Autore Topic: IL CONSIGLIO COMUNALE  (Letto 533 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Vincenzo Giangreco

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 52
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
IL CONSIGLIO COMUNALE
« Risposta #1 il: 20 Maggio 2020, 18:39:20 »
Il comune in quanto ente dotato dell'autonomia di autogoverno ha la facoltà di amministrarsi attarverso propri organi di governo, quali Consiglio, Giunta e Sindaco così come definito dall'art. 36 del D.lgs 267/2000 TUEL.
Il Consiglio comunale è un organo interno,centrale,ordinario,permamenente, rappresentativo,senza repprasentanza legale e senza personalità giuridica, collegiale con competenze tipiche stabilite nell'art.42 TUEL.
Il consiglio è composto da un numero pari di consiglieri che dopo la riforma finanziaria del 2010 è stato ridotto ad un minimo di 12 ed un massimo di 48 senza computare il Sindaco, entano in carica all'atto di proclamazione ed in caso di surrogazione non appena approvata la relativa deliberazione, gode di autonomia finanziaria ed organizzativa che esercitano attraverso l'approvazione di un regolamento. La durata in carica è 5 anni anche se secondo l'istituto giuridico della prorogatio rimangono in carica sino a nuove elezioni, limitandosi ad adottare solo atti urgenti ed improrogabili. In merito alla durata è necessario evidenziare che in caso di dimissioni contemporanee del 50%+1 dei consiglieri, il Consiglio viene sciolto, mentre per le singole dimissioni si procede alla surroga. La presidenza del Consiglio dipende dal numero di abitanti, nei comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti viene nominato un Presidente tra i membri del Consiglio mentre nei comuni con popolazione inferiore ai 15.000 abitanti la figura deve essere prevista dallo Statuto altrimenti la presidenza viene automaticamente attribuita al Sindaco. In capo al Presidente oltre alla convocazione ordinaria e la comunicazione dell'ordine del giorno ai gruppi consiliari ed ai singoli consiglieri, spetta la convocazione straordinaria nel caso in cui lo richieda il Sindaco o un quinto dei componenti.
La prima seduta del Consiglio deve essere convocata entro 10 giorni dalla proclamazione e deve tenersi entro 10 giorni dalla convocazione, viene convocata e presieduta dal Sindaco nei comuni con popolazione inferiore ai 15.000 abitanti mentre convocata dal Sindaco e presieduta dal consigliere anziano sino all'elezione del Presidente, nei comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti. La prima seduta è la più importante in quanto si debbono svolgere degli adempimenti previsti dalla legge, quali esaminare l'incandidabilità e ineleggibilità deigli eletti e nominare la commissione elettorale. Le sedute sono pubbliche salvo eccezioni, in quell'occasione vengono esposte le bandiere nei modi previsti dal TUEL.
Per quanto riguarda le competenze tipiche previste all'art. 42 del TUEL ritroviamo l'approvazione dello statuto dell'ente e dell'aziende speciali, i regolamenti ad eccezione del ROUS che è di competenza della giunta,la pianificazione e la programmazione finanziaria(bilanci e le relative variazioni, programma triennale ed annuale dei lavori, piano urbanistico), le convenzioni tra enti locali, istituzione compiti e funzionamento degli organismi di decentramento e di partecipazione, gestione dei servizi pubblici, istituzione e ordinamento dei tributi ad esclusione delle aliquote che sono di competenza della Giunta, indirizzi delle Aziende pubbliche(in house), mutui ed aperture di credito, spese che impegnano i bilanci per il triennio successivo, acquisti ed alienazioni immobiliari, indirizzi di nomina e designazione di rappresentanti dell'ente in aziende partecipate,spetterà poi al Sindaco la nomina.
Tra le competenze appena elencate, occorre soffermarci sull'approvazione dello Statuto in quanto atto fondamentale dell'ente; a rafforzare questa tesi, è la necessità per l'approvazione di una maggioranza qualificata di due terzi dei consiglieri assegnati in prima seduta o della maggioranza assoluta in due sedute succesive ed il voto palese. I regolamenti invece per la loro approvazione richiedono una maggioranza assoluta.
In conclusione, dalla descrizione del Consiglio comunale si evince che è analogo all'organo di governo dello Stato e cioè il Parlamento, con la sola differenza di avere un'unica camera ma con la stessa funzione di indrizzo e controllo.

Forum del Portale Omniavis.it

IL CONSIGLIO COMUNALE
« Risposta #1 il: 20 Maggio 2020, 18:39:20 »