Autore Topic: trasporto carne  (Letto 273 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Monica Falossi

  • Membro Super
  • *****
  • Post: 359
    • Mostra profilo
Re:trasporto carne
« Risposta #4 il: 23 Giugno 2020, 08:57:59 »
Grazie.
La carne è stata comprata presso un supermercato e nella fattura è riportata la data e l'ora (09:00). Il veicolo è stato fermato alle 10:30 e il luogo di destinazione si trova a una trentina di Km. Credo che il trasporto abbia superato le due ore ed il veicolo non era coibentato.
E possibile a Vs. avviso procedere ai sensi del Reg.853/04?

Forum del Portale Omniavis.it

Re:trasporto carne
« Risposta #4 il: 23 Giugno 2020, 08:57:59 »

 


Offline Monica Falossi

  • Membro Super
  • *****
  • Post: 359
    • Mostra profilo
Re:trasporto carne
« Risposta #3 il: 18 Giugno 2020, 12:21:57 »
Grazie.
La carne è stata comprata presso un supermercato e nella fattura è riportata la data e l'ora (09:00). Il veicolo è stato fermato alle 10:30 e il luogo di destinazione si trova a una trentina di Km. Credo che il trasporto abbia superato le due ore ed il veicolo non era coibentato.
E possibile a Vs. avviso procedere ai sensi del Reg.853/04?
   

Offline Mario Maccantelli

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 4.978
    • Mostra profilo
    • http://www.omniavis.it/web/forum/
    • E-mail
Re:trasporto carne
« Risposta #2 il: 17 Giugno 2020, 20:11:17 »
la normativa è sicuramente complessa e la vigilanza spetta alla ASL. Sul mero trasporto di carni si applica la notifica sanitaria ex reg. CE 852/04 ma il rispetto delle prescrizioni dell’allegato III al Reg. CE 853/04.

L’allegato III capito VII (punto 3, lett. b)) prevede la deroga alle temperature quando le carni lascino  il  macello,  o  il  laboratorio  di  sezionamento  situato  nei  locali  del  macello, immediatamente e il trasporto abbia una durata non superiore a due ore.

Fuori da questo caso specifico direi che siamo di fronte ad una violazione. Il furgone potrebbe essere anche solo coibentato senza entrare nella normativa ATP.

Offline Monica Falossi

  • Membro Super
  • *****
  • Post: 359
    • Mostra profilo
trasporto carne
« Risposta #1 il: 16 Giugno 2020, 16:56:10 »
In piena emergenza Covid, durante i posti di controllo, si accerta che su un atc era trasportata  (da fattura)15 kg di carne fresca impacchettata. Il conducente dichiarava che aveva comprato la carne per venderla nella propria macelleria in quanto l'ASL gli aveva detto che conto proprio e per viaggi non superiori ad 1 ora era consentito il trasporto anche senza cella frigo. Nel caso specifico, il viaggio avrebbe avuto una durata massima di 40-50 minuti. Per verificare la regolarità o meno del trasporto e valutare la necessità o meno del sequestro della carne, come di prassi  si è tentato di contattare il  competente Servizio Veterinario senza tuttavia riuscirci a causa dell'emergenza in atto. Nell'indecisione sul da farsi,  si è in ultimo ritenuto di acquisire quanti più elementi possibili e  procedere successivamente con le verifiche del caso. Posto che ancora ad oggi si attende il riscontro dell'ASL (non pervenuto), a Vs.parere  è plausibile che la carne destinata ad una macelleria possa essere trasportata anche su veicolo non ATP per viaggi di durata massima di 1 ora oppure che si tratti di violazione all'art.6 comma 5 DLGS 193/2007 e reg.CE 853/2004?
Ritenete comunque che si possa configurare  l'art.82 C.d.S. ?
Grazie  ;)