Autore Topic: Notifica atti al tecnico  (Letto 62 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 20.784
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:Notifica atti al tecnico
« Risposta #2 il: 28 Luglio 2020, 19:08:02 »
Salve, tempo fa sono stato incaricato di richiedere il Nulla Osta in Sanatoria per un abuso edilizio realizzato in zona sotto tutela paesaggistica. A conclusione dell'iter la soprintendenza competente ha elaborato la perizia con il calcolo dell'indennità risarcitoria, unitamente all'avviso di preammissibilità. Tale nota, indirizzata alla Ditta richiedente, viene inviata via PEC al mio indirizzo, mentre nulla (almeno ad oggi, dopo più di un mese dalla PEC) viene notificato alla Ditta. In ogni caso né io, né la Ditta aveva comunicato alla Soprintendenza di utilizzare il mio indirizzo PEC per la notifica di atti.
Può ritenersi, quindi, tale atto notificato alla Ditta, o occorre che venga effettivamente inviato e notificato alla stessa?
Grazie

Se l'interessato NON ha eletto domicilio informatico presso il professionista la notifica allo stesso non può intendersi validamente perfezionata.
Secondo me però il professionista, se ha incarico specifico, dovrebbe segnalarlo tempestivamente alla soprintendenza o farsi tramite con la ditta dando atto dell'avvenuta consegna alla stessa (per deontologia e buona fede).

Formalmente l'impresa potrà negare, ma il professionista potrebbe non aver adempiuto correttamente ai propri doveri professionali.

Forum del Portale Omniavis.it

Re:Notifica atti al tecnico
« Risposta #2 il: 28 Luglio 2020, 19:08:02 »

 


Offline melo

  • Esperto
  • ***
  • Post: 64
  • architetto
    • Mostra profilo
Notifica atti al tecnico
« Risposta #1 il: 27 Luglio 2020, 18:32:35 »
Salve, tempo fa sono stato incaricato di richiedere il Nulla Osta in Sanatoria per un abuso edilizio realizzato in zona sotto tutela paesaggistica. A conclusione dell'iter la soprintendenza competente ha elaborato la perizia con il calcolo dell'indennità risarcitoria, unitamente all'avviso di preammissibilità. Tale nota, indirizzata alla Ditta richiedente, viene inviata via PEC al mio indirizzo, mentre nulla (almeno ad oggi, dopo più di un mese dalla PEC) viene notificato alla Ditta. In ogni caso né io, né la Ditta aveva comunicato alla Soprintendenza di utilizzare il mio indirizzo PEC per la notifica di atti.
Può ritenersi, quindi, tale atto notificato alla Ditta, o occorre che venga effettivamente inviato e notificato alla stessa?
Grazie