Autore Topic: riassetto fiere in base a linee guida e ordinanza regione toscana 63/2020  (Letto 261 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Mario Maccantelli

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 4.978
    • Mostra profilo
    • http://www.omniavis.it/web/forum/
    • E-mail
Da osservare che la scheda in allegato all’ordinanza n. 63 indica una serie di azioni che i comuni POSSONO mettere in atto. Tutto da vedere caso per caso con elasticità.

Detto questo, la situazione covid può giustificare i mezzi. In tempi “normali” è chiaro che sarebbe stata necessaria la concertazione e l’individuazione di un criterio di selezione al fine di determinare una graduatoria di scelta. Nella situazione in cui siamo adesso, il Sindaco, nel suo piccolo, può adottare ordinanze che prescindono dai normali processi partecipativi. E' chiaro che la PA deve sempre agire con imparzialità e ragionevolezza. In questo senso, una volta approvato il nuovo assetto (planimetrie e modalità di accesso), sarebbe meglio che il comune usasse una graduatoria che ha già a disposizione al fine di attribuire i posteggi agli operatori (approvazione di una graduatoria d'ufficio da usare la mattina stessa).

La mattina dello svolgimento possono essere previste modalità operative particolari: arrivare un po' prima e montare un po' dopo al fine di far scegliere gli operatori. In alternativa sarebbero possibili modalità di coinvolgimento preventive degli operatori ma la cosa diventa complessa. La mattina si può indicare che i primi ingraduatoria arrivino un po' prima ai fine delle prime scelste e poi arrivino gli altri.

Nei fatti è accaduto che le ordinanze sindacali abbiamo demandato alla polizia municipale gli aspetti operativi. Il comandante approva la graduatoria e incarica gli agenti di verificare il posizionamento  degli operatori. In questi casi si possono anche prevedere azioni diverse in base ai diversi raggruppamenti che possono determinare in base alla situazione contingente.

Da non escludere il criterio residuale dell'estrazione a sorte quando agli atti non sia possibile rilevare dei dati ai fini della determinazione della graduatoria d'ufficio.

Forum del Portale Omniavis.it

 


Offline Abetone Forum

  • Esperto
  • ***
  • Post: 86
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Stiamo organizzando il riassetto di n. 3 fiere con decennali nel nostro Comune, che si svolgeranno in estate. Ovviamente dobbiamo rivedere la collocazione dei posteggi anche in aree  diverse e/o ulteriori, nonché prevedere la sospensione (totale o parziale) della spunta per osservare le misure prescritte dalle linee guida ed ordinanza regione Toscana 63/2020.     
Predisporremo pertanto degli atti (in base al nostro regolamento su aree pubbliche, ordinanze sindacali) con i quali indicheremo le misure adottate per il riassetto di tali fiere. In particolare, naturalmente l’esigenza di ricollocare i banchi a maggior distanza comporta che i posteggi non saranno nella stessa posizione del solito, sia perché alcuni slitteranno in avanti per via della maggiore distanza da osservare tra i banchi anche lateralmente, altri verranno proprio ricollocati in altra sede (ad es. una delle fiere verrà spostata del tutto presso un piazzale del paese che consente una collocazione ordinata dei banchi anziché lasciare i banchi disseminati tra le vie del paese).
Un’associazione di categoria ci ha sollevato il problema di come avverrà la ricollocazione degli operatori nei posteggi come individuati con il riassetto straordinario di quest’anno, chiedendo che il Comune faccia scegliere gli operatori in base a dei criteri di precedenza predeterminati o alle vecchie graduatorie di assegnazione dei decennali originari.
L’intenzione del Comune sarebbe di individuare autonomamente la ricollocazione dei posteggi e comunicarlo agli operatori, senza consentire la scelta, vista la situazione eccezionale in essere, ma l’associazione sostiene che non possiamo procedere in questo modo.             
Siamo tenuti a far scegliere il posteggio nella nuova e straordinaria collocazione di quest’anno agli operatori? Dal momento che una di queste fiere  ha ben 85 posteggi coperti da decennale (senza considerare la spunta, che quest’anno verrebbe sospesa per tale manifestazione), se l’ente deve far scegliere i posteggi agli operatori diventerebbe abbastanza problematico gestirne il riassetto...   
Grazie mille per la risposta,un saluto