Autore Topic: Dubbio Sottosoglia con Affidamento diretto o negoziata senza bando art.63  (Letto 308 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 20.033
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Salve Dott. Chiarelli

Volevo chiederle indicazioni/consigli su uno specifico caso, in particolare come procedere al rinnovo del canone di un servizio di sicurezza perimetrale che che prevede un firewall con relativi servizi (configurazione per interconnessione con le sedi, ridondanza,servizi cloud di sicurezza utm).

L'importo è un sotto-soglia sui 3000 euro (quindi infra 5000) e la strada più rapida secondo me, visto il periodo (servizi informatici impegnati tempo in assistenza lavoro agile e remotizzazione procedure) è un affidamento diretto, quindi un OdA su MePA (il prodotto esiste già come pacchetto MePA) con adeguata motivazione (inviate pec mesi fa ai fornitori consip per valutare un'architettura di rete alternativa ma ancora non riceviamo progetti, l'emergenza sanitaria ha modificato le priorità, le licenze utm possono essere quelle della specifica marca del firewall e acquisibili solo da un partner certificato quale il precedente fornitore, il precedente fornitore ha svolto in precedenza un lavoro a regola d'arte e già conosce le configurazioni/interconnessioni con gli apparati di rete).

Oppure è necessario richiamare il caso come un servizio ritenuto infungibile, quindi art. 63 del codice contratti ed esperire una trattativa diretta sul MePA?

Grazie per la collaborazione

Se hai scritto mesi fa farei un REINOLTRO DI PEC assegnando 5 giorni e se nessuno risponde ODA e via

Forum del Portale Omniavis.it

 


Offline gianbie

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 6
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Dubbio Sottosoglia con Affidamento diretto o negoziata senza bando art.63
« Risposta #1 il: 03 Aprile 2020, 23:43:25 »
Salve Dott. Chiarelli

Volevo chiederle indicazioni/consigli su uno specifico caso, in particolare come procedere al rinnovo del canone di un servizio di sicurezza perimetrale che che prevede un firewall con relativi servizi (configurazione per interconnessione con le sedi, ridondanza,servizi cloud di sicurezza utm).

L'importo è un sotto-soglia sui 3000 euro (quindi infra 5000) e la strada più rapida secondo me, visto il periodo (servizi informatici impegnati tempo in assistenza lavoro agile e remotizzazione procedure) è un affidamento diretto, quindi un OdA su MePA (il prodotto esiste già come pacchetto MePA) con adeguata motivazione (inviate pec mesi fa ai fornitori consip per valutare un'architettura di rete alternativa ma ancora non riceviamo progetti, l'emergenza sanitaria ha modificato le priorità, le licenze utm possono essere quelle della specifica marca del firewall e acquisibili solo da un partner certificato quale il precedente fornitore, il precedente fornitore ha svolto in precedenza un lavoro a regola d'arte e già conosce le configurazioni/interconnessioni con gli apparati di rete).

Oppure è necessario richiamare il caso come un servizio ritenuto infungibile, quindi art. 63 del codice contratti ed esperire una trattativa diretta sul MePA?

Grazie per la collaborazione