Autore Topic: circolo privato - sanzioni da applicare  (Letto 826 volte)

Online MARCO

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 25
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
circolo privato - sanzioni da applicare
« il: Maggio 25, 2012, 03:47:14 pm »
In Sardegna La normativa che disciplina la somministrazione alimenti e bevande nei circoli privati è prevista dall’art 24 LR 5/06 e dal DGR 49/21, per quanto riguarda le sanzioni l’art 35 LR 5/06. A carico del Presidente di un circolo privato viene elevato, dagli organi di controllo, pv per violazione dell’art.4/235 e art. 10 287/91 in quanto all'interno del circolo erano presenti soggetti non tesserati in procinto di consumare bevande. Negli scritti difensivi, il presidente del circolo fà notare che la normativa applicabile è solo quella regionale e che i soggetti presenti erano soggetti regolarmente registrati come visitatori, senza peraltro consumare alcunché, e presenti nei locali solo al fine di perfezionare un futuro loro tesseramento. E' accoglibile il ricorso del presidente del circolo per i motivi di seguito esposti?
- atto inficiato dal solo fatto di non aver citato nel verbale di contestazione la normativa regionale, peraltro più onerosa nella sanzione amministrativa;
- soggetti presenti non tesserati ma regolarmente registrati come visitatori al fine di procedere al loro tesseramento.
in caso di non accoglimento del ricorso come procedere per l'individuazine delle norme violate da citare nell'ordinanza ingiuntiva ? E' prevista la chiusura dei locali e per quanto tempo?