
b) gli esercenti impianti di distribuzione stradale di carburanti;
c) gli esercenti apparecchi di distribuzione automatica di carburanti per usi privati, agricoli ed industriali, collegati a serbatoi la cui capacità globale supera i 5 metri cubi.


Inoltre, è stato aggiunto il seguente ultimo periodo al comma 4 dello stesso art. 25 citato:
Gli esercenti depositi di cui al comma 2, lettera a), aventi capacità superiore a 10 metri cubi e non superiore a 25 metri cubi nonché gli esercenti impianti di cui al comma 2, lettera c), collegati a serbatoi la cui capacità globale risulti superiore a 5 metri cubi e non superiore a 10 metri cubi tengono il registro di carico e scarico con modalità semplificate da stabilire con determinazione del direttore dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli.

La legge 157/2019 (art. 5, comma 2) ha poi previsto che le modifiche sopra riportate hanno efficacia a decorrere dal primo giorno del quarto mese successivo alla data di pubblicazione della predetta determinazione nel sito internet della predetta Agenzia.

La determinazione in questione è la n. 240433/RU pubblicata sul sito dell’Ag. delle Dogane il 30/12/2019. Ergo, il pacchetto normativo diventa efficace il 01/04/2020

Il comune non ha adempimenti ulteriori: sono procedure fiscali che il privato effettua direttamente con le “dogane”. Il comune resta competete per eventuali procedure di prevenzioni incendi o per altre derivanti da legge regionale (in genere SCIA per distributori privati sotto una certa soglia). Da questi punti di vista, però, nulla cambia con le norme di cui trattasi

« Ultima modifica: 17 Febbraio 2020, 20:42:48 da Mario Maccantelli »

Offline Fiore2000

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 8
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Direttoriale Ag.Dogane 240433 del 27.12.19
« Risposta #1 il: 13 Febbraio 2020, 17:57:17 »
Buonasera, nel nostro Comune, in questi giorni, siamo stati invasi da imprenditori agricoli e industriali per avere notizie sulla procedura per ottenere l'autorizzazione comunale per:
- esercenti depositi uso privato - agricolo e industriale - di capacità superiore a 10 mc. e non superiore a 25 mc;
- esercenti apparecchi di distribuzione automatica di carburanti usi privati agricoli e industriali collegati a serbatoi con capacità superiore a 5 mc e non oltre i 10 mc.;
Non siamo stati in grado di dare risposte certe. Ci potete illuminare visto che entro il 1° aprile queste strutture (= aziende???) devono anche essere dotate di licenza fiscale e registro di carico/scarico semplificato?
Il riferimento legislativo è il DL Fiscale 157/2019 per contrasto alle frodi in materia di accise ma chi è soggetto e cosa dobbiamo fare come Comune? Grazie mille. Saluti