Autore Topic: Buoni spesa ODPC 658/2020. Liquidazione esercenti.  (Letto 139 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Warrior2020

  • Esperto
  • ***
  • Post: 76
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Re:Buoni spesa ODPC 658/2020. Liquidazione esercenti.
« Risposta #3 il: 10 Giugno 2020, 18:17:51 »
Grazie mille dott. Chiarelli.
Warrior

Forum del Portale Omniavis.it

Re:Buoni spesa ODPC 658/2020. Liquidazione esercenti.
« Risposta #3 il: 10 Giugno 2020, 18:17:51 »

 


Offline Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 20.440
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:Buoni spesa ODPC 658/2020. Liquidazione esercenti.
« Risposta #2 il: 10 Giugno 2020, 07:06:49 »
Salve ho una perplessità da condividere.
Un dirigente comunale di un settore finanziario ritiene che, per poter liquidare i rimborsi dei buoni spesa ai supermercati ed altri esercizi commerciali che hanno partecipato all'avviso pubblico, si debba prescindere dalla verifica del DURC.
Il fatto è che non è che questi esercizi abbiano un DURC scaduto (e dunque prorogato ex lege), ma hanno proprio DURC non regolare.
Ora mi chiedo: ha ragione questo dirigente? Si prescinde dalla verifica del DURC? E allora perché nella manifestazione di interesse si richiede autocertificazione di regolarità contributiva?
C'è qualche norma, circolare, orientamento, linea guida che prevede che in questo caso possa procedersi a liquidazione prescindendo da tali verifiche?
Grazie per l'assistenza.

La questione è dibattuta ma ci sono autorevoli opinionisti che la pensano così:
https://www.segretaricomunalivighenzi.it/archivio/2020/aprile/04-04-2020-buoni-spesa-non-occorre-il-durc-degli-esercizi-commerciali

La tesi è sostenibile.

Offline Warrior2020

  • Esperto
  • ***
  • Post: 76
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Buoni spesa ODPC 658/2020. Liquidazione esercenti.
« Risposta #1 il: 08 Giugno 2020, 20:59:14 »
Salve ho una perplessità da condividere.
Un dirigente comunale di un settore finanziario ritiene che, per poter liquidare i rimborsi dei buoni spesa ai supermercati ed altri esercizi commerciali che hanno partecipato all'avviso pubblico, si debba prescindere dalla verifica del DURC.
Il fatto è che non è che questi esercizi abbiano un DURC scaduto (e dunque prorogato ex lege), ma hanno proprio DURC non regolare.
Ora mi chiedo: ha ragione questo dirigente? Si prescinde dalla verifica del DURC? E allora perché nella manifestazione di interesse si richiede autocertificazione di regolarità contributiva?
C'è qualche norma, circolare, orientamento, linea guida che prevede che in questo caso possa procedersi a liquidazione prescindendo da tali verifiche?
Grazie per l'assistenza.
« Ultima modifica: 08 Giugno 2020, 21:00:16 da warrior78 »
Warrior