Autore Topic: EMISSIONE FATTURA CON APPLICAZIONE PENALI - ART. 113 - BIS D.LGS. 50/2016  (Letto 124 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline andrea.bufarale

  • Esperto
  • ***
  • Post: 104
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Naturalmente sempre sulla base imponibile in quanto l’IVA è sempre un debito verso lo stato.

Forum del Portale Omniavis.it

 


Offline AriannaN

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 4
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
EMISSIONE FATTURA CON APPLICAZIONE PENALI - ART. 113 - BIS D.LGS. 50/2016
« Risposta #1 il: 20 Giugno 2020, 12:08:15 »
Laddove sia intervenuta una risoluzione contrattuale di un appalto di lavori e siano state applicate penali per ritardo per negligenza, si richiede una delucidazione in merito alla quantificazione dei debiti/crediti in capo all'appaltatore.
In particolare qualora l'appaltatore, ad esempio, ha un credito imponibile per le lavorazioni effettuate pari a 1000 Euro ed una quantificazione delle penali pari a 5000 Euro, precisato inoltre che a norma dell’art. 15 del D.P.R. 633/1972 le penali sono esenti dall'applicazione dell'IVA, la decurtazione delle penali dovrà avvenire sulla base imponibile (1000 Euro) o sull'importo comprensivo di Iva (1000 Euro + iva aliquota al 10%)? Grazie.