Autore Topic: Preposto  (Letto 7009 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 18.948
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:Preposto
« Risposta #2 il: 24 Maggio 2012, 19:57:39 »
Ciao,
la materia della PREPOSIZIONE INSTITORIA (preposto) è disciplinata dal codice civile agli articoli che ti riporto.
Difficile sintetizzarli, dagli una lettura e se hai dubbi chiedi ulteriormente.

Il CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI DA AZIENDE DEL COMMERCIO, DEI SERVIZI E DEL TERZIARIO non tratta della questione.
Ti consiglio di consultare il tuo consulente del lavoro per maggiori dettagli.
**************************************

Art. 2203.
Preposizione institoria.
E' institore colui che è preposto dal titolare all'esercizio di un'impresa commerciale.
La preposizione può essere limitata all'esercizio di una sede secondaria o di un ramo particolare
dell'impresa.
Se sono preposti più institori, questi possono agire disgiuntamente, salvo che nella procura sia diversamente
disposto.
Art. 2204.
Poteri dell'institore.
L'institore può compiere tutti gli atti pertinenti all'esercizio dell'impresa a cui è preposto, salve le limitazioni
contenute nella procura. Tuttavia non può alienare o ipotecare i beni immobili del preponente, se non è stato
a ciò espressamente autorizzato.
L'institore può stare in giudizio in nome del preponente per le obbligazioni dipendenti da atti compiuti
nell'esercizio dell'impresa a cui è preposto.
Art. 2205.
Obblighi dell'institore.
Per le imprese o le sedi secondarie alle quali è preposto, l'institore è tenuto, insieme con l'imprenditore,
all'osservanza delle disposizioni riguardanti l'iscrizione nel registro delle imprese e la tenuta delle scritture
contabili.
Art. 2206.
Pubblicità della procura.
La procura con sottoscrizione del preponente autenticata deve essere depositata per l'iscrizione presso il
competente ufficio del registro delle imprese.
In mancanza dell'iscrizione, la rappresentanza si reputa generale e le limitazioni di essa non sono opponibili
ai terzi, se non si prova che questi le conoscevano al momento della conclusione dell'affare.
Art. 2207.
Modificazione e revoca della procura.
Gli atti con i quali viene successivamente limitata o revocata la procura devono essere depositati, per
l'iscrizione nel registro delle imprese, anche se la procura non fu pubblicata.
In mancanza dell'iscrizione, le limitazioni o la revoca non sono opponibili ai terzi, se non si prova che questi
le conoscevano al momento della conclusione dell'affare.
Art. 2208.
Responsabilità personale dell'institore.L'institore è personalmente obbligato se omette di far conoscere al terzo che egli tratta per il preponente;
tuttavia il terzo può agire anche contro il preponente per gli atti compiuti dall'institore, che siano pertinenti
all'esercizio dell'impresa a cui è preposto.

**************************************


Forum del Portale Omniavis.it

Re:Preposto
« Risposta #2 il: 24 Maggio 2012, 19:57:39 »

 


Scoccia

  • Visitatore
Preposto
« Risposta #1 il: 24 Maggio 2012, 11:11:03 »
Attualmente lavoro come commessa da 1 anno presso un compro oro con contratto a tempo indeterminato partime al 90% con il ruolo di commessa 4o livello.
A giorni verro licenziata dal mio attuale titolare per essere riassunta sotto un altro titolare (ovvero il figlio del mio attuale titolare) presso una gioielleria come commessa sempre 4 o livello full time (40 ore settimanali) con la nomina di Preposto . mi sono informata su questo ruolo, e le nuove leggi e normative in merito , dicono che deve obbligatoriamente fare un corso da preposto e si puo' essere perseguibili sia amministrativamente che penalmente come "preposti" . Questa delega per preposto va firmata e portata in questura . La mia domanda è la seguente, a cosa vado incontro quali rischi corro con questa nomina da Preposto? Meglio dire per 1200,00 euro mensili ne vale la pena?? ho letto che il preposto deve ricoprire all'interno dell'attività qualsiasi compito, non ho mai lavorato in una gioielleria sarebbe la mia prima esperienza come commessa in gioielleria , anche se sono stata titolare di una attività commerciale di vendita al dettaglio di oggettistica (bazar) per 7 anni. posso essere tutelata dal titolare come preposto? Si mette in atto una assicurazione in merito e soprattutto se il titolare manca e io prendo il ruolo di preposto all'interno della gioielleria succedesse qualche cosa non a mia conoscenza , ne rispondo io sia penalmente che amministrativamente?' Il preposto non deve essere messo al 1o - 2o livello del contratto collettivo del lavoro??
In attesa di una vostra risposta e delucidazione in merito ala mia richiesta porgo distinti saluti.