Autore Topic: DPCM 11 GIUGNO E PUBBLICO SPETTACOLO ALL'APERTO  (Letto 200 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Mario Maccantelli

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 4.978
    • Mostra profilo
    • http://www.omniavis.it/web/forum/
    • E-mail
Re:DPCM 11 GIUGNO E PUBBLICO SPETTACOLO ALL'APERTO
« Risposta #2 il: 23 Giugno 2020, 19:24:50 »
Ad uso di tutti i lettori. Il PRIMO QUESITO si riferisce alla lett. m) del DPCM 11/06 (art. 1):
gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all'aperto sono svolti con posti a sedere preassegnati e distanziati e a condizione che sia comunque, assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi, con il numero massimo di 1000 spettatori per spettacoli all'aperto e di 200 spettatori per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala. Le attività devono svolgersi nel rispetto dei contenuti di protocolli o linee guida idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in ambiti analoghi, adottati dalle regioni o dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome nel rispetto dei principi contenuti nei protocolli o nelle linee guida nazionali e comunque in coerenza con i criteri di cui all'allegato 10. Restano sospesi gli eventi che implichino assembramenti in spazi chiusi o all'aperto quando non è possibile assicurare il rispetto delle condizioni di cui alla presente lettera. Restano comunque sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all'aperto o al chiuso, e, sino al 14 luglio 2020, le fiere e i congressi. Le regioni e le province autonome, in relazione all'andamento della situazione epidemiologica nei propri territori, possono stabilire una diversa data di ripresa delle attività, nonché un diverso numero massimo di spettatori in considerazione delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi;

Alla lettera m) fa sponda l’allegato scheda tecnica rubricato: “CINEMA E SPETTACOLI DAL VIVO”. In tale scheda tecnica non rilevo un’antinomia con il testo della norma. Viene ripetuto che occorrono dei posti che, nel concreto legano la presenza di un individuo ad una data postazione che risulti ad un metro dalle altre. Come hai detto tu, se non si tratta di sedie o seggiolini veri e propri, si può trattare di sedute a terra, di sedute su panche, travi e simili. Per questo aspetto non sono dettate differenza fra all’aperto o al chiuso. In ogni caso, deve trattarsi di spettacoli con sedute affinché il pubblico sia vincolato al rieptto del mantenimento di una posizione.

Sul SECONDO QUESITO risponderei di sì (comunque da vedere caso per caso) a condizione che non sia un vero e proprio spettacolo itinerante: il pubblico assiste ad una performance in modo “legale” dopodiché si sposta nel modo del punto 2 dell’allegato citato per poi andarsi a riposizionare ai sensi del DPCM per un’altra performance. Occorre un’organizzazione certosina. Resta inteso che è una mia opinione, di fronte a queste norme c’è sempre un margine di incertezza.

Sul TERZO QUESITO dico soltanto che le condizioni di sicurezza restano quelle. L’art. 80 TULPS e le regole tecniche di cui al DM 19/08/96 non subiscono interpretazioni diverse (vedi titolo III del DM 19/08/96). Lo stesso dicasi per la gestione della safety e security. In quest’ultimo caso, le norme covid sicuramente aiutano perché limitano le variabili sul campo.

Forum del Portale Omniavis.it

Re:DPCM 11 GIUGNO E PUBBLICO SPETTACOLO ALL'APERTO
« Risposta #2 il: 23 Giugno 2020, 19:24:50 »

 


Offline emanutot

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 1
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
DPCM 11 GIUGNO E PUBBLICO SPETTACOLO ALL'APERTO
« Risposta #1 il: 19 Giugno 2020, 20:49:21 »
Nel nuovo DPCM, . Alcuni punti non sono chiari:
PRIMO QUESITO:
- Nella parte generale dice che : gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all'aperto sono svolti con posti a sedere preassegnati e distanziati e a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro
- nella parte relativa a CINEMA e SPETTACOLO DAL VICO (allegati) invece lascia intendere che lo spettacolo possa anche avere luogo senza sedute assegnate ovvero "i posti a sedere (comprese, se consentite, postazioni prive di una seduta fisica vera e propria" DOMANDA: con riferimento agli spazi all'aperto quindi posso prevedere anche spettacoli privi di posti pre assegnati o di sedute (es. pubblico a terra sul prato)?

SECONDO QUESITO:

- sempre nel decreto all'art. 1 si dice che "i) lo svolgimento delle manifestazioni pubbliche è consentito soltanto in forma statica, a condizione
che, nel corso di esse, siano osservate le distanze sociali prescritte e le altre misure di contenimento". DOMANDA: è possibile prevedere uno spettacolo itinerante nel parco di un museo o parco pubblico con la gente che si sposta da una performance all'altra nel parco?

TERZO QUESITO: per gli spettacoli all'aperto, dovendo garantire il distanziamento sociale, devo utilizzare per forza sedie rigide collegate tra loro o posso usare anche sedie pieghevoli es che all'occasione apro e chiudo a seconda delle prenotazioni? Questo impatta in qualche modo su Piantedosi o pratiche per agibilità?

Grazie mille